Docente di ematologia all'Imperial College di Londra, prende parte al programma VISITING SCIENTIST dell’Università di Cagliari. Foto e VIDEO del gruppo internazionale di studiosi attualmente presenti in città grazie al finanziamento della Regione per progetti di ricerca congiunti
31 May 2016

Cagliari, 30 maggio 2016 - Giorgio La Nasa e Barbara Jane Bain

Cagliari, 30 maggio 2016 - Giorgio La Nasa e Barbara Jane Bain
 
VISITING SCIENTIST
risorse di pregio al servizio degli studenti e della ricerca
 
La scienziata inglese Barbara Jane Bain in ateneo. Docente di Ematologia Diagnostica al prestigioso St. Mary’s Hospital dell’Imperial College di Londra, prende parte al programma curato dalla direzione Ricerca dell’ateneo e finanziato con un milione di euro dalla Regione. Da marzo a novembre 65 specialisti internazionali dissertano all’Università di Cagliari su fisica, diritto, economia, chimica, fisica, medicina, ingegneria, letteratura, geologia, matematica e scienze sociali
 
Cagliari, 31 maggio 2016
Mario Frongia
   
LUMINARE DI EMATOLOGIA. La facoltà di medicina, con Giorgio La Nasa - direttore della scuola specializzazione in Ematologia e del Centro Trapianti di Midollo Osseo, ospedale Binaghi - attento e abile e nel cogliere l’insieme delle preziose valenze scientifiche, cliniche e didattiche, ospita la scienziata britannica, Barbara Jane Bain. Classe ‘41, tra le massime autorità mondiali del settore, docente di ematologia al St. Mary’s Hospital di Londra, tempio internazionale della cultura medica e non solo, la professoressa è approdata all’ateneo di Cagliari per un ciclo di lezioni e di interazione tra specialisti, sul tema “Blood film and bone marrow morphology”. Su “Morfologia dello striscio di sangue periferico e del midollo osseo” ha dissertato dal 19 maggio - e fino al 2 giugno - con gli allievi, gli specialisti e il pool del professor La Nasa e con gli studenti della facoltà presieduta dal professor Gabriele Finco. Oltre trent’anni di esperienza nell’insegnamento di ematologia, pubblicazioni e atlanti raccomandati in tutte le Facoltà di Medicina del mondo. I suoi testi rappresentano tappe fondamentali di formazione nell’ambito del curriculum di ematologia, così come raccomandato dal Royal College dei Patologi. La professoressa è membro delle più importanti società di ematologia internazionali ed è stata inoltre insignita della “Gold Medal” dalla British Society of Haematology, che conferisce questo importante riconoscimento a quelle personalità scientifiche che hanno segnato un importante contributo nello sviluppo della disciplina ematologica.
 
Giorgio La Nasa Barbara Jane Bain
 
 
UN PERCORSO VINCENTE.
Prosegue a gonfie vele il programma curato dalla direzione Ricerca dell’ateneo e finanziato con un milione di euro dalla Regione (legge 7 agosto 2007, n. 7: “Promozione ricerca scientifica e innovazione tecnologica in Sardegna”). Da marzo a novembre di quest’anno saranno 65 gli specialisti giunti nelle strutture dell’Università di Cagliari e provenienti dai cinque continenti. Al centro degli incontri, relazioni e docenza specifica di elevato profilo accademico. Un valore aggiunto per studenti, ricercatori e docenti. 
  

David NIMICK (USGS, USA) Mauro Pala
   
Peter Thomas Ester Cois
 
IL PRO RETTORE.
“Gli incontri dei Visiting scientists si sono aperti nel mese di marzo (LINK) e si chiudono a novembre. La permanenza dei docenti in ateneo - spiega il pro rettore per la Ricerca scientifica, Micaela Morelli - oscilla tra i quindici giorni e i quattro mesi. La nostra Università avvia e sostiene il programma Visiting Scientist, in coerenza con l’obiettivo strategico teso a migliorare l’attrattività internazionale. Un percorso che prevede una selezione di progetti di ricerca congiunti per il conferimento di borse di ricerca a studiosi di comprovata esperienza scientifica, impegnati stabilmente e continuativamente all’estero in attività di ricerca”.
 

Patrizia Manduchi Carole Couniham
   
 
Sara Farris Claudio Conversano  

VISITING SCIENTISTS. Il programma prevede che i Visiting Scientist svolgano la propria attività nelle strutture di ricerca dell’Università. Il loro contributo deve consentire: 1) lo sviluppo della qualità dell’attività di ricerca; 2) il trasferimento di conoscenze e competenze finalizzate ad accrescere le capacità di ricercatori, gruppi di ricerca, dottorandi e studenti dell’ateneo; 3) lo sviluppo delle reti di collaborazione e di partenariati per la presentazione di progetti di ricerca internazionali.
   
Thomas William Yee Franco Frau
 

VISITING SCIENTIST. Prosegue a gonfie vele il programma curato dall’ateneo e finanziato con 900mila euro dalla Regione. Da marzo a novembre sono 65 gli specialisti internazionali impegnati all’Università di Cagliari su temi di fisica, diritto, economia, chimica, medicina, ingegneria, letteratura, geologia, matematica e scienze sociali
 
Ultimo aggiornamento: 2 giugno 2016

clicca per ingrandire
La prof.ssa Micaela Morelli (prima a destra nella foto) incontra i docenti stranieri e cagliaritani impegnati nelle attività di ricerca finanziate dalla Regione Sardegna

micaela morelliINFO: Direzione per la ricerca e il territorio - email: visiting.scientist@unica.it - 070.675.6523

 

 

Last news

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 January 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 January 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: