Oggi pomeriggio focus su temi di forte attualità per la terza conferenza sulla ricerca del Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura. Apertura dei lavori affidata al rettore Francesco Mola. Partecipano anche Luciano Colombo, Daniele Cocco, Giorgio Massacci, Ester Cois, Antonello Sanna, Giorgio Querzoli e Arnaldo Cecchini
15 October 2021
Le comunità urbane, la ricerca, il territorio, gli esperti e una riflessione a 360 gradi

Ricerche, studi, soluzioni e approfondimenti: la ricerca che guarda lontano

Mario Frongia
 

Oggi, venerdì 15 ottobre, dalle 15 l’aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura - via Marengo n.2, Cagliari - ospita la conferenza inaugurale “Transizioni. Il futuro vi sorprenderà”.

da sinistra: Giorgio Massacci, Daniele Cocco, Luciano Colombo e Francesco Mola
da sinistra: Giorgio Massacci, Daniele Cocco, Luciano Colombo e Francesco Mola

L’evento si tiene in presenza e viene trasmesso anche in streaming. I lavori sono introdotti da Giorgio Massacci (direttore Dicaar). Il percorso della Conferenza viene presentato da Giovanna Cappai e Sabrina Lai (comitato organizzatore). All’incontro intervengono il rettore Francesco Mola, il prorettore per la ricerca, Luciano Colombo, e il presidente della facoltà di Ingegneria e architettura, Daniele Cocco.

Sei conferenze tematiche, convegno di sintesi e presentazione dei risultati, rassegna ricerche del Dicaar ed eventi collaterali fino a febbraio 2022

La terza conferenza della Ricerca del dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura. Sugli argomenti clou del Green Deal, il Dicaar promuove un percorso articolato in sei conferenze tematiche, un convegno conclusivo di sintesi e di presentazione dei risultati, una rassegna delle ricerche del Dipartimento e una serie di eventi collaterali.

Da sinistra: Antonello Sanna, Arnaldo Cecchini, Giorgio Querzoli, Ester Cois
Da sinistra: Antonello Sanna, Arnaldo Cecchini, Giorgio Querzoli, Ester Cois

Il percorso curato dal Dicaar si sviluppa fino al febbraio del prossimo anno

Il tema della conferenza tematica viene trattato nel dibattito tra Giorgio Querzoli (docente di Idraulica), Antonello Sanna (Architettura tecnica), Ester Cois (prorettrice e sociologa ambiente e territorio) e Arnaldo Cecchini (Tecnica e pianificazione urbanistica, Università di Sassari, ateneo in cui ha diretto il dipartimento di Architettura, design e urbanistica, mentre prima ha insegnato all’Università Iuav di Venezia).

Un patto per una società più equa e nuove relazioni tra specie umana e ambiente

La terza conferenza della Ricerca curata dal Dicaar arriva in un momento storico cruciale, in cui la comunità scientifica deve riorganizzare le sue priorità alla luce del cambiamento climatico e del fenomeno pandemico, con le relative lezioni apprese e in via di apprendimento in termini di interconnessione planetaria e relazioni tra azione locale ed effetti globali. Con la conferenza il Dipartimento intende offrire all’ateneo ed alla comunità locale, tavoli di discussione e confronto sugli argomenti portanti della visione del Green Deal proposta dall’Unione Europea. Una visione che chiama la comunità scientifica e gli attori sociali ed economici a contribuire ad un profondo ripensamento e riorganizzazione in vari campi del vivere e dell’agire umano. Tra questi, i processi produttivi, per costruire una credibile economia circolare che consenta di dissociare la crescita economica dal consumo di risorse. Ma fanno parte del percorso i grandi sistemi energivori, come i sistemi urbani e infrastrutturali, l’edilizia e la mobilità; la produzione energetica, ad oggi improntata su un modello basato sulle fonti fossili e da abbandonare a favore di nuovi modelli fondati sull’utilizzo di fonti rinnovabili.

“Senza scordare il patto per una società più equa, utile a progettare nuove relazioni non solo tra la specie umana e l’ambiente, ma anche tra persone, con la costruzione di spazi di vita e di lavoro più sani e sostenibili per tutti. Occorre, quindi, un approccio basato sulla cultura della complessità, che superi i modelli di sviluppo lineari e unidimensionali e investa sull’esplorazione di nuove frontiere delle relazioni tra le discipline e i saperi” dice il professor Massacci.  
 

INFORMAZIONI

News su Conferenza della ricerca, eventi e sulla cerimonia di venerdì 15, su:

 

 

Un percorso divulgativo articolato in sei conferenze tematiche con eventi collaterali e un convegno conclusivo di sintesi e di presentazione dei risultati delle ricerche
Un percorso divulgativo articolato in sei conferenze tematiche con eventi collaterali e un convegno conclusivo di sintesi e di presentazione dei risultati delle ricerche

Last news

25 May 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

Francesco Mola: "Stiamo investendo molto per i primi livelli della formazione e per la possibilità di remunerare maggiormente dottorandi e assegnisti. Per le borse daremo certamente fondo a tutte le possibili risorse". Il rettore e i prorettori Carucci, Colombo, Onnis e Putzu hanno partecipato alla conferenza coordinata dal professor Sergioli che ha riunito tutti i responsabili dei corsi dell'Università di Cagliari insieme a tanti post-doc dell'ateneo che ora lavorano con successo in ambiti non accademici, anche a livello internazionale. "Un incontro da ripetere" il parere unanime di tutti i partecipanti

25 May 2022

Svoltiamo, l'App del futuro per una mobilità intelligente e sostenibile

Ideata dai ricercatori del Crimm un’applicazione innovativa e gratuita per smartphone che verrà utilizzata per la prima volta a Cagliari. Il progetto Svolta ha coinvolto dal 2019 oltre undicimila cagliaritani. Alla conferenza stampa hanno preso parte, per l’Università di Cagliari, Gianni Fenu e Italo Meloni. Per la municipalità è intervenuto Alessio Mereu. Nutrita presenza di studenti e dottorandi, associazioni del mondo della bici e amici dell'ambiente

25 May 2022

Cagliari Green and Blue City: giornata di studio Dicaar-Aidda

Il confronto tra esperti del Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura e rappresentanti dell'Associazione donne imprenditrici e dirigenti d’azienda, nella mattinata del 27 maggio, sarà un'occasione per ripensare l’intero sistema economico del capoluogo sardo, in modo da valorizzare l’ambiente e le risorse naturali in una logica di economia circolare di riqualificazione e di logistica green. Appuntamento dalle 9 nell'aula magna di Ingegneria e Architettura, (polo universitario di via Marengo)

Questionnaire and social

Share on: