Via al bando di concorso per l’ammissione: la scadenza è il 22 luglio. Tre anni di studi, 6 curricula, 105 borse finanziate, 30 Università italiane pubbliche e private. UniCa aderisce al progetto nato con il coordinamento della Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia. Italo Meloni: "E' un altro importante passo nel percorso che l'Università di Cagliari ha, da tempo, intrapreso per contribuire, con la sua capacità e competenza, al perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030”. TUTTE LE INFORMAZIONI. RASSEGNA STAMPA
10 July 2021
Dottorato Nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico

Aperto il bando di concorso per l’ammissione al primo Dottorato Nazionale in Sviluppo sostenibile e Cambiamento climatico coordinato dallo IUSS Pavia in collaborazione con UniCa e altri atenei italiani

Cagliari, 14 giugno 2021 - Al via le candidature per il Corso di dottorato nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico istituito dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, in convenzione con UniCa e altri atenei italiani. Il dottorato di ricerca ha una durata di tre anni e intende preparare le generazioni future a ridisegnare una società resiliente, in grado di affrontare e gestire al meglio il problema del cambiamento climatico, e a ripensare i processi di sviluppo sostenibile, non più esclusivamente misurati in termini di mera crescita economica. Le domande per la partecipazione al concorso dovranno essere presentate alla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia mediante piattaforma web (www.iusspavia.it/phd-sdc) entro il 22 luglio 2021, alle 12

Centrale al percorso dottorale è lo studio della complessità determinata dalle interrelazioni tra progresso tecnologico, disponibilità di risorse naturali, migrazioni, diritti, benessere e qualità della vita della generazione presente e di quelle future, cambiamento climatico, specificità territoriali, accessibilità all’acqua e al cibo.

Grazie al cofinanziamento del Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) e dei 30 atenei coinvolti sono state bandite 105 borse di studio suddivise in 6 curricula: Earth System and Environment, Socio-economic Risk and Impacts, Technology and Territory, Theories, Institution and Cultures, Agriculture and Forestry, Health and Ecosystem. Dall’ecologia alla tecnologia, dall’economia all’ingegneria, dalla matematica alla filosofia, dalla medicina all’agricoltura i dottorandi avranno la possibilità di affrontare i problemi legati alla realizzazione al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs - Sustainable Development Goals) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite con strumenti, strategie e politiche di lungo periodo, preparandosi non solo a cambiare il proprio stile di vita, ma anche a essere promotori della costruzione di un futuro "green".

“Questo è un altro importante  passo nel percorso che l'Università di Cagliari ha, da tempo, intrapreso per contribuire, con la sua capacità e competenza, al perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030”, ha dichiarato Italo Meloni, direttore del CIREM/CRiMM e docente di Pianificazione dei trasporti. “La partecipazione al primo Dottorato Nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico, in cui Unica cofinanzia due borse di ricerca, una nel curriculum Technology and Territory ed una in quello Health and Ecosystem – continua il professore - offrirà un'altra opportunità ai nostri laureati per  intraprendere un percorso di alta  formazione interdisciplinare sul tema della sostenibilità  con cui affrontare le nuove  sfida del progresso”.

Italo Meloni, direttore del Cirem, e referente per UniCa all'interno del progetto del Dottorato nazionale
Italo Meloni, direttore del Cirem, e referente per UniCa all'interno del progetto del Dottorato nazionale

Coinvolti enti pubblici e privati e i docenti dei 30 atenei aderenti per preparare i ricercatori e le ricercatrici ad affrontare le grandi sfide del cambiamento climatico

La Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, capofila del progetto e sede amministrativa del Dottorato Nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico (PhD in Sustainable Development and Climate change, PhD-SDC), insieme al Center for Climate Change studies and Sustainable Actions (3CSA) della Federazione delle Scuole Universitarie Superiori (IUSS Pavia, Sant’Anna di Pisa e Normale di Pisa), con il sostegno della Rete delle Università per lo sviluppo sostenibile (RUS), e dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASVIS), e in convenzione con 30 Atenei italiani aderenti al progetto, si pone l'obiettivo di orientare l’attività di ricerca verso le grandi sfide che l’umanità deve affrontare per mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e garantire lo sviluppo sostenibile. Sono previste partnership con diversi enti pubblici e imprese private. Fondazione Enel è il primo “knowledge partner" del progetto.

I candidati vincitori di una borsa saranno iscritti alla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, sede amministrativa, e lavoreranno in una delle Università aderenti al progetto: Politecnico di Bari, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Università degli Studi di Brescia, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università degli Studi di Cagliari, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridonale, Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Firenze, Università degli Studi di Genova, Università degli Studi dell'Insubria, Università degli Studi dell’Aquila, Università degli Studi di Messina, Università Cattolica di Milano, Politecnico di Milano, Università Statale di Milano, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Pavia, Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, Scuola Normale Superiore di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università di Pisa, Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, Università degli Studi di Sassari, Università degli Studi di Siena, Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Trento,Università degli Studi di Trieste, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo.

Le lezioni saranno in inglese e i corsi saranno tenuti dai professori delle trenta università. Il corso di dottorato avrà inizio il 1 novembre 2021.

I sei percorsi tematici del dottorato
I sei percorsi tematici del dottorato

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 12 luglio 2021

Agenda - pagina 22

Università. Iscrizioni entro il 22 luglio

Sviluppo sostenibile, nuovo dottorato

Al via le candidature per il corso di dottorato nazionale in Sviluppo sostenibile e cambiamento climatico istituito dalla Scuola Universitaria Superiore Iuss di Pavia, in convenzione con l'Università di Cagliari e altri atenei italiani. Il corso avrà una durata di tre anni e punta a preparare le generazioni future a ridisegnare una società resiliente, in grado di affrontare e gestire al meglio il problema del cambiamento climatico, e a ripensare i processi di sviluppo sostenibile, non più esclusivamente misurati in termini di mera crescita economica. Le domande per la partecipazione al concorso dovranno essere presentate alla Iuss mediante piattaforma web (www.iusspavia.it/phd-sdc) entro le 12 del 22 luglio. «Si tratta di un altro importante passo nel percorso che il nostro ateneo ha, da tempo, intrapreso per contribuire, con la sua capacità e competenza, al perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030», ha dichiarato Italo Meloni, docente di Pianificazione dei trasporti e referente del dottorato. «La partecipazione offrirà un'altra opportunità ai nostri laureati per intraprendere un percorso di alta formazione interdisciplinare sul tema della sostenibilità con cui affrontare le nuove sfide del progresso". Grazie al cofinanziamento del Ministero dell'Università e della Ricerca e dei 30 Atenei coinvolti sono state bandite 105 borse di studio suddivise in 6 curricula: Earth system and environment, socio-economic risk and impacts, Technology and territory, theories, institution and cultures, agriculture and forestry, Health and ecosystem. 

La notizia su L'Unione Sarda del 12 luglio 2021 a pagina 22
La notizia su L'Unione Sarda del 12 luglio 2021 a pagina 22

Links

Last news

19 October 2021

Campus di viale Sant’Ignazio, non solo spazi verdi

Serata di pregio nell’Aula magna Vera Cao Pinna di Palazzo Baffi per la presentazione del volume di Pier Francesco Cherchi e Marco Lecis che ridisegna gli spazi della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche. Il Rettore Francesco Mola: “Avremo sempre più studenti e studentesse abituati ad un mondo sempre connesso che simula gli spazi aperti. Noi dobbiamo offrire loro l’esperienza reale. Tenere una comunità in spazi chiusi è un delitto”. L’iniziativa segna il passaggio di testimone tra Stefano Usai e Nicola Tedesco alla guida della Facoltà

18 October 2021

Il Museo di Zoologia apre le sue porte per i 400 anni di UniCa

Martedì 19 ottobre alle 10, la Facoltà di Biologia e Farmacia organizza una visita guidata alle preziose collezioni zoologiche conservate nel complesso di Ponte Vittorio. L'evento sarà introdotto dalle docenti Rita Cannas e Susanna Salvadori. Le raccolte, recentemente riorganizzate e curate in una nuova esposizione, comprendono alcune migliaia di esemplari di notevole interesse storico, scientifico e didattico

Questionnaire and social

Share on: