Tre i corsi di laurea: Scienza dei materiali, Informatica e Ingegneria ambientale. Con il decimo anniversario il 20 dicembre si festeggia nell’aula magna anche il centesimo laureato
16 December 2006
Tre i corsi di laurea: Scienza dei materiali, Informatica e Ingegneria ambientale. Con il decimo anniversario il 20 dicembre si festeggia nell’aula magna anche il centesimo laureato
 
foto: www.scimat.it

16 dicembre 2006 - In questi anni la promozione e la gestione dell'università ad Iglesias è sempre stata supportata dall'Ausi, l'associazione per l'università del Sulcis-Iglesiente costituita il 13 gennaio 1997. Le finalità dell'Ausi sono appunto di realizzare e organizzare la gestione dei servizi per lo svolgimento delle attività didattiche universitarie del Sulcis-Iglesiente e, inoltre, di promuovere iniziative culturali, formative e di ricerca. All'associazione aderiscono i comuni di  Iglesias e Carbonia, il parco geominerario storico ambientale della Sardegna, l' Igea, l'associazione industriale Asvisi (Eurallumina, Alcoa, Igea, Portovesme). La segreteria Ausi si trova nella Palazzina Bellavista a Monteponi. Per informazioni: tel. 0781.259.004, e-mail: ausi.iglesias@tiscali.it.
 
Il Corso di laurea triennale in Scienza dei Materiali, il primo ad essere stato attivato a Monteponi, ha ottenuto la Certificazione di Qualità ISO 9001:2000 per la “Formazione di laureati in Scienza dei Materiali” (certificazione CSQ N. 9175.UDSC del 2003 - certificazione IQNET Registrazione N. IT-31289 del 2003 - conferme certificazione: 2004 - 2005 - 2006). Il Corso, presieduto dal prof. Franco Cristiani, appartiene alla classe 21 delle lauree in Scienze e tecnologie chimiche ed è dotato anche di un sito Internet per l’e-learning.

foto: www.scienzadeimateriali.org
 

  
Rassegna stampa di sabato 16 dicembre 2006
 
La Nuova Sardegna
pagina 9 - Cagliari
L’Università di Monteponi ha dieci anni 
Mercoledì il centesimo laureato, buone le prospettive di lavoro 
Dai semplici diplomi ai certificati di qualità, storia lunga un decennio 
Iglesias. Una crescita insperata anche per i più ottimisti. Invece, l’Università di Monteponi ha tagliato un altro traguardo importante, quello dei dieci anni di attività. Anni pieni di risultati significativi. Non è poco per le tre facoltà, grazie anche alla volontà dei responsabili dell’Ausi (associazione per l’università del Sulcis Iglesiente), dell’Asvis (associazione per lo sviluppo industriale del Sulcis Iglesiente), dell’Igea, dei comuni di Iglesias e Carbonia e del Geoparco.
Il 20 dicembre prossimo in occasione del decimo anno dell’istituzione del primo corso di laurea in scienza dei materiali (alla quale ha fatto seguito informatica e ingegneria ambientale) si festeggia anche l’assegnazione della centesima pergamena ad un nuovo laureato. Un avvenimento storico, un traguardo eccezionale che testimonia l’interesse degli studenti ad iscriversi a Monteponi, diventato centro motore della cultura universitaria. Alle ore 10 di mercoledì prossimo, nell’aula magna, il traguardo dei cento laureati verrà superato subito, perchè nella stessa giornata altri tre studenti discuteranno le tesi che porteranno a 103 il numero dei laureati. Nella fase di avvio, era l’anno 1995-96 si parlava di diploma universitario ma nell’anno accademico 2000-01 il corso è stato convertito in corso di laurea in scienza dei materiali. La qualità dei corsi, l’impegno degli studenti e i servizi forniti hanno permesso all’Ausi di ottenere, nel 2003, il certificato ISO 9001 dal CSQ. Si è partiti in sordina ma con il passare degli anni Monteponi è cresciuta, proponendo corsi di specializzazione in scienze e tecnologie minerarie, fornendo supporto logistico al corsi Forgea, avviando Master in telerilevamento. Anno dopo anno, anche con maggiori disponibilità finanziarie, a Villa Bellavista sono transitati centinaia di ricercatori stranieri, docenti e studiosi di fama internazionale. Negli ultimi anni è sorto anche il laboratorio di geotecnica con specializzazione nei vuoti minerari sussidenti. I primi a credere sul futuro dell’Università del Sulcis Iglesiente che ha affidato all’Ausi corsi di formazione professionale promossi dall’assessorato regionale al lavoro sulla cooperazione e sicurezza sociale. Di anno in anno gli scantinati di Villa Bellavista (opportunamente riadattati) si sono arricchiti di nuovi laboratori, di sofisticate apparecchiature in grado di fornire agli studenti possibilità di ricerca nei settori più avanzati. Sin dalla posa della prima pietra l’università del Sulcis Iglesiente è stata in grado di fornire agli studenti, non residenti, servizi di qualità sia nel campo della ristorazione che nella ricettività. A Monteponi è funzionante (e di ottima qualità, secondo le indicazioni dei più) una mensa convenzionata e una foresteria che è praticamente la casa dello studente. I dirigenti dell’Ausi, nonostante i successi conseguiti, puntano a migliorare la qualità dei servizi e «a migliorare la formazione di una nuova figura professionale molto apprezzata sia in ambito territoriale che nazionale».
 

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie