Un ampio progetto di trasformazione realizzato negli ultimi mesi in collaborazione con IBM
05 February 2007

Cagliari, 5 febbraio 2007 (unicapress) -. L’Università degli Studi di Cagliari ha avviato già da tempo un progetto per  rinnovarsi ed essere all’avanguardia nella gestione informatica delle procedure  amministrative e di quelle relative alla sicurezza. Ciò con lo scopo di migliorare  la qualità dei servizi amministrativi offerti agli utenti e di creare un contesto  tecnologico ed organizzativo di tipo innovativo, che possa essere di riferimento per  chi intende specializzarsi nelle discipline relative alla gestione aziendale  amministrava degli enti pubblici e privati.

Si possono citare tra le più significative aree d’interesse del progetto:
- un’infrastruttura di “Alta Affidabilità”, realizzata mediante un sistema di  clustering con sofisticati automatismi di replica e di ripartenze;
- una “Rete ad Alta Velocità” interna al Palazzo del Rettorato, basata su  piattaforma Cisco System. La rete è stata predisposta per l’utilizzo di soluzioni Voice over IP;
- un'infrastruttura per il “Disaster recovery” e dei salvataggi, la cui gestione  codificata ed automatizzata protegge i dati da disastri naturali o provocati
- un sistema per la “Gestione della privacy”, nel rispetto della normativa vigente  di tutela dei dati personali
- la Gestione del Protocollo Informatico e della Posta Certificata, con l’obiettivo  di fornire una più rapida metodologia di ricerca e reperimento delle informazioni e  un più sicuro sistema di archiviazione;
- la Gestione delle Presenze, che consente ad ogni dipendente la visura della
propria situazione presenze via web (ferie, permessi, assenze);
- un “Cruscotto Aziendale” tramite un sistema Data WareHouse che, interagendo con  tutti i Data Base aziendali, consenta al Management di avere in tempo reale e nella  forma desiderata ( aggregata o disaggregata), le informazioni indispensabili per il  processo decisionale.

Tecnologie
La soluzione IBM ha previsto inoltre, dal punto di vista dell’hardware,  l’installazione di un server P series 570 IBM partizionato e di due server P 630,  l’installazione di un sistema storage DS4300 e di un sistema 3583 come tape library  con prodotti Tivoli per la gestione della SAN (Storage  Area Network), del controllo e degli aggiornamenti remoti e per la gestione dei
salvataggi.
Questi sistemi, che utilizzano il sistema operativo AIX 5, consentono un approccio  molto vicino ai sistemi Open Source (Linux) con cui c’è una quasi completa  compatibilità.

Un vero laboratorio
La nuova infrastruttura porta oggi l’Università di Cagliari all’avanguardia nel  mondo universitario dal punto di vista informatico, e inoltre, sfruttando le  competenze e le professionalità presenti all’interno dell’Ateneo, consente nel  prossimo futuro di pianificare ed organizzare Stage di specializzazione, per  neolaureati o laureandi nelle discipline attinenti, sulla progettazione, gestione e  utilizzo di un sistema Informativo/informatico aziendale complesso.

Last news

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

27 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

27 September 2022

La Banca del Germoplasma compie 25 anni

La struttura ospitata all'interno del polmone verde del nostro Ateneo taglia un importante traguardo: giovedì 29 settembre iniziano le celebrazioni nell'Aula Eva Mameli Calvino. BG-SAR, con il suo scrigno di biodiversità a 25 gradi centigradi sotto zero, attualmente custodisce circa 3500 lotti di semi riferibili a circa 1500 taxa vegetali provenienti da numerosi territori del Mediterraneo, specialmente insulari. Una realtà importantissima per la nostra Isola, ma non solo, in cui si confrontano ogni giorno ricercatrici e ricercatori provenienti da tutto il mondo

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie