Sul sito della Conferenza dei Rettori "enorme" preoccupazione dei responsabili degli Atenei italiani
13 December 2006
Finanziaria 2007
La CRUI guarda con enorme preoccupazione alla definizione dei contenuti del maxiemendamento che sarà presentato, senza discussione in Commissione Bilancio, direttamente in Aula.
 
Sarebbe davvero paradossale che le richieste del sistema universitario, a cominciare dall’esclusione dagli effetti della Legge Bersani, richieste che hanno visto convergere emendamenti sia della maggioranza sia dell’opposizione, non dovessero essere accolte.
 
Si tratterebbe di un segnale politicamente inaccettabile, ancor più dopo l’alto appello del Presidente della Repubblica e gli impegni assunti nelle ultime settimane da tutte le forze politiche. In tal caso la CRUI dovrebbe inevitabilmente trarre le necessarie conseguenze.
 
Roma 12 dicembre 2006
 
Le richieste della Conferenza dei Rettori erano contenute in questo comunicato, pubblicato sul sito CRUI nelle scorse settimane:
 
Roma, 23 novembre. Mozione della CRUI
Finanziaria 2007: le richieste della CRUI
 
L’Assemblea della CRUI, riunita il 23 novembre 2006, rileva che gli interventi effettuati sulla Legge finanziaria nel corso del suo passaggio alla Camera e nel maxi-emendamento governativo lasciano irrisolte molte questioni, fondamentali per la vita universitaria e per la stessa continuità dell’erogazione di servizi agli studenti.
 
La CRUI rileva in particolare:
 
che l’incremento del Fondo di finanziamento ordinario delle Università nella misura al momento prevista, si limita ad un sostanziale consolidamento della situazione del 2006, e lascia perciò aperta e irrisolta la questione della copertura delle maggiori spese obbligatorie previste nel 2007, e non introduce alcun margine per interventi di rilancio e riqualificazione del sistema;
che le Università continuano ad essere vincolate dagli effetti perversi del provvedimento sulle spese intermedie del luglio scorso (decreto Bersani), nonostante la sua evidente iniquità e la larghissima convergenza registrata su questo punto delle posizioni delle forze parlamentari di maggioranza e di opposizione;
che le Università non statali non sono state escluse dai tagli lineari di cui al comma 207 dell’art. 18;
che su altri punti qualificanti gli stanziamenti risultano del tutto inadeguati. 
 
 
La CRUI chiede con forza che nel passaggio del provvedimento al Senato si intervenga ulteriormente sulle questioni nodali richiamate, incrementando ulteriormente il FFO, svincolando le Università statali dai prelievi sulle spese intermedie e quelle non statali dai tagli "lineari", integrando i fondi per il diritto allo studio e quelli per l’edilizia universitaria. Ciò anche quale pegno di credibilità circa l’effettiva volontà di considerare università e ricerca tra le priorità sulle quali operare per il rilancio del Paese e come condizione per l’effettivo avvio, in un quadro condiviso, di una seria e approfondita revisione delle regole e delle modalità di funzionamento del sistema universitario.

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie