Da mercoledì il via al convegno internazionale coordinato dalla prof.ssa Francesca Crasta. Ai lavori intervengono due ricercatrici, Laura Follesa e Anna Corrias, vincitrici di due prestigiose borse di ricerca Marie Curie. RASSEGNA STAMPA
07 March 2018
Convegno internazionale "Il pensiero per immagini e le forme dell'invisibile"

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 5 marzo 2018 - Avrà inizio mercoledì 7 marzo il convegno dal titolo “Il pensiero per immagini e le forme dell'invisibile” (Das Bilddenken und die Gestalten des Unsichtbaren), organizzato dal nostro ateneo  e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena (Germania). Il 7 e l’8 marzo i lavori si svolgeranno nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria (Via Università 32), mentre il 9 marzo si sposteranno nell'Aula Magna Motzo della Facoltà di Studi Umanistici (Via Is Mirrionis 1).

Il ‘pensare per immagini’ è un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (filosofiche, estetiche, letterarie e di storia della cultura).

L’iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Horizon2020, ed in particolare con la prestigiosa borsa di ricerca individuale Marie Sklodowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta da Laura Follesa lo scorso anno. Si tratta di un riconoscimento molto ambito dai giovani ricercatori italiani, che consente loro di fare ricerca ad altissimo livello.

Laureata in Filosofia all'Università di Cagliari, con una tesi triennale su Ernst Cassirer (causalità e determinismo nella fisica quantistica) e una magistrale sulla filosofia della natura organica in Emanuel Swedenborg, la dottoressa Follesa ha proseguito gli studi di dottorato a Cagliari presso il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia con una borsa messa a disposizione dalla Regione Sardegna grazie a Fondi Europei (POR FSE 2007-2013).

Grazie a un accordo di cooperazione internazionale tra l’Università di Cagliari e la Friedrich-Schiller-Universität di Jena in Germania (tutors prof.ssa Francesca Maria Crasta e prof. Olaf Breidbach), la dottoressa Follesa ha infatti potuto svolgere per un anno le sue ricerche all’estero all’Istituto di storia della scienza, della medicina e della tecnica di Jena (Institut für Geschichte der Medizin, Naturwissenschaften und Technik Ernst-Haeckel-Haus) e partecipato come relatore a numerosi convegni di livello internazionale.

 

Laura Follesa, vincitrice della borsa di ricerca individuale Marie Sklodowska-Curie
Laura Follesa, vincitrice della borsa di ricerca individuale Marie Sklodowska-Curie

Al convegno che comincia mercoledì parteciperà anche Anna Corrias, laureata in Storia della filosofia all’Università di Cagliari, anche lei vincitrice quest’anno di una Marie Curie Individual Fellowship, categoria Global, che avrà l’opportunità di condurre il suo progetto di ricerca sia in Inghilterra, a Cambridge, che a Toronto, già impegnata in questi mesi in attività accademiche all’estero.

L’intervento delle due giovani ricercatrici è previsto nella mattina dell’8 marzo.

 

Il programma completo del convegno
Il programma completo del convegno

RASSEGNA STAMPA

LA NUOVA SARDEGNA di mercoledì 7 marzo 2018
Cultura – pagina 46
"Pensare attraverso le immagini"
Da oggi un convegno a Cagliari

CAGLIARI Comincia oggi il convegno internazionale dal titolo "Il pensiero per immagini e le forme dell'invisibile", organizzato dall'Università di Cagliari e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena (Germania). Sino a domani i lavori si svolgeranno nella sala settecentesca della Biblioteca universitaria, mentre venerdì si sposteranno nell'Aula Magna della facoltà di Studi umanistici.Il "pensare per immagini" è un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (filosofiche, estetiche, letterarie e di storia della cultura).L'iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del programma Horizon2020, ed in particolare con la prestigiosa borsa di ricerca individuale Marie Sklodowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta da Laura Follesa lo scorso anno. Si tratta di un riconoscimento molto ambito dai giovani ricercatori italiani, che consente loro di fare ricerca ad altissimo livello.Al convegno parteciperà anche Anna Corrias, laureata in Storia della filosofia, anche lei vincitrice quest'anno di una Marie Curie Individual Fellowship, categoria Global.

LA NUOVA SARDEGNA
LA NUOVA SARDEGNA

L’UNIONE SARDA di lunedì 5 marzo 2018
Pensiero per immagini, tre giorni di riflessioni
Il Convegno Al via mercoledì nella Sala Settecentesca

Agenda  Cagliari

Prenderà il via inizio mercoledì il convegno internazionale dal titolo “Il pensiero per immagini e le forme dell'invisibile” organizzato dall'Università e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena in Germania). Il 7 e l'8 marzo i lavori si svolgeranno nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria, mentre il 9 marzo si sposteranno nell'aula magna della Facoltà di Studi Umanistici.
IL CONFRONTO Si tratta di un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (filosofiche, estetiche, letterarie e di storia della cultura).
L'iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del programma Horizon2020, e in particolare con la prestigiosa borsa di ricerca individuale Marie Sklodowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta da Laura Follesa lo scorso anno. Si tratta di un riconoscimento molto ambito dai giovani ricercatori italiani, che consente di fare ricerca ad altissimo livello.
INFO SUL PROGRAMMA Al convegno che comincia mercoledì parteciperà anche Anna Corrias, laureata in Storia della filosofia all'Università di Cagliari, anche lei vincitrice quest'anno di una Marie Curie Individual Fellowship, categoria Global, che avrà l'opportunità di condurre il suo progetto di ricerca sia in Inghilterra, a Cambridge, che a Toronto, già impegnata in questi mesi in attività accademiche all'estero. L'intervento delle due giovani ricercatrici è previsto nella mattina dell'8 marzo.
Per informazioni sul programma del convegno si può consultare il sito web thinkinginimages8.wixsite.com/adrastea/cagliari-2018

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L’UNIONE SARDA online
All'Università di Cagliari un convegno internazionale sul "pensare per immagini"
CULTURA » CAGLIARI

Avrà inizio mercoledì il convegno internazionale dal titolo "Il pensiero per immagini e le forme dell'invisibile" (Das Bilddenken und die Gestalten des Unsichtbaren), organizzato dall’Università degli Studi di Cagliari e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena (Germania).
Il 7 e l'8 marzo i lavori - coordinati dalla professoressa Francesca Crasta - si svolgeranno nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria, mentre il 9 si sposteranno nell'Aula Magna della Facoltà di Studi Umanistici dell'ateneo.
Il ‘pensare per immagini’ è un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (estetiche, letterarie e di storia della cultura).
L'iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Horizon2020, e in particolare con la borsa di ricerca Marie Skodowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta dalla ricercatrice Laura Follesa lo scorso anno.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

CASTEDDUONLINE.IT
“Il pensiero per immagini e le forme dell’invisibile”, convegno internazionale a Cagliari
Il pensiero per immagini e le forme dell’invisibile: convegno internazionale da mercoledì all’Università di Cagliari. Ai lavori intervengono due ricercatrici cagliaritane che hanno vinto due prestigiose borse di ricerca Marie Curie

Di Redazione Cagliari Online  3 marzo 2018

Avrà inizio mercoledì 7 marzo il convegno internazionale dal titolo “Il pensiero per immagini e le forme dell'invisibile” (Das Bilddenken  und die Gestalten des Unsichtbaren), organizzato dall’Università degli Studi di Cagliari e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena (Germania). Il 7 e l’8 marzo i lavori si svolgeranno nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria, mentre il 9 marzo si sposteranno nell’Aula Magna della Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Cagliari.
Il ‘pensare per immagini’ è un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (filosofiche, estetiche, letterarie e di storia della cultura).
L’iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Horizon2020, ed in particolare con la prestigiosa borsa di ricerca individuale Marie Skodowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta da Laura Follesa lo scorso anno. Si tratta di un riconoscimento molto ambito dai giovani ricercatori italiani, che consente loro di fare ricerca ad altissimo livello.
Laureata in Filosofia all'Università di Cagliari, con una tesi triennale su Ernst Cassirer (causalità e determinismo nella fisica quantistica) e una magistrale sulla filosofia della natura organica in Emanuel Swedenborg, la dottoressa Follesa proseguito gli studi di dottorato a Cagliari presso il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia con una borsa messa a disposizione dalla Regione Sardegna grazie a Fondi Europei (POR FSE 2007-2013).
Grazie a un accordo di cooperazione internazionale tra l’Università di Cagliari e la Friedrich-Schiller-Universität di Jena in Germania (tutors prof.ssa Francesca Maria Crasta e prof. Olaf Breidbach), la dottoressa Follesa ha infatti potuto svolgere per un anno le sue ricerche all’estero all’Istituto di storia della scienza, della medicina e della tecnica di Jena (Institut für Geschichte der Medizin, Naturwissenschaften und Technik Ernst-Haeckel-Haus) e partecipato come relatore a numerosi convegni di livello internazionale.
Al convegno che comincia mercoledì parteciperà anche Anna Corrias, laureata in Storia della filosofia all’Università di Cagliari, anche lei vincitrice quest’anno di una Marie Curie Individual Fellowship, categoria Global, che avrà l’opportunità di condurre il suo progetto di ricerca sia in Inghilterra, a Cambridge, che a Toronto, già impegnata in questi mesi in attività accademiche all’estero.
L’intervento delle due giovani ricercatrici è previsto nella mattina dell’8 marzo.
Per informazioni sul programma del convegno si può consultare il sito: https://thinkinginimages8.wixsite.com/adrastea/cagliari-2018

CASTEDDUONLINE.IT
CASTEDDUONLINE.IT

SARDINIAPOST.IT
Filosofia, a Cagliari un convegno dedicato al ‘Pensiero per immagini’
6 marzo 2018  Cagliari, Cronaca, Culture, In evidenza 13

Avrà inizio mercoledì 7 marzo il convegno internazionale dal titolo “Il ?pensiero per immagini? e le forme dell?invisibile” (Das ?Bilddenken? und die Gestalten des Unsichtbaren), organizzato dall’Università degli Studi di Cagliari e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena (Germania). Il 7 e l’8 marzo i lavori si svolgeranno nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria, mentre il 9 marzo si sposteranno nell’Aula Magna della Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Cagliari.
Il ‘pensare per immagini’ è un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (filosofiche, estetiche, letterarie e di storia della cultura).
L’iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Horizon2020, ed in particolare con la prestigiosa borsa di ricerca individuale Marie Sk?odowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta da Laura Follesa (in foto) lo scorso anno. Si tratta di un riconoscimento molto ambito dai giovani ricercatori italiani, che consente loro di fare ricerca ad altissimo livello.
Laureata in Filosofia all?Università di Cagliari, con una tesi triennale su Ernst Cassirer (causalità e determinismo nella fisica quantistica) e una magistrale sulla filosofia della natura organica in Emanuel Swedenborg, la dottoressa Follesa proseguito gli studi di dottorato a Cagliari presso il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia con una borsa messa a disposizione dalla Regione Sardegna grazie a Fondi Europei (POR FSE 2007-2013).
Grazie a un accordo di cooperazione internazionale tra l’Università di Cagliari e la Friedrich-Schiller-Universität di Jena in Germania (tutor i professori Francesca Maria Crasta e Olaf Breidbach), la dottoressa Follesa ha infatti potuto svolgere per un anno le sue ricerche all’estero all’Istituto di storia della scienza, della medicina e della tecnica di Jena (Institut für Geschichte der Medizin, Naturwissenschaften und Technik Ernst-Haeckel-Haus) e partecipato come relatore a numerosi convegni di livello internazionale.
Al convegno che comincia mercoledì parteciperà anche Anna Corrias, laureata in Storia della filosofia all’Università di Cagliari, anche lei vincitrice quest’anno di una Marie Curie Individual Fellowship, categoria Global, che avrà l’opportunità di condurre il suo progetto di ricerca sia in Inghilterra, a Cambridge, che a Toronto, già impegnata in questi mesi in attività accademiche all’estero.
L’intervento delle due giovani ricercatrici è previsto nella mattina dell’8 marzo.

SARDINIAPOST.IT
SARDINIAPOST.IT

CAGLIARIPOST.IT
“Il pensiero per immagini e le forme dell?invisibile”. Convegno internazionale all’Università di Cagliari

Avrà inizio mercoledì 7 marzo il convegno internazionale dal titolo “Il pensiero per immagini e le forme dell?invisibile” (Das ?Bilddenken? und die Gestalten des Unsichtbaren), organizzato dall’Università degli Studi di Cagliari e dalla Friedrich-Schiller-Universität di Jena (Germania). Il 7 e l’8 marzo i lavori si svolgeranno nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria, mentre il 9 marzo si sposteranno nell’Aula Magna della Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Cagliari.
Il ‘pensare per immagini’ è un tema al centro delle attuali discussioni filosofiche, secondo diverse prospettive disciplinari (filosofiche, estetiche, letterarie e di storia della cultura).
L’iniziativa si svolge in connessione con il progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Horizon2020, ed in particolare con la prestigiosa borsa di ricerca individuale Marie Sk?odowska-Curie Individual Fellowship, ottenuta da Laura Follesa lo scorso anno. Si tratta di un riconoscimento molto ambito dai giovani ricercatori italiani, che consente loro di fare ricerca ad altissimo livello.
Laureata in Filosofia all?Università di Cagliari, con una tesi triennale su Ernst Cassirer (causalità e determinismo nella fisica quantistica) e una magistrale sulla filosofia della natura organica in Emanuel Swedenborg, la dottoressa Follesa proseguito gli studi di dottorato a Cagliari presso il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia con una borsa messa a disposizione dalla Regione Sardegna grazie a Fondi Europei (POR FSE 2007-2013).
Grazie a un accordo di cooperazione internazionale tra l’Università di Cagliari e la Friedrich-Schiller-Universität di Jena in Germania (tutors prof.ssa Francesca Maria Crasta e prof. Olaf Breidbach), la dottoressa Follesa ha infatti potuto svolgere per un anno le sue ricerche all’estero all’Istituto di storia della scienza, della medicina e della tecnica di Jena (Institut für Geschichte der Medizin, Naturwissenschaften und Technik Ernst-Haeckel-Haus) e partecipato come relatore a numerosi convegni di livello internazionale.
Al convegno che comincia mercoledì parteciperà anche Anna Corrias, laureata in Storia della filosofia all’Università di Cagliari, anche lei vincitrice quest’anno di una Marie Curie Individual Fellowship, categoria Global, che avrà l’opportunità di condurre il suo progetto di ricerca sia in Inghilterra, a Cambridge, che a Toronto, già impegnata in questi mesi in attività accademiche all’estero.
L’intervento delle due giovani ricercatrici è previsto nella mattina dell’8 marzo.
Per informazioni sul programma del convegno si può consultare il sito: https://thinkinginimages8.wixsite.com/adrastea/cagliari-2018

CAGLIARIPOST.IT
CAGLIARIPOST.IT

Links

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie