“Un percorso di formazione e orientamento che ci vede protagonisti nel tessuto produttivo locale e internazionale” spiega il pro rettore Francesco Mola, durante i lavori tenutisi in partnership con il gruppo Saras. “Non abbiamo neanche un laureato a spasso” aggiunge Giacomo Cao, direttore del dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali
22 November 2017
Francesco Mola, prorettore vicario dell'ateneo di Cagliari

Nell’aula magna di via Marengo i lavori del convegno “L'ingegnere chimico nell'industria 4.0”, organizzato dall’Associazione Italiana di Ingegneria Chimica

Cagliari, 22 novembre 2017
Mario Frongia

  
BILANCIO POSITIVO, TREND IN ASCESA. L’Università di Cagliari conferma e rafforza la propria “produzione” di risorse umane preparate, competenti e attrezzate per fornire risposte adeguate alle esigenze del mondo industriale isolano e d’oltre Tirreno. Un bel colpo per l’ateneo, attento e spedito nel sostenere e promuovere relazioni stabili con le aziende e il tessuto imprenditoriale. Ma ancora prima, scrupoloso nel mettere al centro della propria mission, una didattica avanzata e filiere di ricerca all’avanguardia. Maturano anche su queste frequenze le parole di soddisfazione del pro rettore vicario, Francesco Mola, e del direttore del dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali, Giacomo Cao (vedi nella pagina video di entrambi). Il bilancio è stato messo nero su bianco durante i lavori del convegno “L'ingegnere chimico nell'industria 4.0”, organizzato dall'Aidic (Associazione italiana ingegneria chimica), tenutosi stamani nell'aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura. Un trend confortato dai numeri: l’ateneo del capoluogo laurea in chimica circa quaranta specialisti l’anno nella triennale e una ventina nel  percorso magistrale.

Francesco Marini
Francesco Marini
Intervista all'ing. Marini

INDUSTRIA CHIMICA, OPZIONI OCCUPAZIONALI. Ai lavori hanno preso parte numerosi studenti, attenti allo sviluppo della disciplina e alle dinamiche occupazionali del settore. Dati confortanti sono stati introdotti da Francesco Marini (coordinatore Aidic Sardegna, presidente Sarlux, vice presidente Confindustria; vedi video). Al centro del dibattito-confronto-esperienze, il check up sull'industria chimica nei sistemi azienda 4.0. Ovvero, le risposte al come si riesca - in un’era quale quella dell’industria 4.0 che porterà a una produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa - a rendere interfacciabile l’industria chimica, motore di progresso e di modernità il cui futuro è legato ai giovani, al contesto produttivo e al Paese. Dagli esperti un mosaico di indicazioni con il segno più. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Michele Mascia, Laura Pilia e Simonetta Palmas (Università di Cagliari), Gilberto Callera, Carlo Guarrata e Francesco Mura (consigliere Saras, amministratore delegato Sarlux e Digital platform manager Saras), Michele Bargiacchi (Business leader Honeywell), Alessandro Brambilla, (Università di Pisa e senior partner Alpha process control), Fabrizio Caschili (direttore generale Ecoserdiana), Filippo Trivella (amministratore delegato Alpha process control), Pietro Pirellas (capo impianto piattaforma Assemini Ecotec) e Antonello Mavuli (responsabile produzione Fluorsid). La chiusura dei lavori è stata affidata a Raffaele Avella (consigliere Aidic e Wec Italia).

22 novembre 2017 - Convegno nell'aula magna di Ingegneria
22 novembre 2017 - Convegno nell'aula magna di Ingegneria
Giacomo Cao, direttore del Dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali

TEMI ATTUALI E BUONE PRATICHE. Da “La transizione energetica e l'ingegnere chimico” a “Saras 4.0 per la sicurezza e l'eccellenza operativa”, “Trend tecnologici nell'industria di processo 4.0”, “Il ruolo dell'Università e dell'Industria nella formazione dell'Ingegnere Chimico 4.0” fino a “La figura dell’Ingegnere chimico nei Sistemi Azienda 4.0 nel settore bonifiche”. A seguire, le testimonianze operative di alcuni ingegneri chimici.

da sinistra: Laura Pilia, Francesco Mola, Giacomo Cao
da sinistra: Laura Pilia, Francesco Mola, Giacomo Cao

Last news

03 February 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio era atteso nel nostro ateneo, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 February 2023

Cure palliative e terapia del dolore: concluso il primo Master di UniCa

Il traguardo raggiunto ieri nell’aula magna di Palazzo Belgrano, con la discussione di una parte delle tesi del master di primo livello diretto dal professor Gabriele Finco. Presenti per l’occasione il rettore Francesco Mola, l’assessore regionale alla sanità Carlo Doria, l’assessora comunale alle politiche sociali, benessere e famiglia Viviana Lantini, il presidente della società italiana cure palliative Gino Gobber e, per l’Aou, la direttrice generale Chiara Seazzu e il direttore sanitario Giancarlo Angioni

31 January 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

30 January 2023

La forza del ricordo come antidoto al male

Una foltissima partecipazione lunedì 30 al convegno organizzato dall'ateneo per il Giorno della Memoria. Autorità civili, militari e religiose, tantissimi studenti a simboleggiare il passaggio del testimone per continuare a non dimenticare l'orrore dell'Olocausto. Gli interventi del rettore Francesco Mola, del direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari, del professor Michele Camerota, del presidente della Regione Christian Solinas, dell'assessora alla pubblica istruzione del comune di Cagliari Marina Adamo. Al termine della manifestazione è stata scoperta la targa commemorativa in onore di Davide Teodoro Levi, Alberto Pincherle, Camillo Viterbo, i tre docenti di UniCa colpiti dalle leggi razziali del '38. SERVIZIO, PHOTOGALLERY E VIDEO INTERVISTE

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie