Firmato nei giorni scorsi l’atto costitutivo: nel patrimonio del nuovo ente domande di brevetto e la quota di controllo della proprietà intellettuale del progetto omonimo, di grande valore scientifico e industriale, in corso di realizzazione nella Miniera di Seruci. RASSEGNA STAMPA
19 October 2017
La firma dell'atto costitutivo della Fondazione ARIA

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 18 ottobre 2017 – E’ stato firmato nei giorni scorsi dal Rettore Maria Del Zompo l’atto costitutivo della Fondazione “Aria”, i cui fondatori sono l’Università degli studi di Cagliari, il docente Alberto Devoto e il prof. Cristiano Galbiati della Princeton University.

La Fondazione - la cui sede è stata individuata nella sede del Centro Servizi dell’Ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità di UniCa - non ha fini di lucro ed ha come scopo la promozione dell’occupazione nei territori del Sulcis Iglesiente e del cratere del terremoto aquilano del 2009.

“E’ la prima volta che l’Università di Cagliari realizza una interazione di questo genere – è il commento del Rettore – per sostenere una ricerca che, muovendo da robuste basi scientifiche e tecnologiche può avere ricadute importanti sul territorio. Certamente non è da sottovalutare l’aspetto internazionale sotteso a questo importante progetto”.

Il nuovo ente ha nel suo patrimonio domande di brevetto e la quota di controllo della proprietà intellettuale del Progetto Aria, l’importante iniziativa a carattere scientifico-industriale in corso di realizzazione nella Miniera di Seruci (di proprietà della Carbosulcis SpA), che punta alla produzione di gas per applicazioni in campo scientifico e medico-sanitario.

ARIA sarà in grado di estrare dall’atmosfera con grandissima efficienza (e quindi con costi molto inferiori) gas che vengono utilizzati  nel campo della diagnostica medica, la cui domanda su scala globale sta crescendo annualmente di oltre il 10%.

Gli utili della Fondazione saranno dedicati a borse di studio e di ricerca che contribuiscano alla crescita scientifica nella nostra isola e nel territorio del cratere del terremoto aquilano.

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di venerdì 20 ottobre 2017
Agenda Cagliari (Pagina 21 - Edizione CA)
In evidenza
L'ateneo promuove il lavoro nel Sulcis

È stato firmato dalla rettrice Maria Del Zompo l'atto costitutivo della fondazione Aria: la sede è nella sede del centro servizi per l'innovazione e l'imprenditorialità di UniCa - ed ha come scopo la promozione dell'occupazione nel Sulcis Iglesiente.

L'UNIONE SARDA di venerdì 20 ottobre 2017
L'UNIONE SARDA di venerdì 20 ottobre 2017

ANSA
Progetti ricerca, nasce fondazione 'Aria' Ateneo Cagliari firma costituzione, studi per gas miniera Seruci

(ANSA) - CAGLIARI, 19 OTT - Via alla fondazione Aria per rilanciare il Sulcis Iglesiente e la zona del cratere aquilano del terremoto del 2009. E' stato firmato dalla rettrice Maria Del Zompo l'atto costitutivo: fondatori sono l'Università di Cagliari, il docente Alberto Devoto e Cristiano Galbiati della Princeton University. La Fondazione, la cui sede è stata individuata nel Centro servizi dell'Ateneo per l'innovazione e  l'imprenditorialità di UniCa, non ha fini di lucro. Il nuovo ente ha nel suo patrimonio domande di brevetto e la quota di controllo della proprietà intellettuale del Progetto 'Aria', l'iniziativa a carattere scientifico-industriale in corso di realizzazione nella miniera di Seruci (di proprietà della Carbosulcis), che punta alla produzione di gas per applicazioni in campo scientifico e medico-sanitario.    

"E' la prima volta che l'Università di Cagliari realizza una interazione di questo genere - ha detto Del Zompo – per sostenere una ricerca che, muovendo da robuste basi scientifiche e tecnologiche, può avere ricadute importanti sul territorio. Certamente non è da sottovalutare l'aspetto internazionale  sotteso a questo importante progetto".    

'Aria' sarà in grado di estrare dall'atmosfera con grandissima efficienza (e quindi con costi molto inferiori) gas che vengono utilizzati nel campo della diagnostica medica, la cui domanda su scala globale sta crescendo annualmente di oltre il 10%. Nelle scorse settimane, come si ricorderà, il Premio  Nobel per la Fisica 2015 Arthur McDonald ha tenuto una lectio magistralis nell'Aula magna del rettorato dell'Università di Cagliari, spiegando alcuni aspetti dell'importante progetto in fase di realizzazione nel Sulcis. Gli utili della Fondazione saranno dedicati a borse di studio e di ricerca che contribuiscano alla crescita scientifica in Sardegna e nel territorio del cratere del terremoto in Abruzzo. (ANSA).

ANSA
ANSA

ANSA.IT
Progetti ricerca, nasce fondazione 'Aria
Ateneo Cagliari firma costituzione, studi per gas miniera Seruci

(ANSA) - CAGLIARI, 19 OTT - Via alla fondazione Aria per rilanciare il Sulcis Iglesiente e la zona del cratere aquilano del terremoto del 2009. E' stato firmato dalla rettrice Maria Del Zompo l'atto costitutivo: fondatori sono l'Università di Cagliari, il docente Alberto Devoto e Cristiano Galbiati della Princeton University. La Fondazione, la cui sede è stata individuata nel Centro servizi dell'Ateneo per l'innovazione e l'imprenditorialità di UniCa, non ha fini di lucro. Il nuovo ente ha nel suo patrimonio domande di brevetto e la quota di controllo della proprietà intellettuale del Progetto 'Aria', l'iniziativa a carattere scientifico-industriale in corso di realizzazione nella miniera di Seruci (di proprietà della Carbosulcis), che punta alla produzione di gas per applicazioni in campo scientifico e medico-sanitario.

"E' la prima volta che l'Università di Cagliari realizza una interazione di questo genere - ha detto Del Zompo - per sostenere una ricerca che, muovendo da robuste basi scientifiche e tecnologiche, può avere ricadute importanti sul territorio.
Certamente non è da sottovalutare l'aspetto internazionale sotteso a questo importante progetto".

'Aria' sarà in grado di estrare dall'atmosfera con grandissima efficienza (e quindi con costi molto inferiori) gas che vengono utilizzati nel campo della diagnostica medica, la cui domanda su scala globale sta crescendo annualmente di oltre il 10%. Nelle scorse settimane, come si ricorderà, il Premio Nobel per la Fisica 2015 Arthur McDonald ha tenuto una lectio magistralis nell'Aula magna del rettorato dell'Università di Cagliari, spiegando alcuni aspetti dell'importante progetto in fase di realizzazione nel Sulcis. Gli utili della Fondazione saranno dedicati a borse di studio e di ricerca che contribuiscano alla crescita scientifica in Sardegna e nel territorio del cratere del terremoto in Abruzzo. (ANSA).

ANSA.IT
ANSA.IT

CAGLIARIPAD.IT
Progetti ricerca, nasce fondazione ‘Aria’
Ateneo Cagliari firma costituzione, studi per gas miniera Seruci

Via alla fondazione Aria per rilanciare il Sulcis Iglesiente e la zona del cratere aquilano del terremoto del 2009. E’ stato firmato dalla rettrice Maria Del Zompo l’atto costitutivo: fondatori sono l’Università di Cagliari, il docente Alberto Devoto e Cristiano Galbiati della Princeton University. La Fondazione, la cui sede è stata individuata nel Centro servizi dell’Ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità di UniCa, non ha fini di lucro. Il nuovo ente ha nel suo patrimonio domande di brevetto e la quota di controllo della proprietà intellettuale del Progetto ‘Aria’, l’iniziativa a carattere scientifico-industriale in corso di realizzazione nella miniera di Seruci (di proprietà della Carbosulcis), che punta alla produzione di gas per applicazioni in campo scientifico e medico-sanitario.

“E’ la prima volta che l’Università di Cagliari realizza una interazione di questo genere – ha detto Del Zompo – per sostenere una ricerca che, muovendo da robuste basi scientifiche e tecnologiche, può avere ricadute importanti sul territorio. Certamente non è da sottovalutare l’aspetto internazionale sotteso a questo importante progetto”.
‘Aria’ sarà in grado di estrare dall’atmosfera con grandissima efficienza (e quindi con costi molto inferiori) gas che vengono utilizzati nel campo della diagnostica medica, la cui domanda su scala globale sta crescendo annualmente di oltre il 10%. Nelle scorse settimane, come si ricorderà, il Premio Nobel per la Fisica 2015 Arthur McDonald ha tenuto una lectio magistralis nell’Aula magna del rettorato dell’Università di Cagliari, spiegando alcuni aspetti dell’importante progetto in fase di realizzazione nel Sulcis. Gli utili della Fondazione saranno dedicati a borse di studio e di ricerca che contribuiscano alla crescita scientifica in Sardegna e nel territorio del cratere del terremoto in Abruzzo.

CAGLIARIPAD.IT
CAGLIARIPAD.IT

TTECNOLOGICO.COM
Università di Cagliari. Nasce la fondazione “Aria”: promuoverà l’occupazione nel Sulcis e nel cratere aquilano e controllerà l’omonimo progetto nella miniera di Seruci per produrre gas

La firma dell'atto costitutivo della Fondazione ARIAE’ stato firmato nei giorni scorsi dal Rettore Maria Del Zompo l’atto costitutivo della Fondazione “ARIA”, i cui fondatori sono l’Università degli studi di Cagliari, il docente Alberto Devoto e il prof. Cristiano Galbiati della Princeton University. La Fondazione – la cui sede è stata individuata nella sede del Centro Servizi dell’Ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità di UniCa – non ha fini di lucro ed ha come scopo la promozione dell’occupazione nei territori del Sulcis Iglesiente e del cratere del terremoto aquilano del 2009.

Il nuovo ente ha nel suo patrimonio domande di brevetto e la quota di controllo della proprietà intellettuale del Progetto “ARIA”, l’importante iniziativa a carattere scientifico-industriale in corso di realizzazione nella Miniera di Seruci (di proprietà della Carbosulcis SpA), che punta alla produzione di gas per applicazioni in campo scientifico e medico-sanitario.
“E’ la prima volta che l’Università di Cagliari realizza una interazione di questo genere – è il commento del Rettore – per sostenere una ricerca che, muovendo da robuste basi scientifiche e tecnologiche, può avere ricadute importanti sul territorio. Certamente non è da sottovalutare l’aspetto internazionale sotteso a questo importante progetto”.
ARIA sarà in grado di estrare dall’atmosfera con grandissima efficienza (e quindi con costi molto inferiori) gas che vengono utilizzati  nel campo della diagnostica medica, la cui domanda su scala globale sta crescendo annualmente di oltre il 10%. Nelle scorse settimane, come si ricorderà, il Premio Nobel per la Fisica 2015 Arthur McDonald ha tenuto una lectio magistralis nell’Aula magna del Rettorato dell’Università di Cagliari, spiegando alcuni aspetti dell’importante progetto in fase di realizzazione nel Sulcis.
Gli utili della Fondazione saranno dedicati a borse di studio e di ricerca che contribuiscano alla crescita scientifica nella nostra isola e nel territorio del cratere del terremoto aquilano.

TRASFERIMENTOTECNOLOGICO
TRASFERIMENTOTECNOLOGICO

Last news

06 February 2023

BullyBuster, il tour dell’acchiappa-bulli nelle scuole d'Italia

Dopo il via in un istituto di Avellino, ora è il turno del Liceo Motzo di Quartu Sant'Elena per la presentazione e prova pratica del sistema multidisciplinare messo a punto dai ricercatori delle università di Napoli, Cagliari, Foggia e Bari. Per UniCa il referente scientifico è il professor Gian Luca Marcialis: “La piattaforma e l’app per smartphone e pc sono ora a disposizione di ragazzi, famiglie, scuole e forze dell'ordine. Andando nelle scuole riusciamo a far ‘toccare con mano’ il semplice modo con cui le soluzioni avanzate, permesse dagli algoritmi dell’intelligenza artificiale e unite al diritto e alla psicologia, riescono ad essere estremamente utili per il rilevamento e il contrasto delle azioni di bullismo o cyberbullismo” - RASSEGNA WEB

05 February 2023

Torna la Coppa Rettore di calcio a 11. Adesioni entro venerdì

SCADENZA ISCRIZIONI IL 10 FEBBRAIO. Il torneo universitario 2023 è organizzato dal Cus Cagliari in collaborazione con l’ateneo. Ogni squadra (necessario per tutti il certificato medico) può essere composta da un numero illimitato di studenti, anche appartenenti a facoltà diverse, che per tutta la durata del campionato non potranno giocare con nessun altro team partecipante

03 February 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio avrebbe dovuto essere a Cagliari, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del nostro ateneo. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 February 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie