Inaugurato il master “Digitalizzazione del sistema elettrico per la transizione energetica”. L'ideale taglio del nastro è stato dato da Francesco Mola e Francesco Del Pizzo. Applausi per i magnifici quindici, tra studentesse e studenti, ammessi alla prima edizione del corso avanzato. Quattro ragazze e undici ragazzi con lauree magistrali che saranno inserite nell’organico dell’azienda
14 November 2022
Cagliari. La cerimonia inaugurale tenutasi nell'aula magna di Ingegneria e architettura

Formazione avanzata in ateneo e triangolazione proficua, tra scienza, sviluppo e lavoro

Mario Frongia

L'emozione dei docenti e dei partecipanti, le indicazioni dalla regia impegnata nel connettere Cagliari con Salerno e Palermo, le riprese dei media locali.  L’aula magna di Ingegneria e architettura ha ospitato l’inaugurazione del nuovo master in Digitalizzazione del sistema elettrico per la transizione energetica. Un progetto che guarda al futuro: oltre duecento assunzioni e  cento milioni di euro di investimenti nel prossimo quinquennio. Terna e le tre Università, il triangolo pregiato Sardegna, Campania e Sicilia che promette bene. Il corso fa capo al Tyrrhenian Lab, l’infrastruttura più importante dell’azienda, ed è al centro di un programma di alta formazione e specializzazione distribuito nelle sedi delle Università di Cagliari, Salerno e Palermo, le città in cui approderanno i cavi del Tyrrhenian Link.

I magnifici quindici. Si sono conquistate il Master e la futura assunzione in Terna quattro ragazze e undici ragazzi con brillanti lauree magistrali. Tutte frutto di un percorso virtuoso compiuto nell'ateneo di Cagliari. Nel dettaglio, dieci i dottori e le dottoresse in Ingegneria (quattro in Energetica, tre in Elettrica e altrettanti in Elettronica), tre in Matematica e due in Fisica. La squadra che lavorerà su transizione energetica e digitalizzazione del sistema elettrico nazionale è composta da Marta Argiolas, Anna Goddi, Mattia De Pasquale e Gianfranco Marongiu (Energetica), Giuseppe Masones, Gabriele Monni e Gabriele Pitzalis (Elettrica), Elena Marongiu, Paola Melis e Danilo Licheri (Matematica), Gianluca Calia, Roberto Meloni e Marco Tedde (Elettronica), Davide Brundu e Gian Battista Masia (Fisica).  

 

Alla cerimonia inaugurale tenutasi lunedì 14 novembre al polo di via Marengo hanno preso parte il rettore dell’ateneo di Cagliari, Francesco Mola, il prorettore per l’Innovazione e il territorio, Fabrizio Pilo, il direttore Strategie di sviluppo rete e dispacciamento di Terna, Francesco Del Pizzo, l'assessore regionale all'Industria, Anita Pili. L'evento si è svolto in contemporanea a Salerno - con gli interventi di Stefano Donnarumma (amministratore delegato Terna) e Vincenzo Loia (rettore Università di Salerno) - e a Palermo, con la partecipazione di Massimo Midiri (rettore dell’ateneo del capoluogo siciliano) e i Valentina Bosetti: "A voi ragazze e ragazzi faccio un augurio speciale: nel 2050 le vostre scelte, intuizioni ed energie attuali saranno fondamentali per tutti" ha detto la presidente di Terna.

Cagliari. I magnifici quindici in posa con il kit di benvenuto
Cagliari. I magnifici quindici in posa con il kit di benvenuto

Centosettanta le richieste di ammissione in soli due mesi, quasi la metà a Cagliari. Al termine del master gli studenti saranno assunti nelle sedi territoriali di riferimento

Il corso. Il master durerà dodici mesi e vi partecipano quindici allievi/e, selezionati tra centinaia di domande. In soli due mesi, tra il 18 luglio e il 18 settembre, nonostante la pausa estiva, sono pervenute complessivamente 170 domande di ammissione: il 45 per cento a Cagliari, il 31 a Salerno e il 24 a Palermo. Rispetto al totale delle domande ricevute, è stata registrata un’elevata partecipazione femminile: circa il 21 per cento, dato superiore alla media delle facoltà di ingegneria. La maggior parte dei candidati ha una laurea in Ingegneria energetica (23 per cento), seguiti da laureati in Ingegneria elettrica e meccanica.

Quarantacinque occupati in tre anni. Al termine del Master, che punta a creare nuove professionalità dotate di competenze manageriali, ingegneristiche informatiche e statistiche, gli studenti saranno assunti da Terna nella sede di Cagliari per operare in qualità di esperti di algoritmi e modelli per il mercato elettrico, esperti di sistemi di analisi e regolazione, esperti di gestione degli apparati di campo, esperti dei sistemi di automazione di stazione (Sas) ed esperti di sistemi IoT di stazione.

Cagliari. Da sinistra, Anita Pili, Francesco Del Pizzo e Francesco Mola
Cagliari. Da sinistra, Anita Pili, Francesco Del Pizzo e Francesco Mola

L’azienda guidata da Stefano Donnarumma investirà cento milioni nei prossimi cinque anni per formare gli ingegneri con alta competenza tecnologica e digitale per la gestione del sistema elettrico Terna

Il Tyrrhenian Lab, progetto promosso da Terna in collaborazione con le Università di Cagliari, Salerno e Palermo, prevede un budget di cento milioni di euro per i prossimi cinque anni, con un impegno triennale in ciascuna delle tre sedi. Per concretizzare l’elettrodotto “Tyrrhenian Link”, che unirà alla rete Terna i tre poli in Sardegna, Sicilia e Campania, con l'integrazione dei flussi di energia da fonti rinnovabili, è annunciato un investimento complessivo di 3,7 miliardi di euro e lavori per realizzare il collegamento con un totale di 950 km di cavi sottomarini.

Francesco Mola. “Questa prima edizione del master si presenta come l’avvio di un’attività che si ripeterà per almeno altre due volte e che vede l’immediato coinvolgimento di nostre laureate e nostri laureati su tematiche di grande attualità”, ha precisato il professor Mola. “La sottoscrizione dell’accordo del nostro ateneo con Terna e con gli atenei di Palermo e Salerno è un momento importante di continuo confronto sulla costruzione di profili professionali altamente specializzati. La risposta molto forte avuta in termini di candidati alla selezione ha reso evidente l’interesse per questo master, per i suoi obiettivi formativi e per gli sbocchi professionali immediati. Per noi è motivo di orgoglio aver intrapreso con tenacia questa strada. Faccio un grande in bocca al lupo alle giovani e ai giovani partecipanti, un grazie a Terna, alle università di Palermo e Salerno con cui condividiamo questa sfida e all’insieme delle istituzioni accademiche e con cui collaboriamo attivamente per il raggiungimento degli obiettivi del master”.

Fabrizio Pilo. "Ringrazio innanzitutto l'amministrazione e il personale che si è speso in questa sfida, proficua e preziosa. Faccio il mio sincero in bocca al lupo ai prescelti e alle prescelte: sarà per voi un percorso ricco di opportunità e occasioni di crescita. La nostra Università prosegue nel costruire passaggi di formazione avanzata per figure specialistiche di alto profilo ha detto il prorettore Innovazione e territorio nel chiamare i magnifici quindici. 

Cagliari. Sa sinistra, Fabrizio Pilo, Anita Pili, Francesco Del Pizzo e Francesco Mola
Cagliari. Sa sinistra, Fabrizio Pilo, Anita Pili, Francesco Del Pizzo e Francesco Mola

Da Terna alla Regione, unità d'intenti e attenzione per il territorio e i dirigenti del futuro

Valentina Bosetti. "Il progetto guarda al futuro prossimo scommettendo sui giovani. Siamo contenti di poter contare su tre atenei prestigiosi per intraprendere un cammino condiviso di crescita, sia per Terna sia per i ragazzi che oggi sono qui. Abbiamo bisogno di persone che sappiano gestire la transizione, capaci di riconoscere le necessità di un settore che si appresta ad affrontare un cambiamento epocale, in cui il processo di graduale decarbonizzazione sarà uno dei protagonisti".

Francesco Del Pizzo. “Il percorso di costante collaborazione e condivisione con gli Atenei coinvolti nel progetto ci ha portato oggi ad accogliere gli studenti che inizieranno un percorso intenso, fondato sulla competenza e sulla formazione di eccellenza”, ha dichiarato il direttore strategie di sviluppo rete e dispacciamento di Terna. “Il Tyrrhenian Lab ci permetterà di formare figure professionali di primo livello, in grado di operare in un settore complesso come quello elettrico. Quella di Terna è una scelta coraggiosa: sviluppiamo competenze interne, valorizzando i territori in cui operiamo, per raggiungere i nostri obiettivi”.

Anita Pili. "Siamo molto attenti ai progetti di sviluppo legatiai sistemi energetici, alla transizione e alla formazione avanzata. Questa filosofia interessa inevitabilmente il nostro domani, il territorio e l'innovazione, La Regione è al fianco dell'ateneo di Cagliari, in questo come in altri progetti di eccellenza".

Hanno collaborato Ivo Cabiddu (impaginazione e immagini) e Carlo Contu (social).

 

Cagliari. Una fase della cerimonia inaugurale
Cagliari. Una fase della cerimonia inaugurale

Links

Last news

28 January 2023

La forza del ricordo come antidoto al male

Lunedì 30 gennaio l'ateneo organizza a Palazzo Belgrano il convegno inserito tra gli incontri della Giornata della Memoria. Interverrà, tra gli altri, il direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari. Al termine della mattinata in rettorato sarà scoperta la targa commemorativa in onore dei tre docenti di UniCa colpiti dalle leggi razziali del '38. L'EVENTO TRASMESSO IL DIRETTA STREAMING

27 January 2023

Rita Levi-Montalcini e la sua lezione sulle donne di scienza

Venerdì 27 gennaio alle 17:30 il dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Cagliari ospita Piera Levi-Montalcini, nipote del Premio Nobel Rita Levi-Montalcini, nell’ambito dell’incontro “In direzione ostinata e contraria. L’insegnamento di Rita Levi-Montalcini per la promozione dei percorsi femminili nelle aree STEAM.” L'evento sarà trasmesso anche in diretta sulla piattaforma Microsoft Teams.

26 January 2023

Torna la Coppa Rettore di calcio a 11

SCADENZA ISCRIZIONI IL 10 FEBBRAIO. Il torneo universitario 2023 è organizzato dal Cus Cagliari in collaborazione con l’ateneo. Ogni squadra (necessario per tutti il certificato medico) può essere composta da un numero illimitato di studenti, anche appartenenti a facoltà diverse, che per tutta la durata del campionato non potranno giocare con nessun altro team partecipante

23 January 2023

Primo incontro del ciclo “Nuove sfide per la medicina” in Cittadella

PTDA SEPSI IN REAL LIFE. Un'importante iniziativa di collaborazione e scambio di migliori pratiche tra reparti e strutture ospedaliere cagliaritane prende il via con un corso dedicato alla stesura e condivisione di un Ptda in base all’esperienza dell'Arnas Brotzu. L’evento è organizzato il 26 gennaio a Monserrato da Dipartimento Medico (associazione no profit impegnata nella formazione continua per le professioni medico-sanitarie) con il patrocinio dell'Università di Cagliari e il supporto del Brotzu e dell'Aou

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie