Tra il 2008 e il 2010 andranno a regime le classi di laurea. Venerdì il ministro ha firmato i decreti: ogni corso non potrà afferire a piu di due classi e dovrà avere almeno metà degli insegnanti strutturati
26 March 2007
RASSEGNA WEB di domenica 18 MARZO 2007
 
Venerdì scorso, 16 marzo, il ministro ha firmato i decreti sulle classi di laurea che andranno a regime tra il 2008 e il 2010. Ogni corso non potrà afferire a più di due classi e dovrà avere almeno metà degli insegnanti strutturati.
 

 
Avvenire on line
 
AVVENIRE
Mussi: ridurre la frammentazione degli atenei
Napoli, 18 marzo 2007 - La navicella di Galassia Gutenberg, l’annuale fiera del libro e della multimedialità che per l’edizione con cui festeggia la maggiore età ha scelto come protagonisti la navigazione e il Mediterraneo e come sede la Stazione Marittima di Napoli, si è allungata ieri nei canali dell’Università spinta dal ministro Fabio Mussi. Si partiva dall’apprendimento permanente e si è giunti alle novità che riguardano la massima istituzione italiana per la formazione, con alcune dure affermazioni del ministro. «C’è stata una complicità omertosa fra Università e potere politico per la proliferazione delle sedi universitarie e la frammentazione dei corsi -ha accusato Mussi – Abbiamo 360 sedi su 105 e ogni sede è un centro di potere per i politici locali. Venerdì ho firmato i decreti sulle classi di laurea. Andranno a regime fra il 2008 e il 2010. Abbiamo introdotto norme per ridurre la frammentazione ingiustificata. Un corso poi non potrà afferire a più di due classi e dovrà avere almeno metà degli insegnanti strutturati». La vera novità del settore universitario è comunque un’altra: «Non ci si è ancora accorti -ha sottolineato il ministro - che le Regioni cominciano a esercitare i poteri che dà loro la riforma del titolo V della Costituzione e cominciano ad aumentare gli impegni, anche finanziari, in materia di ricerca scientifica e di università».
L’apprendimento permanente è stato indicato come «la terza missione» dell’Università, dopo insegnamento e ricerca. Il ministro per le Riforme e innovazioni nella pubblica amministrazione Luigi Nicolais ha riaffermato l’azione del governo per l’ingresso delle nuove tecnologie negli uffici pubblici, «anche nella sanità e nella giustizia». Il ministro Mussi ha invece indicato tre obiettivi: «Una legge quadro che indichi linee guida e programma pluriennale di lavoro. Quindi accordi di sistema fra ministeri e Regioni, infine accordi mirati con parti sociali, ordini, associazioni e università, per promuovere centri per l’apprendimento permanente».
A «Menti@contatto», in parallelo a Galassia Gutenberg, si è nuovamente parlato di Università. «Ci sono grandi opportunità in vista della programmazione 2007-2013 dei fondi strutturali - ha detto Nicolais -. Abbiamo bisogno di grandi progetti e di puntare molto sulle università e sui centri di ricerca. Nel 2007 - ha aggiunto-avremo l’avvio anche de1VII programma quadro europeo, del riparto dei fondi perl’industria da parte del governo con 1,1 miliardi di euro in tre anni, del nuovo quadro strategico nazionale con 100 miliardi di euro in sei anni per il Sud, di cui 28 per la Campania. Se le nostre imprese saranno capaci di interpretare il loro nuovo ruolo, avremo una competitività basata sulla qualità».
Valeria Chianese



fonte: http://www.avvenire.it/

Last news

06 October 2022

Presentazione dei risultati del progetto di ricerca BIRDIE-S

Oggi, nell’aula magna del rettorato di Cagliari, si svolge il convegno sugli importanti studi condotti dalle ricercatrici e dai ricercatori di Enel Foundation, Università di Cagliari e Politecnico di Torino sulle opportunità e prospettive per la Sardegna, che può ambire a diventare un polo di eccellenza per lo studio e l’attuazione delle politiche di transizione energetica. Anche alla luce dell’attuale scenario internazionale, si parla di elettrificazione dei consumi, dello sviluppo di comunità energetiche rinnovabili, di stabilità dei prezzi e della sicurezza energetica. Fabrizio Pilo, prorettore all'innovazione e ai rapporti con il territorio: "L'obiettivo è creare le condizioni affinché la Sardegna diventi il riferimento internazionale per la transizione energetica, dalla quale può ottenere grandi benefici ambientali, sociali ed economici". L'EVENTO ANCHE IN STREAMING, SU TEAMS

06 October 2022

Urban Nature 2022

L’8 ottobre torna in tutta Italia "Urban Nature", sesta edizione dell’iniziativa promossa dal WWF per diffondere il valore e la cura della natura in città per il benessere delle persone. Al convegno organizzato nel Parco di Molentargius partecipano esperti e ricercatori universitari. Appuntamento alle 10, nell’edificio Sali Scelti del Parco naturale regionale Molentargius-Saline

05 October 2022

Igag days, si parla di Capitale Naturale

Dal 6 ottobre due giornate in cui il personale dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igag) proveniente dalle sedi di Roma, Milano e Cagliari si riunisce in Sardegna per discutere dei temi di ricerca nel campo delle scienze delle Terra solida. Apertura dei lavori nell'Aula magna di via Marengo con la partecipazione del direttore del DICAAR Giorgio Massacci

05 October 2022

Innovation Campus, Samsung e Università di Cagliari annunciano la prossima edizione

Mentre è in conclusione il corso 2022 - a fine ottobre le premiazioni dei migliori finalisti - l'ateneo e la company coreana confermano l'iniziativa anche per il 2023. Intelligenza artificiale e Internet of things al centro dei training a cui potrà partecipare gratuitamente una selezione di studenti e studentesse provenienti dalle facoltà STEM di UniCa. Il prorettore vicario con delega all'ICT, Gianni Fenu: "Un’ulteriore esperienza di crescita per i partecipanti, in termini di arricchimento professionale e funzionale al miglior inserimento nei contesti lavorativi pubblici e privati”

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie