Come dovrà cambiare la figura dell'ingegnere civile e ambientale e dell'architetto dei prossimi decenni? Se ne discute nella terza “Conferenza della ricerca” organizzata dal dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura di Cagliari, che giunge al sesto appuntamento nella mattinata del 25 febbraio, venerdì prossimo. I lavori - in programma dalle 9 alle 13,30, nell’aula magna “Mario Carta” del polo universitario di via Marengo 2 - saranno aperti dal rettore Francesco Mola e dal prorettore alla didattica Ignazio Putzu con il direttore Dicaar Giorgio Massacci e il presidente della facoltà di Ingegneria e Architettura Daniele Cocco. PREVISTA LA DIRETTA WEB con collegamento in streaming
17 February 2022
La terza Conferenza della Ricerca “Verso i territori del Green Deal” Transizione ecologica, progetto e governo del territorio, prevede un ciclo di incontri tra ottobre 2021 e febbraio 2022

STREAMING. Possibile per tutti seguire la conferenza in diretta

La conferenza vuole esplorare le implicazioni, sul progetto formativo delle università per gli ingegneri e architetti di domani, della transizione, parola ormai ubiqua e che evoca sia il senso di instabilità e crisi - ecologica, energetica, sociale - del presente, sia la tensione verso un futuro immaginato ma al momento lontano.

Venerdì 25 febbraio 2022 - 9:00-13:30 - Aula magna di Ingegneria

Dopo i saluti istituzionali del Direttore del DICAAR Giorgio Massacci, del Presidente della Facoltà di Ingegneria e Architettura Daniele Cocco, del Prorettore alla didattica Ignazio Putzu e del Rettore Francesco Mola, si apre la prima parte della conferenza, coordinata e introdotta da Giorgio Querzoli, dal titolo “Il contesto”.

Nella prima parte Marco Tubino (presidente della Conferenza per l’Ingegneria) parlerà di “Ingegneria 2040”, un documento-riflessione sull’attualità della formazione ingegneristica in Italia e sulla sua adeguatezza ad affrontare le sfide di cambiamento. A seguire Roberto Pagani - addetto scientifico del Consolato generale d’Italia a Shanghai - offrirà una testimonianza privilegiata sulla Cina, significativo laboratorio di futuro. Luciano Colombo - prorettore alla Ricerca di UniCa - discuterà del linguaggio della Natura, mentre Gianni Massa (vicepresidente del Consiglio nazionale degli Ingegneri) si occuperà delle sfide che la transizione pone alla professione ingegneristica.

Tavola rotonda finale

La seconda parte della conferenza è dedicata alla tavola rotonda “Città e territori antifragili, inclusivi, connessi, verdi, sostenibili”, coordinata da Antonello Sanna e cui partecipano Giuseppina Vacca, Mauro Coni, Vincenzo Bagnolo, Pier Francesco Cherchi e Ivan Blecic, coordinatrice e coordinatori dei diversi percorsi formativi che fanno capo al Dicaar, ovvero dei corsi di laurea e di laurea magistrale in Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Ingegneria civile, Scienze dell’architettura, Architettura, nonché del dottorato di ricerca in Ingegneria Civile e Architettura.

Responsabili organizzativi della Terza conferenza Dicaar

Comitato Scientifico
Marco Cadinu, Antonio Cazzani, Giorgio Massacci, Italo Meloni, Maurizio Memoli, Aldo Muntoni, Giorgio Querzoli, Antonello Sanna, Corrado Zoppi

Comitato Organizzativo
Ivan Blecic, Giovanna Cappai, Giuseppe Desogus, Gianfranco Fancello, Simone Ferrari, Sabrina Lai, Valeria Saiu, Giuseppe Tropeano

L'aula magna di Ingegneria e Architettura
L'aula magna di Ingegneria e Architettura

Promemoria

L’evento si terrà in presenza nell’aula magna “Mario Carta” della Facoltà di Ingegneria e Architettura (polo universitario di via Marengo 2, Cagliari), con inizio alle ore 9:00, e sarà trasmesso in streaming alla pagina sites.unica.it/conferenzadicaar/progettisti-della-transizione-nuovi-paradigmi-della-formazione-per-lambiente-costruito, in cui è disponibile anche il programma dettagliato.


INGEGNERI. Gli ingegneri che seguiranno l'intero evento in presenza acquisiranno 2 crediti professionali. Collegamento: https://lnkd.in/eK-k5NaU.


 

Links

Last news

28 September 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 September 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

27 September 2022

BESTMEDGRAPE, al via la conferenza internazionale

L'appuntamento è per martedì 27 settembre dalle 9 nell'Aula magna del Polo di via Marengo: si tratta del progetto finanziato dalla Commissione Europea con oltre tre milioni di euro, guidato dall'Università di Cagliari, che punta a promuovere il riutilizzo degli scarti della vinificazione per ottenere creme di bellezza, integratori e prodotti farmaceutici, creando al contempo nuove opportunità commerciali per giovani imprenditori

27 September 2022

La Banca del Germoplasma compie 25 anni

La struttura ospitata all'interno del polmone verde del nostro Ateneo taglia un importante traguardo: giovedì 29 settembre iniziano le celebrazioni nell'Aula Eva Mameli Calvino. BG-SAR, con il suo scrigno di biodiversità a 25 gradi centigradi sotto zero, attualmente custodisce circa 3500 lotti di semi riferibili a circa 1500 taxa vegetali provenienti da numerosi territori del Mediterraneo, specialmente insulari. Una realtà importantissima per la nostra Isola, ma non solo, in cui si confrontano ogni giorno ricercatrici e ricercatori provenienti da tutto il mondo

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie