Tre milioni di euro per un programma di iniziative completo ed ambizioso. Per l’orientamento, contro la dispersione
23 January 2007
23 gennaio 2007 - (unicaweb) - E’ stato presentato questa mattina alla stampa il Progetto per l’orientamento e l’occupazione “Competenze per competere”, predisposto dalla Direzione orientamento e occupazione e classificatosi secondo nella speciale graduatoria per l’assegnazione dei fondi europei per l’Azione Orientamento, finalizzati dal PON 2000-2006 all’adeguamento del sistema della formazione professionale e allo sviluppo del “capitale umano di eccellenza” nelle regioni dell’obiettivo 1 (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia).
 
Simonetta Bonu, Maddalena Salerno e Patrizia Mureddu foto: Francesco Cogotti  (photogallery www.unica.it)Nell’arco dei prossimi due anni si svolgeranno quindici iniziative, per un importo che supera i tre milioni di euro. Si tratta quindi di un progetto ambizioso, denso di attività, destinate a tradursi in realtà a partire dai prossimi mesi: si va dalle postazioni di orientamento nelle facoltà alla banca dati laureati-aziende, da corsi specifici ad un sistema integrato di Informazione e comunicazione.
“Il progetto ci impone scadenze rigidissime – ha sottolineato la professoressa Patrizia Mureddu, prorettore con delega per la didattica – dobbiamo procedere a tappe forzate. In parte si tratta di rimodulare attività già in itinere, in parte di organizzarne di nuove”.
 
L’assessore regionale per il lavoro Maddalena Salerno ha espresso “vivo apprezzamento per l’iniziativa, che si pone in continuità con altre azioni realizzate d’intesa con l’Università”, riferendosi alla “felice esperienza delle borse di inserimento lavorativo”.
L’esponente della Giunta Soru ha però rilanciato: “Secondo una recente indagine sul livello delle conoscenze, i nostri giovani si collocano tra il Messico e la Turchia, quasi al livello del terzo mondo. Bisogna lavorare di più, insieme e meglio”. Ha quindi annunciato che la Giunta ha indetto per il 2007 l’Anno della Scuola, stanziando somme importanti per tutto il mondo della formazione, compresa l’università. “Abbiamo un fortissimo interesse a lavorare insieme – ha rimarcato l’assessore – Con Master & Back, finora, abbiamo finanziato 700 interventi”.
 
Il prorettore ha infine citato, tra le iniziative più significative, i corsi di orientamento al lavoro (per 1600 laureati), avviati nei giorni scorsi e i tirocini di orientamento per 2500 laureati con 738 borse. E poi l’orientamento “in entrata” con la tradizionale settimana di presentazione dell’offerta formativa, alla quale sta lavorando un gruppo misto ateneo-scuola, in programma stavolta a partire dal 6 febbraio. “L’università si apre – ha concluso la professoressa Mureddu – e offre opportunità all’esterno”.
 
Nella foto: Simonetta Bonu, della Direzione scolastica regionale, l'assessore al Lavoro Maddalena Salerno e il prorettore con delega alla didattica Patrizia Mureddu.
 
 

Last news

02 October 2022

Sharper 2022, la festa della scienza e della ricerca all’Orto botanico

Una Notte speciale nel cuore di Cagliari. Oltre duemilacinquecento presenze, 400 volontari, un centinaio di ricercatrici e ricercatori e una sessantina di eventi. La divulgazione chiara e immediata tra salute, stili di vita, robotica, astrofisica, costruzione di strade e ponti con gli scarti, fascino della chimica e della matematica, riciclo, crisi idrica, droghe, mondo animale, farmaci antitumorali, preistoria, tecniche di indagine di Polizia e Carabinieri, impronte digitali, voce e visi contraffatti: ricerche e discipline raccontate nei talk, tra laboratori, esperimenti e giochi per i bimbi curati. Molto apprezzato anche l’angolo solidale per Giulio Regeni. La manifestazione ha colto una forte attenzione da comunità civile e sociale, giovani e associazioni. In chiusura la caccia al tesoro scientifica con il successo dei team “Spagna” e “Stati Uniti”. “La scienza è passione e lavoro. Siamo soddisfatti, l’Università punta a coinvolgere e includere le diverse fasce della popolazione” ha detto Luciano Colombo

29 September 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie