Il Centro Studi di Relazioni Industriali ha ospitato in Aula Maria Lai la presentazione del Rapporto IDOS 2019: da sempre il tema è connesso al problema della ricerca del lavoro. La direttrice Piera Loi: “Compito dell’Università è fare chiarezza sui fenomeni, eliminando fake news attraverso i dati reali”. Resoconto con IMMAGINI e il servizio nel TG della RAI
25 October 2019
GUARDA IL SERVIZIO DI ELENA LAUDANTE NEL TGR RAI DELLE 19.35 DEL 24 OTTOBRE 2019, INTRODOTTO DA ELISABETTA ATZENI

Sergio Nuvoli

Cagliari, 25 ottobre 2019 - “Il tema dell’immigrazione è da sempre strettamente connesso al problema del lavoro, che gli immigrati cercano negli Stati di destinazione. Questi, a loro volta, devono adottare politiche di integrazione e di inserimento per le persone che arrivano: in questo modo, anziché essere considerati un problema, gli immigrati diventano una risorsa”. Lo ha detto Piera Loi, direttrice del Centro Studi Relazioni Industriali, introducendo la presentazione del Rapporto IDOS 2019 sull’immigrazione, ieri nell’Aula Maria Lai della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche. L’iniziativa si è svolta in contemporanea in tutte le regioni italiane.

A Cagliari a ospitare i lavori è stata l’Università: “Rispetto al modo in cui l’immigrazione viene rappresentata, la verità sta sempre nei numeri – ha proseguito la docente di Diritto del Lavoro - Compito dell’Università è fare chiarezza, eliminando fake news sul fenomeno attraverso i dati reali: ecco perché ormai da una decina d’anni il Centro Studi di Relazioni Industriali ospita la presentazione del Rapporto IDOS”.

Piera Loi intervistata da Elena Laudante per il TG della RAI
Piera Loi intervistata da Elena Laudante per il TG della RAI

D’accordo Gianni Loy, fino ad un recente passato docente di Diritto del Lavoro: “Si tratta di un fenomeno complesso – ha argomentato nel suo intervento - Oggi è indubbio che si viaggi di più rispetto al passato, in tutto il mondo: le migrazioni sono un fenomeno planetario. Non ci sono dati che giustificano apprensione, i dati mostrano un fenomeno fisiologico. La crescita della presenza straniera spesso è rappresentata dai nati: non c’è dunque alcuna emergenza”.

Quindi la presentazione del Rapporto, illustrato oggi dalla curatrice della parte sarda e consigliera di Parità della Regione Sardegna, Maria Tiziana Putzolu. Presente ai lavori la direttrice regionale dell'INPS, Cristina Deidda.

“Il numero degli stranieri in Sardegna aumenta, ma di pochissimo – come riporta l’ANSA - Nel 2018 l'incremento dei residenti è stato del +3,1%, decisamente inferiore rispetto a quello dell'anno precedente che aveva toccato +7,7%. Una percentuale esigua, tanto da non essere in grado di interrompere la fase di recessione della popolazione sarda. Il peso della componente immigrata sul totale è infatti del 3,4% nel 2018, valore molto al di sotto di quello medio nazionale (8,7%). Alla fine del 2018 gli stranieri residenti in Sardegna sono risultati 55.900, di cui 28.651 donne: sono aumentati di 1.676 unità rispetto al 2017”.

Di grande spessore anche i commenti ai dati: “In 22mila sbarchi abbiamo sperimentato che nei 4-5 minuti in cui si accoglie una persona si lavora con lo sguardo, con il tatto, con la relazione per sapere come sta davvero la persona - ha spiegato Silvana Tilocca, medico ATS che ha coordinato l'assistenza sanitaria durante gli sbarchi dei migranti a Cagliari - Solo 10 persone hanno manifestato successivamente problemi sanitari non rilevati in quei primi momenti: evidentemente il personale che ha incontrato i migranti allo sbarco ha lavorato bene, con una capacità tecnica altissima. No all’appiattimento: il fenomeno migratorio è un fascio di luce bianca che entra in un prisma ed esce con mille colori”.

L'intervento ai lavori di Silvana Tilocca, medico ASL che ha coordinato l'assistenza sanitaria agli sbarchi dei migranti
L'intervento ai lavori di Silvana Tilocca, medico ASL che ha coordinato l'assistenza sanitaria agli sbarchi dei migranti

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie