Via libera di Cda e Senato accademico all’istituzione del nuovo Centro interdipartimentale. Il Laboratorio contribuisce a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo. RASSEGNA STAMPA
01 December 2017
Il logo del GramsciLab

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 1 dicembre 2017 - Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale GRAMSCILAB (Laboratorio di studi internazionali gramsciani, denominato GramsciLab), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.

“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.

Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.

Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.

Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

ANSA.IT
Nasce laboratorio studi GramsciLab
Dimensione sempre più internazionale delle opere
Venerdì 1 dicembre 2017 – 13.38


Via libera al Centro interdipartimentale Gramscilab, Laboratorio di studi internazionali gramsciani. Dopo l'approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, il Consiglio di amministrazione dell'Università di Cagliari ha completato l'iter di attivazione della nuova struttura. Obiettivo: approfondire e far conoscere sempre di più il pensiero di Antonio Gramsci.
"Quando sono stata eletta - ricorda la rettrice Maria Del Zompo - ho scoperto con piacere l'esistenza di un progetto chiamato 'GramsciLab', che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d'Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell'identità".
Il centro vuole contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento. Collaborando anche con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani. Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo. Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano competenze scientifiche nell'ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

ANSA.IT
ANSA.IT

RASSEGNA STAMPA

UNIONESARDA.IT
Cultura » Cagliari
"Gramscilab", il nuovo centro di studi gramsciani è realtà
Venerdì 1 dicembre 2017 – 13:01


Via libera ufficiale dall'Università di Cagliari al Gramscilab, laboratorio di studi internazionali gramsciani istituito nell'ateneo del capoluogo e cui afferiscono il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.
Via libera ufficiale dall'Università di Cagliari al Gramscilab, laboratorio di studi internazionali gramsciani istituito nell'ateneo del capoluogo e cui afferiscono il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.
Dopo l'approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha infatti completato l'iter di attivazione della nuova struttura.
Obiettivo del neonato centro - che si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post - lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo - è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi anche all'estero, secondo un approccio multidisciplinare e che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani.
"Quando sono stata eletta Rettore – il commento di Maria Del Zompo, alla guida dell'ateneo cagliaritano – ho scoperto con piacere l'esistenza di un progetto chiamato 'GramsciLab', che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d'Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell'identità".
Il GramsciLab si pone come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell'ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche.

UNIONESARDA.IT
UNIONESARDA.IT

CASTEDDUONLINE.IT
All’università di Cagliari nasce il GramsciLab
Un nuovo centro interdipartimentale contribuirà a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo. Il rettore: "Fondamentale per approfondire i temi della nostra identità'"
Venerdì 1 dicembre 2017


Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale GRAMSCILAB (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.
“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.
Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

CASTEDDUONLINE.IT
CASTEDDUONLINE.IT

SARDINIAPOST.IT
Università Cagliari, nasce il GramsciLab: laboratorio di studi gramsciani
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale Gramscilab (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.
“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale. Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

SARDINIAPOST.IT
SARDINIAPOST.IT

SARDEGNAOGGI.IT
All'Università di Cagliari nasce il centro studi GramsciLab
All'università di Cagliari nasce il "GramsciLab": un nuovo centro interdipartimentale contribuirà a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo.
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera dall'Università degli Studi di Cagliari all'istituzione del Centro interdipartimentale GramsciLab (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell'Università degli Studi di Cagliari. Dopo l'approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l'iter di attivazione della nuova struttura.
"Quando sono stata eletta rettore – è il commento del rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l'esistenza di un progetto chiamato 'GramsciLab', che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d'Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell'identità".
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.
Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell'ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

SARDEGNAOGGI.IT
SARDEGNAOGGI.IT

TTECNOLOGICO.COM
Cultura, all’Università di Cagliari nasce il Gramscilab, laboratorio di studi Gramsciani che diffonderà la conoscenza del grande pensatore nel mondo
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera dagli organi collegiali dell’Università degli Studi di Cagliari all’istituzione del Centro interdipartimentale GRAMSCILAB (Laboratorio di studi internazionali gramsciani), cui afferiscono, in sede di prima attivazione, il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni (Dissi) e il Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, ieri il Consiglio di amministrazione ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura.
“Quando sono stata eletta Rettore – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in Ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Obiettivo del neonato Centro è infatti contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Antonio Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento, in sinergia con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani, nonché attivando occasioni di riflessione su specifici approfondimenti tematici e concettuali centrali nel dibattito internazionale.
Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo.
Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano specifiche competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

TTECNOLOGICO.COM
TTECNOLOGICO.COM

CAGLIARIPAD.IT
Nasce laboratorio studi GramsciLab
Dimensione sempre più internazionale delle opere
Venerdì 1 dicembre 2017

Via libera al Centro interdipartimentale Gramscilab, Laboratorio di studi internazionali gramsciani. Dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi in Senato accademico, il Consiglio di amministrazione dell’Università di Cagliari ha completato l’iter di attivazione della nuova struttura. Obiettivo: approfondire e far conoscere sempre di più il pensiero di Antonio Gramsci.
“Quando sono stata eletta – ricorda la rettrice Maria Del Zompo – ho scoperto con piacere l’esistenza di un progetto chiamato ‘GramsciLab’, che si prometteva di approfondire e far conoscere, soprattutto in Sardegna e nel resto d’Italia, quanto il pensiero gramsciano sia studiato, e in alcuni casi applicato, in altri Paesi del mondo. Sono quindi orgogliosa che ora questo progetto abbia concretezza in ateneo, anche perché dimostra il ruolo fondamentale che la nostra Università attribuisce allo studio dell’identità”.
Il centro vuole contribuire a diffondere la conoscenza della figura e del pensiero di Gramsci nel mondo, fornendo strumenti per percorsi formativi specifici e nuove possibilità di approfondimento. Collaborando anche con centri di studio diffusi nel mondo, secondo un approccio multidisciplinare che si avvale dei risultati degli studi internazionali gramsciani. Si rivolge principalmente agli studenti e alle studentesse dei corsi di laurea triennale e specialistica, di formazione post-lauream e agli studiosi e alle studiose di tutto il mondo. Il GramsciLab si propone di porsi come interlocutore, a livello nazionale e internazionale, di enti e istituzioni che propongano progetti o richiedano competenze scientifiche nell’ambito degli studi internazionali gramsciani, contribuendo a sviluppare e ampliare il dibattito culturale sulle più attuali problematiche sociali, economiche, politiche e giuridiche secondo la prospettiva offerta dagli studi gramsciani.

CAGLIARIPAD.IT
CAGLIARIPAD.IT

Links

Last news

18 May 2022

Ricerca, quattro dipartimenti dell’Università di Cagliari al top in Italia

Giurisprudenza, Ingegneria elettrica ed elettronica, Matematica e Informatica, Scienze politiche e sociali hanno superato la prima selezione e sono in corsa per entrare nella lista dei 180 Dipartimenti di eccellenza. Confermato il trend positivo dei risultati ottenuti sulla VQR. L’orgoglio dell’Ateneo nelle parole del Rettore Francesco Mola: “Risultato importante e incoraggiante”. RASSEGNA STAMPA

17 May 2022

UniCa sempre più cardioprotetta

Un nuovo defibrillatore installato nella sede della Scuola di Architettura, alla presenza del Prorettore alla Didattica, del Direttore del DICAAR e della vicepresidente della Facoltà di Ingegneria e Architettura. L’apparecchio donato dall’associazione Luca Noli si aggiunge a quelli già presenti in vari punti dell’Ateneo

17 May 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

IL 24 MAGGIO IN DIRETTA WEB. Grazie agli interventi di molti ex studenti di UniCa, oggi affermati professionisti in diversi contesti lavorativi di ottimo livello, che racconteranno la loro esperienza di successo, l’incontro ‘’Dottorato di ricerca: quale futuro "oltre" l'accademia?’’ permetterà di evidenziare le molteplici opportunità occupazionali al di fuori del mondo accademico. Organizzato dalla Consulta dei Coordinatori dei corsi di dottorato, presieduta dal professor Giuseppe Sergioli, l’evento sarà preceduto dagli interventi del magnifico rettore Mola e dei prorettori Putzu, Colombo e Carucci. COLLEGAMENTO SU TEAMS DALLE 15,30

16 May 2022

Amazon Women in Innovation, assegnata la borsa di studio

E' Giorgia Orofino, studentessa nel corso di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica, la vincitrice della selezione promossa per il secondo anno dalla sede italiana dell'azienda multinazionale in collaborazione con l'Università degli Studi di Cagliari. L'iniziativa fa parte parte del programma Amazon nella Comunità, creato per incentivare e aiutare le giovani donne a intraprendere un percorso di studi e a soddisfare la propria ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia

Questionnaire and social

Share on: