Al convegno organizzato da Eleonora Cocco e Lorena Lorefice il riconoscimento del Rettore Francesco Mola ad un progetto capace di radunare specialisti di diverse discipline da tutta Italia per affrontare temi cruciali per la salute della popolazione: “Iniziativa in grado di far dialogare la componente universitaria con quella ospedaliera, a vantaggio della ricerca”. La delegata del Magnifico e Presidente del CUG Ester Cois: “L’approccio multidisciplinare e di genere che mostrate è decisivo su argomenti sui quali la Sardegna deve riflettere”. IMMAGINI e VIDEO, con il servizio del TG della RAI
10 June 2022
Lorena Lorefice, Eleonora Cocco e Francesco Mola durante il convegno

Eleonora Cocco: "La sclerosi multipla è una malattia molto importante per la nostra Isola, colpisce le persone giovani adulte e ha un impatto significativo sulla loro vita. Parlarne e capire come gestirla è dunque molto importante"

Sergio Nuvoli

Cagliari, 10 giugno 2022 – Un approccio multidisciplinare, trasversale e orientato alla collaborazione tra settori scientifici diversi: è questa la chiave del successo del progetto di ricerca sull’impatto della gravidanza sul sistema immunitario, i cui risultati saranno presentati questo pomeriggio al Convento di San Giuseppe durante un convegno cominciato questa mattina.

Un’attività portata avanti con determinazione, competenza e passione da un team guidato da Eleonora Cocco, docente di Neurologia all’Università di Cagliari, capace poi di confrontarsi con specialisti di tante discipline diverse. “Quello di oggi è un incontro nato da un progetto seguito dalla dott.ssa Lorena Lorefice – spiega la prof.ssa - con caparbietà e decisione, pur tra non poche difficoltà. La sclerosi multipla è una malattia molto importante per la nostra Isola, colpisce le persone giovani adulte e ha un impatto significativo sulla loro vita. Parlarne e capire come gestirla è dunque molto importante: questo stiamo facendo in questa giornata con colleghi di numerosi settori scientifici disciplinari giunti da tutta Italia”.

A complimentarsi in apertura c’era anche il Rettore Francesco Mola: “Sono contento di essere qui perché si tratta della conclusione di un progetto di ricerca finanziato dalla Fondazione di Sardegna. Questo è anche il periodo dei risultati: la VQR assegna al nostro Ateneo il giusto riscontro di quanto è stato fatto in termini di investimenti. Guadagnare posizioni sugli indicatori del neoreclutamento significa aver investito su persone capaci e su filoni di ricerca che si allargano”.

L'incontro del Rettore con Lorena Lorefice e Eleonora Cocco
L'incontro del Rettore con Lorena Lorefice e Eleonora Cocco
ELEONORA COCCO PRESENTA IL CONVEGNO (INTERVISTA CON SERGIO NUVOLI)

L'incitamento del Rettore Mola: "L’opportunità vera sarà riuscire a stare in rete, senza isolarsi ma facendo squadra per ottenere non i risultati di oggi, ma le relazioni di domani. Finalmente si riparte, non fermiamoci”

“L’evento di questa mattina mostra come la ricerca sia al servizio delle persone”, ha aggiunto la prof.ssa Cocco, mentre il Rettore ha sottolineato: “Mi ha colpito molto il fatto che su 40 relatori, in questo convegno 23 sono donne. E ho molto apprezzato la contaminazione, il lavoro svolto insieme tra la componente universitaria con quella ospedaliera”. In platea annuiva, prima di prendere la parola per ribadire gli stessi concetti, Marcello Tidore, direttore generale della Asl di Cagliari, in cui insiste il Centro Regionale Sclerosi Multipla.

“In questo modo l’apporto dato dalla ricerca con la ricaduta sull’assistenza è certamente superiore – ha rimarcato il prof. Mola - Ora c’è l’opportunità del PNRR: come ateneo abbiamo fatto passi importanti, e siamo molto fiduciosi. L’opportunità vera sarà riuscire a stare in rete, senza isolarsi ma facendo squadra per ottenere non i risultati di oggi, ma le relazioni di domani. Finalmente si riparte, non fermiamoci”.

Un momento del convegno
Un momento del convegno
IL SERVIZIO DI GAIA RAU ANDATO IN ONDA NELL'EDIZIONE DELLE 14 DEL 10 GIUGNO DEL TGR RAI, INTRODOTTO DA ELISABETTA ATZENI

“Il tema della medicina di genere è centrale, come quello della maternità e della denatalità – ha detto durante il suo intervento da remoto Ester Cois - Particolarmente positivo è l’approccio multidisciplinare e di genere che avete adottato"

Un altro punto forte dei lavori del convegno di oggi è stato evidenziato da Ester Cois, delegata del Rettore per l’uguaglianza di genere e presidente del CUG: “Il tema della medicina di genere è centrale, come quello della maternità e della denatalità – ha detto durante il suo intervento da remoto - Particolarmente positivo è l’approccio multidisciplinare e di genere che avete adottato, perché aiuta ad affrontare l’argomento. Consente di promuovere un’idea di salute molto più centrata anche con riferimento all’accesso alle cure. E’ un’iniziativa che dà un apporto preziosissimo per una regione che ha bisogno di una riflessione non più rinviabile su questi temi”.

L'intervento di Ester Cois in apertura dei lavori
L'intervento di Ester Cois in apertura dei lavori

L’obiettivo dell'iniziativa organizzata da Eleonora Cocco e Lorena Lorefice è lo sviluppo di una visione congiunta che permetta di offrire una risposta multidisciplinare alle varie tematiche riproduttive

Quindi la lectio inaugurale tenuta da Francesco Cucca, docente all’Università di Sassari, conclusa con il ricordo di Giuseppe Pilia e Antonio Cao. Generoso pioniere di un importante settore della medicina il primo, scomparso troppo presto rispetto alle sue geniali intuizioni, e indimenticato maestro di generazioni di specialisti il secondo.

L’obiettivo dell'iniziativa organizzata da Eleonora Cocco e Lorena Lorefice è lo sviluppo di una visione congiunta che permetta di offrire una risposta multidisciplinare alle varie tematiche riproduttive con particolare focus alla gestione della sclerosi multipla: in questo senso è stata particolarmente appropriata la scelta di sessioni di altissimo livello scientifico, con una composizione di relatori interdisciplinare e multisistemica.

L'iniziativa è proseguita secondo il fitto calendario programmato.

La prof.ssa Cocco intervistata da Gaia Rau per il TGR RAI Sardegna
La prof.ssa Cocco intervistata da Gaia Rau per il TGR RAI Sardegna

Links

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie