Linguaggi, inclusione, media e parità di genere. La sesta conferenza mondiale sui media e la comunicazione, curata con l’Aou di Cagliari e l’Università di Tor Vergata, si è chiusa sabato scorso. All’evento multidisciplinare online sono stati presentati dieci lavori di studiosi dell’ateneo. Il rettore Francesco Mola, i presidenti di Corecom, Ordine dei giornalisti e Assostampa, Susi Ronchi, Francesco Birocchi e Celestino Tabasso, hanno preso parte ai saluti inaugurali
25 June 2021
La buona e proficua riuscita di MedCom nell'immagine di gruppo

Innovazione tecnologica, social media, trasversalità e strutture di comunicazione: un domani da disegnare al meglio

Mario Frongia

Sabato 19 giugno, si è chiusa online la Sesta conferenza mondiale su media e comunicazione (6th World Conference on Media and Mass Communication 2020+1). Medcom 2020+1 fa parte dei principali eventi del settore multimediale. L’appuntamento, previsto nel 2020 inizialmente in presenza a Cagliari, è stato posticipato e declinato “ da remoto” a causa della pandemia da Covid-19. In sostanza, tre giornate che hanno coniugato con successo multidisciplinarietà e futuro. Una sfida a tutto campo che incrocia comunicatori ad ampio respiro e trasversali. Abili nel cercare risposte rapide e funzionali alle tematiche attuali, innovative, tecnologiche. 

Foto di gruppo con sorriso dal Medcom edizione 2019
Foto di gruppo con sorriso dal Medcom edizione 2019

Dalla retorica allo storytelling passando per videogames e mondo post patriarcale

Alla conferenza internazionale hanno partecipato i docenti del Dipartimento lettere, lingue e beni culturali, Michela Giordano e Maria Antonietta Marongiu  con le relazioni su "Socioretorica e tecnologie per la didattica”, Fabio Pinna  e Maria Sanna Montanelli su "Archeologia, valorizzazione e comunicazione". Maria Polo, Anna Concas e Anna Pierri (Dipartimento matematica e informatica) hanno presentato un lavoro su "Didattica della matematica attraverso lo storytelling", Alessandro Lovari (Dipartimento scienze politiche e sociali) è intervenuto con "Corporate communication". Per il Dipartimento di pedagogia, psicologia, filosofia sono intervenute Alice Guerrieri (dottoranda) su “Metafore visive", Andrea Piano (borsista) su “Videogames", Alessio Pisci (docente a contratto) su "Mondo post patriarcale e nuovi modi ci comunicare". Ai lavori hanno preso parte come chair Ivan Blecic, Francesca Ervas, Cristina Cabras, Daniela Francesca Virdis, Elisabetta Gola, Emiliano Ilardi, Alessandro Lovari, Luca Lecis, Antonietta Marra, Valeria Melis, Fabrizio Meloni, Marco Pignotti, Marco Pitzalis, Franciscu Sedda e Maria Grazia Rossi (Universidade Nova, Lisbona). La tre giorni ha messo assieme nove relazioni di studiosi e studiose di alto profilo in sessione plenaria e oltre cento contributi in trenta sessioni parallele. L'evento è stato fruito sul sito ufficiale della conferenza https://mediaconference.co/.

Cagliari. Uno scorcio della facoltà di Studi umanistici
Cagliari. Uno scorcio della facoltà di Studi umanistici

Un filo verde, cullato dall'Università di Cagliari, che si snoda tra accademia, territorio e linguaggi

La conferenza è stata organizzata dall'International institute for knowledge management (Tiikm), con l'Università e l'Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari, l'Università Tor Vergata di Roma. I coordinatori dei lavori sono stati Elisabetta Gola (prorettrice Comunicazione e immagine, Università Cagliari), Fabrizio Meloni (responsabile Comunicazione e relazioni esterne, Azienda ospedaliero-universitaria, Cagliari) e Andrea Volterrani (sociologo, docente di Processi culturali e comunicativi, Università Roma Tor Vergata). Alla cerimonia inaugurale sono intervenuti i rettori Francesco Mola (Cagliari) e Orazio Schillaci (Tor Vergata) e Agnese Foddis (direttrice Aou). Saluti di buon auspicio da Christian Solinas, presidente Giunta regionale, Carlo Mannoni, direttore generale Fondazione di Sardegna, Susi Ronchi, presidente Corecom Sardegna, Francesco Birocchi, presidente Ordine dei giornalisti della Sardegna, Celestino Tabasso, presidente dell'Associazione della stampa regionale, e Francesco Di Costanzo, presidene Pa social.

 

Medcom ha offerto un mosaico pregiato di idee, servizi, progetti
Medcom ha offerto un mosaico pregiato di idee, servizi, progetti

Parità di genere, contaminazioni, inclusione: gli scenari dell'impegno e delle competenze

“Il mondo della comunicazione corre veloce e necessita di figure pronte nell’affrontare le sfide poste dall’innovazione e le preferenze dei cittadini” ha detto la professoressa Gola. Medcom 2020+1 è teatro naturale di un dibattito sulla comunicazione e i cambiamenti culturali. Uno scenario attento al sociale, alla salute, all’inclusione, al superamento di divari e discriminazioni. Un'attenzione è rivolta ai cambiamenti sul modo di fare informazione ed editoria anche nel post-pandemia. La conferenza nasce nel rispetto delle politiche di parità di genere, promosse attivamente dall’ateneo di Cagliari. Di fatto, un momento di confronto per accademici, ricercatori strutturati e indipendenti, artisti e professionisti della comunicazione e dei media. L’appuntamento è fondamentale perché fa dialogare e confrontare ogni anno centinaia di ricercatori ed esperti dai cinque continenti. Con riverberi positivi su pubblica amministrazione editoria, comunicazione aziendale, social network.

Comunicazione senza confini con ricercatori e studiosi dai cinque continenti (archivio Medcom 2019)
Comunicazione senza confini con ricercatori e studiosi dai cinque continenti (archivio Medcom 2019)

Last news

22 September 2021

Notte dei ricercatori, venerdì all’Orto botanico eventi attuali e di forte impatto per la comunità

Vaccini, diritti individuali, hacker, scene del crimine, cinema, cervello, intelligenza artificiale arte terapia, scienza della sostenibilità e antimateria. Ma anche storia, medicina e territorio. L’evento si tiene nel cuore della città e promuove la scienza avvicinante e a portata di mano. All’Orto sarà presente, per la prima volta in Italia durante la Notte, un “Punto giallo” per la raccolta fondi organizzato in collaborazione con il comitato “Verità per Giulio Regeni”

21 September 2021

Notte dei ricercatori. Vaccini e pandemia tra i temi più attesi

Anche l’edizione 2021 vede l’Università di Cagliari in prima fila, venerdì 24 settembre, con tanti eventi divulgativi coordinati da ricercatrici e ricercatori, dimostrazioni scientifiche e incontri su temi attuali e di forte impatto. L’iniziativa si tiene dalle 16 alle 22,30 all’Orto botanico e, oltre al focus di grande interesse su Covid19, prevede una serie di interessanti presentazioni e attività varie dedicate a robotica, cinema, antimateria, cervello, big data, intelligenza artificiale, Internet delle cose, storia, medicina, fisica e chimica. PER PARTECIPARE OCCORRE ISCRIVERSI ONLINE

21 September 2021

Eletti i nuovi Presidenti di Facoltà

Le sei facoltà dell’università cagliaritana hanno scelto i loro presidenti che resteranno in carica per il triennio 2021-2024. Gli eletti sono i professori ordinari Elio Acquas (Biologia e Farmacia), Daniele Cocco (Ingegneria e Architettura), Luca Saba (Medicina e Chirurgia), Paolo Ruggerone (Scienze), Nicola Tedesco (Scienze economiche giuridiche e politiche) e Antonello Mura (Studi umanistici). A tutti loro le congratulazioni del magnifico rettore Francesco Mola, sotto la cui guida si apre così un nuovo ciclo per la governance delle strutture didattiche d’ateneo.

20 September 2021

Diritto e emergenza sanitaria, un convegno a Giurisprudenza

Si svolgerà il 23 e il 24 settembre, sulla piattaforma Zoom, il primo convegno annuale del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Cagliari, sul tema "Le categorie generali nell'emergenza sanitaria". I due giorni di confronto, introdotti dal direttore Cristiano Cicero e dal Prorettore Gianni Fenu, vedranno la partecipazione di docenti afferenti ai principali atenei italiani, conclusioni affidate a Pietro Ciarlo

Questionnaire and social

Share on: