E’ la strada indicata dal Rettore Francesco Mola per il recupero e la corretta valorizzazione del grande patrimonio culturale dell’Ateneo, in occasione della visita guidata al Museo di Zoologia organizzata dalla Facoltà di Biologia e Farmacia per i 400 anni di UniCa. Il sindaco del capoluogo, Paolo Truzzu: “Lavoriamo insieme per sviluppare le connessioni esistenti. Il Comune di Cagliari è pronto a fare la sua parte”. GUARDA IL VIDEO SUL MUSEO DI ZOOLOGIA
19 October 2021
Il Rettore Francesco Mola con il Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente, Enzo Tramontano, questa mattina al Museo di Zoologia

Affascinante visita guidata alle preziose collezioni zoologiche conservate nel complesso di Ponte Vittorio organizzata dalla Facoltà di Biologia e Farmacia nell’ambito delle celebrazioni per i 400 anni di UniCa

Sergio Nuvoli

Cagliari, 19 ottobre 2021 – “C’è bisogno di mettere insieme passione, competenza e risorse”. E’ la strada indicata questa mattina dal Rettore Francesco Mola per il recupero e la valorizzazione del grande patrimonio culturale dell’Ateneo. L’occasione è stata la visita guidata alle preziose collezioni zoologiche conservate nel complesso di Ponte Vittorio organizzata dalla Facoltà di Biologia e Farmacia nell’ambito delle celebrazioni per i 400 anni dell'Università degli Studi di Cagliari.

“Guardare agli altri non fa male – ha suggerito il Magnifico - I partenariati tra enti devono essere la base anche per il futuro, non solo in Sardegna, ma anche con altre regioni”.

L'intervento del Rettore in apertura dei lavori
L'intervento del Rettore in apertura dei lavori
GUARDA IL VIDEO SUL MUSEO DI ZOOLOGIA

Ad annuire in sala il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu: "Vi chiedo di fare di tutto per lavorare insieme per sviluppare e far conoscere le connessioni che già esistono: penso anche al sistema dei parchi intorno alla città, o anche alle ultime strutture"

Ad annuire in sala il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu: “Vi ringrazio per avermi regalato la conoscenza di questa splendida realtà – ha detto il primo cittadino - Spesso non conosciamo le cose che abbiamo sotto mano: vi chiedo di fare di tutto per lavorare insieme per sviluppare e far conoscere le connessioni che già esistono: penso anche al sistema dei parchi intorno alla città, o anche alle ultime strutture restituite alla fruizione dei cittadini. Questo luogo può essere un forte attrattore turistico: la sfida è valorizzare il grande patrimonio che abbiamo. Noi, come Comune di Cagliari, ci siamo”.

Significativo il “nota bene” apposto dal Rettore: “Presto mostreremo la ricaduta economica della presenza della comunità universitaria sulla nostra città e sulla nostra regione: si tratta di un valore interamente reinvestito sul territorio. Per sviluppare questa ricchezza e riconoscerla nel giusto modo occorre fare sempre di più partenariati pubblico e privato”.

Il Rettore e il Sindaco con la prof.ssa Salvadori all'interno del Museo di Zoologia
Il Rettore e il Sindaco con la prof.ssa Salvadori all'interno del Museo di Zoologia

“C’è qui una scuola di biologia marina internazionale – ha spiegato Angelo Cau, decano del Dipartimento - I nostri ricercatori girano il mondo perché sono molto richiesti nei vari congressi scientifici"

A fare da padroni di casa della mattinata Elio Acquas ed Enzo Tramontano, rispettivamente presidente della facoltà e direttore del dipartimento di Scienze della Vita e dell’ambiente. A loro, e a tutti i docenti e ricercatori presenti, si è rivolto il Rettore: “Vi ringrazio per l’impegno che avete profuso – ha detto - È con noi anche il sindaco, qui non solo per un motivo istituzionale, ma anche perché c’è tra noi l’idea condivisa tra noi di regalare alla città e al territorio una struttura stabile dove raccogliere la bellezza che è presente nei nostri dipartimenti”.

“C’è qui una scuola di biologia marina internazionale – ha spiegato Angelo Cau, decano del Dipartimento - I nostri ricercatori girano il mondo perché sono molto richiesti nei vari congressi scientifici. Cagliari e questa zona in particolare possono essere un luogo ideale per costituire una multiproprietà scientifica che necessita di essere coordinata per un interscambio ancora più ampio con tutto il mondo”.

Quindi il cuore dell’iniziativa, la visita al Museo di Zoologia tornato a nuova luce. Rita Cannas e Susanna Salvadori ne hanno ricostruito la storia. Una storia lunga, fatta di volti e di episodi, di donne e di uomini illuminati che hanno fatto in modo che Cagliari possa disporre di strutture scientifiche di pregio e all’avanguardia.

Un momento della visita guidata
Un momento della visita guidata

Links

Last news

30 June 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 June 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 June 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionnaire and social

Share on: