Il gruppo di ricerca internazionale coordinato dal prof. Giorgio Ghiglieri è ancora impegnato nel programma triennale che mira a contribuire allo sviluppo di un sistema di gestione integrata delle risorse idriche per la defluorizzazione nei Paesi africani della Rift Valley
15 January 2018
Il progetto H2020 FLOWERED in Tanzania

di Rossana Orrù

Cagliari, 15 gennaio 2018 - Prosegue l’impegno di UniCa nel mandare avanti il progetto triennale H2020 FLOWERED - "de-FLuoridation technologies for improving quality Of WatER and agro-animal products along the East african rift valley in the context of aDaptation to climate change" – promosso da un gruppo di ricerca internazionale coordinato da Giorgio Ghiglieri, docente del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università degli Studi di Cagliari.

Il programma ha preso inizio nel giugno 2016 e mira a contribuire allo sviluppo di un sistema di gestione integrata delle risorse idriche, per i comparti potabile, agricolo e zootecnico, nei Paesi africani della Rift Valley, Etiopia, Kenia e Tanzania. Tale sistema di gestione integrata delle acque prevede lo sviluppo di tecnologie innovative applicabili alla scala del villaggio rurale per la defluorizzazione delle acque e l’applicazione di pratiche sostenibili innovative in agricoltura. Si tratta di pratiche che hanno lo scopo di mitigare l’impatto della contaminazione del fluoro nelle acque e nei suoli e consentire la produzione di specie foraggere selezionate per l’alimentazione degli animali da latte. Lo sviluppo di un sistema innovativo e condiviso di gestione dei dati geologico-ambientali supporterà l’attuazione del sistema di gestione integrato, sostenibile e partecipato.
 
Nel luglio del 2016  si è tenuto ad Arusha, Tanzania, nell’African Institute of Science and Technology "Nelson Mandela", il primo Regional Workshop del progetto FLOWERED, un dialogo interattivo e partecipativo che ha permesso di diffondere le attività e i primi risultati del progetto, condividere conoscenze ed esperienze sui temi del progetto e dialogare con gli attori locali. Durante la seconda giornata si è tenuto un Field trip nelle aree interessate dalle attività di progetto in Tanzania. Nel dettaglio, sono state presentate una panoramica del paesaggio e dei relativi problemi e limiti dovuti alla contaminazione da fluoro nel sito di Oldonyo Sambu; le problematiche geologiche ed idrogeologiche dello stesso sito; i risultati in seguito alle prime applicazioni del progetto nell’area di Ngare Nanyuki zona dedita alle attività agricole, nelle quali si notano segni di  sofferenza probabilmente dovuti all’eccesso di fluoro.

Arusha - prime applicazioni del progetto
Arusha - prime applicazioni del progetto

Dal 13 al 23 ottobre 2017 si è svolta una missione in Tanzania per condividere i risultati relativi allo sviluppo di tecniche innovative di defluorizzazione delle acque  (WP3), le nuove strategie e la metodologia analitica per gli esperimenti di laboratorio. Si è, inoltre, discusso della migliori soluzioni per i filtri e di altre attività come la raccolta di dati e il campo di osservazione del WP1,  che deve essere tenuto nel  Pangani  Basin  Water Board a Moshi. Nel consorzio partecipante alla missione oltre al prof. Giorgio  Ghiglieri,  occorre ricordare tra gli altri la dr.ssa  Elisabetta  Dore e il dr. Alfredo Idini dell’Università di Cagliari.

Le attività del programma sono state diffuse ampiamente a livello locale, nazionale e internazionale grazie alla traduzione in lingua Swahili degli obiettivi principali e dei partners interessati, rese disponibili su dei flyer, grazie alla costante attività dei media nella stampa e nella televisione e grazie alla distribuzione di materiale informativo durante la partecipazione alla Conferenza sui cambiamenti climatici UNFCCC COP 23 che si è tenuta a Bonn dal 6 al 17 novembre scorso.

Per maggiori informazioni consultare il sito del progetto.

H2020 FLOWERED
H2020 FLOWERED

Attachments

Last news

29 October 2021

L’UNIVERSITA’ DELL’INNOVAZIONE

Speciale spazio dedicato dal TG della RAI ai progetti coordinati da Massimo Barbaro, Danilo Pani, Luigi Atzori e Davide Spano e ai loro team di giovani ricercatori. L’Ateneo al servizio della società e del territorio con ricadute rapide, intelligenti ed efficaci: da ACUADORI, la piattaforma ICT per la gestione dell'acqua destinata alla viticoltura, a People Mobility Analytics per migliorare la gestione di servizi pubblici delle pubbliche amministrazioni, da DoMoMEA, per la teleassistenza domiciliare ai pazienti, a ECARules4All, che consente di creare ambienti di realtà virtuale. L’innovazione non aspetta, l’Università di Cagliari la anticipa. GUARDA IL VIDEO

29 October 2021

Grazia Deledda, la donna che non mise limiti alle donne

Il Rettore Francesco Mola interviene venerdì 29 ottobre all’importante appuntamento organizzato al Senato della Repubblica dal comitato istituzionale che cura le celebrazioni in onore della scrittrice e Premio Nobel

28 October 2021

Il ricordo, la memoria

Attivato un sito in ricordo di Angelo Aru, per tanti anni docente del nostro Ateneo e maestro di Pedologia. Gli allievi e i familiari scrivono a UNICANEWS: "Non il ricordo sincero di un grande studioso ma il primo nucleo di un lavoro di ricerca e approfondimento che, con i contributi di quanti lo vorranno, potrà arricchirsi di testi, immagini, filmati

28 October 2021

«Un orto al mese» fa tappa all'Università di Cagliari

Il gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana racconta sui social le bellezze verdi dell'Italia attraverso una diretta con i protagonisti: dal Nord al Sud del nostro Paese in mostra i polmoni verdi che fanno respirare le nostre città. “Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari". I LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA GIOVEDI' 28 OTTOBRE A PARTIRE DALLE 17. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: