La full immersion con cinque imprese, altrettanti startupper e dieci specialisti di cinque dipartimenti dell’Università di Cagliari, si è conclusa ieri a Nora. Idee, talento, mercati e territorio al centro dell’evento curato dal Centro servizi per innovazione e imprenditorialità dell’ateneo
22 November 2021
Nora. I partecipanti alla quinta edizione del BootCamp

Soft skill, tecnologie, Open innovation per un workshop che coglie il bersaglio

Mario Frongia

Ieri, domenica 21 novembre, si è chiusa a Nora la #05Edizione del Contamination Bootcamp organizzato dal Crea Unica (Centro servizi di ateneo per innovazione e imprenditorialità). Il percorso di addestramento intensivo all’innovazione curato dall’Università di Cagliari e rivolto alle imprese. In questa edizione hanno preso parte cinque imprese, dieci ricercatori dell’ateneo del capoluogo e cinque giovani startupper che hanno lavorato assieme e senza sosta da giovedì scorso. Al centro dei lavori soluzioni innovative, sviluppo delle soft skills necessarie a guidare i programmi di Open innovation e tecniche Lean da applicare all’interno delle proprie aziende e migliorare servizi e prodotti. “In quattro giorni sono state risolte, con l’aiuto di ricercatori e startupper, problematiche reali delle varie aziende, dagli strumenti utili ad affrontare le sfide alle problematiche del futuro. Un percorso innovativo, tecnologicamente avanzato e competitivo. Soprattutto - spiega Maria Chiara Di Guardo, direttrice e responsabile scientifica del Crea dell’Università di Cagliari - tagliato sulle richieste delle aziende che guidano ricercatori e startupper nella ricerca delle soluzioni migliori. Gli imprenditori indicano l’obiettivo e descrivono la propria esigenza. I nostri ricercatori, con entusiasmo e interesse al progetto, mettono a disposizione saperi specifici, competenze acquisite in ambito universitario. Gli startupper contribuiscono al processo di innovazione con la creatività, grazie all’analisi dei problemi d’oggi con strumenti alternativi, al passo coi tempi. Tre mondi che dialogano tra loro grazie all’aiuto di un esperto ventur capital, che coordina con metodologie Lean, le fasi di lavorazione del processo di innovazione. La forza di un’idea vincente sta nel lavoro di squadra e nella reciproca contaminazione” dice la professoressa Di Guardo,.

Maria Chiara Di Guardo
Maria Chiara Di Guardo

Docenti e ricercatori su ambiti che innescano innovazione e potenzialità del territorio

Il percorso di formazione ha coinvolto Roberto Ricciu e Giulio Vignoli (dipartimento Ingegneria civile, ambientale e architettura (Dicaar), Alessandro Fanti (Ingegneria elettrica ed elettronica, Diee), Maria Zaitseva (Scienze economiche e aziendali, Fabiano Asuni (Ingegneria meccanica, chimica e materiali, Dimcm), Elena Tamburini (Scienze biologiche, Disb) e Laura Casula (Scienze biomediche). Il workshop è stato condotto dall’esperto di contaminazione didattica e start up, Augusto Coppola. “Il futuro si affronta migliorandosi e sapendo innovare, si è tenuta una efficace esperienza di Open innovation. “È stata un’opportunità per aziende che vogliono crescere con uno strumento potente per attivare il cambiamento e innescare un circolo virtuoso dell’innovazione. Un percorso, pagato completamente dalle aziende, che in queste cinque edizione ha visto crescere l’interesse di interessanti imprese provenienti dall’intero territorio nazionale” ha rimarcato Maria Chiara Di Guardo.

Da destra, Alessandro Fanti, Silvia del Rio, Carlo Usai (Startupper Junion spin-off UniCa), Roberto Ricciu, Augusto Coppola, Stefania Tidu e Maria Grazia Ficarra
Da destra, Alessandro Fanti, Silvia del Rio, Carlo Usai (Startupper Junion spin-off UniCa), Roberto Ricciu, Augusto Coppola, Stefania Tidu e Maria Grazia Ficarra

Tecnologie innovative, finanza e alta qualità delle produzioni

Alla quinta edizione del percorso intensivo di innovazione - tenutosi al Nora Club Hotel - hanno preso parte Entopan (provider integrato di innovazione che accompagna diverse realtà a ridefinirsi in ottica di Open innovation e Digital transformation), Cerved (servizi di valutazione, gestione e recupero crediti, report e studi di settore ad aziende e istituti finanziari), Alan Advantage (servizi di consulenza per l'adozione di tecnologie Ai e strategie o soluzioni innovative in ambito aziendale), Cao Formaggi (cooperativa nata per aggregare un insieme di allevatori, trasformare il latte e distinguersi nella produzione di formaggi prelibati dagli alti standard qualitativi) e Right House (agenzia di viaggi online per la prenotazione di alloggi in Sardegna).

 

Pula. Una fase del workshop utile a creare imprenditorialtà vincenti e a misura di impresa
Pula. Una fase del workshop utile a creare imprenditorialtà vincenti e a misura di impresa

Last news

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 June 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionnaire and social

Share on: