Corriere della sera: a Parigi e dintorni verranno distribuiti 175 mila "pezzi" con tutti i programmi necessari per un normale utilizzo del computer
07 February 2007
R A S S E G N A   W E B
 
   
Francia, 6 febbraio 2007. Lo scorso primo febbraio, il consiglio regionale della Île-de-France ha annunciato un progetto di sensibilizzazione degli studenti circa le tecnologie informatiche. Grazie a un investimento di oltre due miliardi e mezzo di euro, a partire dal prossimo settembre verranno distribuite in tutta la regione delle chiavette Usb da 1 GB dotate di tutti i programmi base necessarie per un normale utilizzo del computer; in questo modo gli studenti potranno accedere ai software da qualsiasi terminale sia scolastico che casalingo. Anche Parigi fa parte dell’Île-de-France e, in tutto il territorio regionale, si conteranno 130 mila pezzi destinati ai liceali francesi e 45 mila ai ragazzi iscritti al primo anno di altri istituti di formazione.
 
MOLTO OPEN SOURCE. Le chiavette Usb ospiteranno una serie di software precaricati, tutti esclusivamente open source; non è necessario dover acquistare programmi proprietari, perché il mondo dell’open source produce applicazioni alternative valide e complete. Nella chiave in dotazione sono presenti: la suite sostituiva di Office per comporre testi, fogli di calcolo e presentazioni, un browser per navigare su internet, un’applicazione per leggere la posta elettronica, un programma di instant messaging per mantenere i contatti con gli amici e un lettore multimediale per riprodurre audio e video.
 
POCO COMPATIBILE. L’attenzione generale si è immediatamente soffermata sui software open source, trasformando il progetto in una sensibilizzazione nei confronti del software libero; lo dimostrano le interpretazioni di Zdnet, Cnet e Silicon. In realtà, tutte le applicazioni presenti parrebbero compatibili solo con il sistema operativo Windows, tralasciando le altre piattaforme; la scelta delle applicazioni presenti non sembra, quindi, essere una promozione del software libero, quanto piuttosto, una selezione necessaria per contenere i costi ed evitare problemi di copyright.
 
Marina Rossi

Last news

03 December 2021

«Tecnologia è Biologia», una conferenza alla Fondazione di Sardegna

Venerdì 3 e sabato 4 dicembre dalle 18, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, si svolgerà l'iniziativa dedicata alla conoscenza nell'era digitale con il coordinamento scientifico di Silvano Tagliagambe, l'organizzazione di Kitzanos e EjaTv, il sostegno della Fondazione e il patrocinio dell'Università degli Studi di Cagliari. Previsti gli interventi del Magnifico Rettore, Francesco Mola, e della viceministra allo Sviluppo economico, Alessandra Todde. RASSEGNA STAMPA

03 December 2021

Cinema in Sardegna, una tavola rotonda per fare il punto

Una tavola rotonda con i registi Salvatore Mereu, Gianfranco Cabiddu, Enrico Pau e Mario Piredda concluderà oggi alle 17.20 nell’Aula Magna Motzo (Sa Duchessa, via Is Mirrionis) le giornate di studio su “Cinema ed economia del territorio”, organizzate dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali e dal Centro per l'educazione ai linguaggi del cinema, degli audiovisivi e della multimedialità (CELCAM) dell’Università degli Studi di Cagliari. RASSEGNA STAMPA

02 December 2021

Idee, arte e cultura a cavallo del Covid

Domani, secondo appuntamento del ciclo di seminari dai temi trasversali e inclusivi. Coordinati da Marco Zurru e Clementina Casula, gli eventi nascono dai dipartimenti di Scienze politiche e sociali e Lettere, lingue e beni culturali, in partnership con l'assessorato alla Cultura del comune di Cagliari e con l'Associazione enti locali, attività culturali e di spettacolo. Le news su iscrizioni e crediti formativi per studentesse e studenti

02 December 2021

Webinar sul progetto ‘‘Acuadori’’

DIRETTA WEB sul CANALE YOUTUBE di UNICA. Venerdì 3 dicembre, dalle 10,30, seminario online riguardante la Piattaforma ICT per la gestione sostenibile dell'acqua destinata alla vitivinicoltura di qualità. Coordina il professor Massimo Barbaro, del Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica, responsabile scientifico del progetto per l’Università di Cagliari. Nel team anche Costantino Sirca (Università Sassari), Katiuscia Zedda (Abika), Roberta Pilloni (Cantine Su’Entu) e Federico Razzu (Viticoltori Romangia)

Questionnaire and social

Share on: