Stanziati i fondi 2007 per un totale che supera il milione e mezzo di euro. Agli atenei finanziamenti per l’organizzazione di corsi universitari e per borse di studio a giovani laureati
04 October 2007
Stanziati i fondi 2007 per la lingua e la cultura sarda
 
La Giunta regionale approva gli interventi annuali del Piano 2005-2007 per la promozione e valorizzazione della lingua e della cultura della Sardegna.
 
Un milione e 550mila euro distribuiti in vari interventi. Fra questi: 800mila alle Università per i corsi di lingua e cultura sarda, e per le borse di studio; 500mila per trasmissioni in sardo nei media; 150mila per l’acquisto di opere storiche di rilievo o didattiche da pubblicare nel sito della Regione. Riconfermati i fondi per le associazioni di sardi all’estero
 
Cagliari, 4 ottobre 2007 - Con uno stanziamento complessivo di 1.550 mila euro, ieri la Giunta ha approvato le misure di intervento per l’anno in corso in attuazione del Piano triennale 2005-2007 per la promozione e valorizzazione della cultura e della lingua della Sardegna. Lo stanziamento, integrato dalle misure del Fondo unico Enti Locali - ex legge numero 9 del 1996 sul trasferimento delle competenze - per le attività delle consulte locali, il ripristino dei toponimi in lingua sarda e le varianti linguistiche tutelate, si concretizza in cinque diversi interventi.
 
Settecentomila mila euro sono destinati alle Università di Cagliari e Sassari cui è demandata l’organizzazione di corsi universitari sulla lingua e la cultura sarda; a questa misura si affianca l’istituzione di Borse di studio per un totale di 100 mila euro per giovani laureati che intendano specializzarsi in discipline relative alla storia, ambiente, tradizioni e lingua sarda.
 
È stabilita la cifra di 500 mila euro per la promozione linguistica e culturale effettuata attraverso i mezzi di comunicazione di massa, emittenti radiotelevisive o stampa periodica e quotidiana che realizzino attività culturali e d’informazione in lingua sarda e nelle lingue e dialetti tutelati. Il piano triennale ammette progetti originali espressamente elaborati per l’infanzia, per la Scuola o dalla valenza storico-culturale.
 
Per la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e delle fonti storiche, iniziative di lunga durata e particolare rilevanza, l’amministrazione regionale proseguirà, con una spesa stabilita in 150 mila euro, all’acquisto dei diritti per la pubblicazione nel sito regionale di opere di scrittori e poeti sardi, di opere per la traduzione dal sardo all’italiano e viceversa, e per la produzione e l’acquisizione di opere didattiche.
 
Riconfermate anche le iniziative culturali all’estero a favore di associazioni di sardi all’estero e istituzioni culturali dove vi sia una forte presenza di emigrati sardi per un totale di 50 mila euro suscettibile di incrementi.
 
Ulteriori 50 mila euro del Bilancio regionale sono infine destinati ad attività utili per il sostegno e l’applicazione della legge 26, con particolare riferimento al potenziamento delle attività dello Sportello linguistico regionale - Ufìtziu de sa Limba Sarda - da realizzarsi attraverso conferenze annuali e la promozione della documentazione e della comunicazione istituzionale.
 
 
 
Delibera del 3 ottobre 2007, n. 39/10
 

Last news

28 January 2022

Fotovoltaico ad alto rendimento, gli studi all’Università di Cagliari

CELLE SOLARI A PEROVSKITE. Gli esperti del Dipartimento di Fisica, guidati dal professor Giovanni Bongiovanni, in prima linea nel gruppo internazionale al lavoro per creare applicazioni pratiche di nuova generazione e altamente performanti. Pubblicato dalla rivista scientifica ‘’Energy & Environmental Science’’ uno studio del gruppo di ricerca in fotonica e optoelettronica - prima firma della giovane ricercatrice Angelica Simbula - con i risultati ottenuti grazie a sofisticate misure effettuate nei laboratori universitari del Centro Servizi di Ateneo (CeSAR)

26 January 2022

UniCa per la Giornata della Memoria

Visitabile nell’atrio di Palazzo Belgrano fino a fine mese la mostra "A 80 anni dalle leggi razziali": l’esposizione ricostruisce il clima che determinò l’emanazione delle norme per effetto delle quali vennero espulsi Doro Levi, Camillo Viterbo e Alberto Pincherle. Rimandata di qualche mese a causa della pandemia la posa delle tre pietre di inciampo con i loro nomi

24 January 2022

Un pensiero per cancellare la violenza di genere

La Facoltà di Ingegneria e Architettura lancia un concorso di idee per individuare una citazione che rappresenti in modo significativo la campagna di sensibilizzazione nei confronti del contrasto alla violenza di genere. La frase prescelta sarà incisa su una targa collocata in prossimità della panchina rossa nel giardino della Facoltà, dipinta il 25 novembre scorso in occasione della manifestazione “Una pennellata per cancellare la violenza di genere”. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: