Impossibile calcolare la media degli esami: 80 neodottori in Scienze della formazione dell’ateneo siciliano hanno discusso la tesi di laurea ma sono all’oscuro del voto per un problema informatico
22 March 2007

R A S S E G N A   W E B
 
Impossibile calcolare la media degli esami: 80 neodottori della facoltà palermitana di Scienze della formazione hanno discusso la tesi di laurea ma sono all’oscuro del voto finale per un problema informatico
 


   
L’INDIPENDENTE ONLINE
  
22 marzo 2007 - Di sicuro c’è soltanto che si sono laureati. Con quale votazione però non è dato sapere. È la condizione surreale di 80 neolaureati della facoltà di scienze della formazione dell’università di Palermo: tutti loro hanno sostenuto la discussione della tesi di laurea all’ultima sessione di marzo, ma che per un problema informatico sono all’oscuro del voto. Non è stato infatti possibile calcolare la media delle valutazioni degli esami sostenuti. E così ai laureati è stato solo comunicato il punteggio assegnato dalla commissione dopo la discussione della tesi. All’università di Palermo c’è molto imbarazzo per l’accaduto, anche se la direzione dell’area servizi degli studenti fa sapere che il problema è in via di soluzione. Giustificando la proclamazione delle lauree monche di voto finale complessivo sia con il cattivo funzionamento del nuovo sistema informatico sia per il numero molto alto di laureati – 920 soltanto nel mese di marzo. «Se non si fosse agito così», aggiungono, «si sarebbe rischiato di dover posticipare le lauree». Dall’ateneo siciliano vengono comunque date assicurazioni che entro la prossima settimana verrà stilata la lista delle medie, e si conosceranno i voti dei neolaureati di scienze della formazione. Sarà lo stesso rettore Giuseppe Silvestri aufficializzarli ai nuovi dottori. Sistema informatico permettendo.

 

Last news

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

27 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

27 September 2022

La Banca del Germoplasma compie 25 anni

La struttura ospitata all'interno del polmone verde del nostro Ateneo taglia un importante traguardo: giovedì 29 settembre iniziano le celebrazioni nell'Aula Eva Mameli Calvino. BG-SAR, con il suo scrigno di biodiversità a 25 gradi centigradi sotto zero, attualmente custodisce circa 3500 lotti di semi riferibili a circa 1500 taxa vegetali provenienti da numerosi territori del Mediterraneo, specialmente insulari. Una realtà importantissima per la nostra Isola, ma non solo, in cui si confrontano ogni giorno ricercatrici e ricercatori provenienti da tutto il mondo

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie