Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali

POSIZIONE ATTUALE 

È ricercatore TD-B del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell’Università di Cagliari. Nel luglio 2018 ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale per professore di II fascia in Storia Moderna.

FORMAZIONE

Laurea in Scienze Politiche all'Università di Cagliari con una tesi in storia moderna su villaggi abbandonati e di nuova fondazione nella Sardegna tra XVII e XVIII secolo (2002). Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell'Archivio di Stato di Cagliari (2005). Dottorato di ricerca in Storia all’Universià di Roma “La Sapienza” (2009). Research collaborator al Department of History della Università di Bristol (2010); Visiting fellow all’Institute of Germanic and Romance Studies (IGRS-SAS) University of London (2011-12); Profesor invitado del Departamento de Historia Moderna della Università di Barcellona (2016); Visiting Research Fellow al Centre for Hellenic Studies del King’s College London (2019). 

RICERCA

Si occupa principalmente di Storia Moderna (XVI-XIX secolo), con riferimento al contesto euro-mediterraneo e ai temi della diaspora e delle mobilità territoriali, di riassetto insediativo e di colonizzazione interna, del rapporto tra culto dei santi e colonizzazione insediativa. Nel 2018 è stato insignito del Premio Treccani, conferito al miglior saggio pubblicato sulla rivista «Storia Urbana».

È responsabile scientifico del programma di ricerca biennale The Digital Atlas of Sardinia's maritime history e del programma Migrazioni straniere e colonizzazione interna nel Mediterraneo d’età moderna. È componente della équipe de recherche del piano di ricerca quinquennale Gouverner les îles. Territoires, ressources et savoirs des sociétés insulaires en Méditerranée (XVIe- XXIe siècle)finanziato dalla École Française de Rome. Su incarico del Consiglio Regionale della Sardegna ho co-curato l'edizione critica del Parlamento del viceré Michele de Moncada (1583), nell’ambito del progetto Acta Curiarum Regni Sardiniae

Ha maturato esperienze nei campi dell'Umanistica Digitale e della storia digitale e pubblica. Nel 2018 ha fondato il LUDiCa, il laboratorio di Umanistica Digitale dell'Università di Cagliari. È tra i promotori del Centro di ricerca per l'Umanistica Digitale nell’Università di Cagliari (Dh.UniCa.it), nell'ambito del quale coordina gruppi di sviluppo di applicativi software d'ambito storico-documentario digitale, anche in convenzione con enti di ricerca internazionali, nazionali e locali. È responsabile scientifico della piattaforma 400.unica.it la galleria multimediale, sviluppata per celebrare i quattro secoli di storia dell'Università di Cagliari.

delle ascese sociali

PARTECIPAZIONE A CONVEGNI

Ho preso parte su invito a conferenze, seminari e tavole rotonde organizzate da Università e centri di ricerca nazionali e internazionali tra le quali Londra, Barcellona, Madrid, Città del Messico, Bristol, Roma, Napoli, Palermo, Venezia, Alicante, Genova etc.

AFFILIAZIONI e INCARICHI

Socio SISEM (Società Italiana per lo Studio dell’Età Moderna), SISSD (Società Italiana di Studi sul Secolo XVIII), AIUCD (Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale).

Componente del Consiglio direttivo dell'Associazione Italiana di Public History (AIPH) e del Consiglio Direttivo del Centro Interuniversitario per la ricerca e lo sviluppo della Public History (CISPH).

Dirige la collana didattica UNICApress dal titolo «Quaderni del LUDiCa».

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie