Tra i nodi da risolvere precariato, risorse finanziarie e rinnovi contrattuali
17 November 2006

La manifestazione partirà alle 9,30 da Piazza Bocca della Verità per concludersi a Piazza Navona

Roma, 16 nov. - (Adnkronos) - L'università domani ( 17.11.06) protesta contro la finanziaria. La giornata di sciopero generale del settore università e ricerca culminerà con la manifestazione unitaria nazionale che si terrà a Roma. Il corteo partirà alle 9,30 da Piazza Bocca della Verità per concludersi a Piazza Navona dove si svolgerà il comizio conclusivo. ''Lo sciopero è stato proclamato per protestare -si legge in una nota della Cisl Università- contro la finanziaria 2007 e chiedere la modifica delle norme che riguardano l'Università e la Ricerca. Precariato, risorse finanziarie, rinnovi contrattuali, l'autonomia degli Enti, diritto allo studio: sono questi per il sindacato i nodi da risolvere. Di fronte a questo la Finanziaria risponde invece non recuperando nemmeno i tagli operati con il recente decreto Bersani sulle spese correnti''. ''Nell'incontro avuto nella serata di mercoledì 15 novembre i Segretari di Flc-Cgil, Cisl-Fir, Cisl-Università, Uilpa-Ur hanno esposto le ragioni dello sciopero e della manifestazione al Ministro Mussi e ai Sottosegretari Modica e Dalla Chiesa. Purtroppo -prosegue il sindacato- ad oggi non ci sono atti concreti del Governo, se non il personale impegno del Ministro Mussi a reperire in futuro nuovi fondi, che diano il segno di una sostanziale inversione di tendenza ne' sull'Universita', ne' per gli Enti Pubblici di Ricerca''. ''Restano confermati i tagli che comportano la messa in discussione dei rinnovi dei contratti di lavoro e della stessa attività ordinaria degli Enti e degli Atenei ed impediscono di affrontare il problema del precariato'', sottolinea poi la Cisl Università. ''Possiamo apprezzare su un piano personale l'impegno del Ministro e dei Sottosegretari -ha affermato Antonio Marsilia, Segretario Generale della Federazione Cisl Università- ma dopo anni di tagli serviva un gesto di 'discontinuità' rispetto al passato. Non possiamo accettare che il mondo della politica veda anche oggi nei settori della ricerca e dell'università un peso inutile per il Paese. E' una grave inaccettabile miopia che blocca lo sviluppo del Paese''.

Last news

03 February 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio era atteso nel nostro ateneo, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 February 2023

Cure palliative e terapia del dolore: concluso il primo Master di UniCa

Il traguardo raggiunto ieri nell’aula magna di Palazzo Belgrano, con la discussione di una parte delle tesi del master di primo livello diretto dal professor Gabriele Finco. Presenti per l’occasione il rettore Francesco Mola, l’assessore regionale alla sanità Carlo Doria, l’assessora comunale alle politiche sociali, benessere e famiglia Viviana Lantini, il presidente della società italiana cure palliative Gino Gobber e, per l’Aou, la direttrice generale Chiara Seazzu e il direttore sanitario Giancarlo Angioni

31 January 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

30 January 2023

La forza del ricordo come antidoto al male

Una foltissima partecipazione lunedì 30 al convegno organizzato dall'ateneo per il Giorno della Memoria. Autorità civili, militari e religiose, tantissimi studenti a simboleggiare il passaggio del testimone per continuare a non dimenticare l'orrore dell'Olocausto. Gli interventi del rettore Francesco Mola, del direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari, del professor Michele Camerota, del presidente della Regione Christian Solinas, dell'assessora alla pubblica istruzione del comune di Cagliari Marina Adamo. Al termine della manifestazione è stata scoperta la targa commemorativa in onore di Davide Teodoro Levi, Alberto Pincherle, Camillo Viterbo, i tre docenti di UniCa colpiti dalle leggi razziali del '38. SERVIZIO, PHOTOGALLERY E VIDEO INTERVISTE

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie