Il gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana racconta sui social le bellezze verdi dell'Italia attraverso una diretta con i protagonisti: dal Nord al Sud del nostro Paese in mostra i polmoni verdi che fanno respirare le nostre città. “Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari". I LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA GIOVEDI' 28 OTTOBRE A PARTIRE DALLE 17. RASSEGNA STAMPA
28 October 2021
La locandina dell'evento

A raccontare le bellezze dell'Orto saranno il direttore Gianluigi Bacchetta, il responsabile tecnico Gianluca Iiriti e il curatore della Banca del Germoplasma della Sardegna, Marco Porceddu

Sergio Nuvoli

Cagliari, 25 ottobre 2021 - Fa tappa all’Università di Cagliari giovedì 28 ottobre l’iniziativa “Un orto al mese” organizzata dal gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana per raccontare sui social media gli orti botanici del nostro Paese. A partire dalle 17 sarà possibile partecipare a un incontro on line che racconterà le attività e la bellezza dell’Orto Botanico del capoluogo sardo. La diretta sarà visibile sul canale YouTube e sulla pagina facebook degli Orti Botanici Italiani.

Si tratta di una modalità nuova, moderna e interattiva, individuata per avviare un dialogo con il pubblico: finora, infatti, gli appuntamenti del ciclo hanno riguardato gli Orti botanici di Pisa, Padova, Bergamo, giardino alpino Chanousia e Giardini Hanbury e proseguiranno – dopo l’Orto Botanico dell’Ateneo cagliaritano – con l’Arboreto di Arco. Ogni Orto Botanico sarà raccontato sui social dalla voce dei protagonisti: nel caso di Cagliari, il direttore Gianluigi Bacchetta, il responsabile tecnico Gianluca Iiriti e il curatore della Banca del Germoplasma della Sardegna, Marco Porceddu.

Gianluigi Bacchetta , direttore dell'Orto
Gianluigi Bacchetta , direttore dell'Orto

“Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università"

“Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari: il lavoro di ricerca va infatti avanti tutto l’anno e non conosce soste. Il nostro Orto è davvero un gioiello dell’Ateneo e della città, punto di riferimento per tante generazioni di cagliaritani e per tantissimi studenti che qui si sono formati”.

“Abbiamo scelto di aprirci al pubblico più giovane e a nuove forme di comunicazione - dichiara Gianni Bedini, coordinatore del gruppo organizzatore - con la progettazione di un’iniziativa in cui il patrimonio dei nostri orti botanici possa essere raccontato anche a un pubblico non specialista. Un racconto affidato alle voci di chi realmente, ogni giorno, con ruoli diversi e diverse professionalità lavora negli orti botanici e degli orti si prende cura”.

L’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Cagliari, il cui acronimo è HBK (Hortus Botanicus Karalitanus), fu fondato nel 1866 da Patrizio Gennari. Unico Orto Botanico della Sardegna, nasce come arboreto per l’acclimatazione delle specie tropicali, ma si caratterizza oggi anche per la presenza di una consistente componente floristica mediterranea.

L'Orto Botanico
L'Orto Botanico

L’Orto è ubicato nel cuore della città di Cagliari, si estende per poco più di 5 ettari lungo la Valle di Palabanda, tra la Villa di Tigellio a valle e l’Anfiteatro Romano a monte. E’ un museo a cielo aperto, esempio di connessione di bene culturale

L’Orto è ubicato nel cuore della città di Cagliari, si estende per poco più di 5 ettari lungo la Valle di Palabanda, tra la Villa di Tigellio a valle e l’Anfiteatro Romano a monte. E’ un museo a cielo aperto, esempio di connessione di bene culturale storico-archeologico, naturalistico e scientifico. Oltre alle numerose collezioni ospita anche vestigia archeologiche di diverse epoche quali il pozzo a noria, la vasca trifoglio, la grotta Gennari, la Cava romana e tre suggestive cisterne romane a forma di bottiglia. All’interno dell’Orto Botanico si trovano la Banca del Germoplasma della Sardegna (BG-SAR), il Centro di Conservazione della Biodiversità (CCB) e il Museo Botanico Karalitano (MBK).

Il gruppo “Orti botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana è attivo dal 1969 ed è impegnato nel coordinamento di queste istituzioni a livello nazionale.

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 27 ottobre 2021

Agenda - pagina 21

Viale Fra Ignazio. Domani pomeriggio

L'Orto botanico in diretta su YouTube

Raccontare e far scoprire gli orti botanici italiani: è lo scopo dell'iniziativa "Un orto al mese" che domani fa tappa a Cagliari con una diretta on line, sul canale YouTube e sulla pagina facebook degli Orti Botanici Italiani, dalle 17. L'appuntamento è organizzato dal gruppo "Orto botanici e giardini storici" della Società botanica italiana. Le finalità Le attività e la bellezza dell'Orto botanico cagliaritano saranno illustrate dal direttore Gianluigi Bacchetta, dal responsabile tecnico Gianluca Iiriti e da Marco Porceddu, curatore della Banca del Germoplasma della Sardegna. «È una modalità innovativa per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell'Università di Cagliari», ha sottolineato Bacchetta, «il lavoro di ricerca va avanti tutto l'anno senza soste. Il nostro Orto è un gioiello dell'Ateneo e della città, punto di riferimento per tante generazioni di cagliaritani e per tantissimi studenti che qui si sono formati». L'intenzione è «aprirci al pubblico più giovane e a nuove forme di comunicazione illustrando i nostri orti botanici anche a un pubblico non specialista», ha aggiunto Gianni Bedini, coordinatore del gruppo organizzatore, «un racconto affidato alle voci di chi realmente, ogni giorno, con diversi ruoli e professionalità, ci lavora e se ne prende cura». Il giardino cagliaritano L'Orto botanico di Cagliari fu fondato nel 1866 da Patrizio Gennari. Unico della Sardegna, si estende per 5 ettari tra la valle di Palabanda, la Villa di Tigellio e l'Anfiteatro Romano. È nato come arboreto per l'acclimatazione delle specie tropicali ma è caratterizzato anche dalla presenza di una consistente componente floristica mediterranea.

La notizia su L'Unione Sarda del 27 ottobre 2021 a pagina 21
La notizia su L'Unione Sarda del 27 ottobre 2021 a pagina 21

Links

Last news

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 June 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionnaire and social

Share on: