L’intervento del Rettore Maria Del Zompo all’iniziativa promossa dal ministro per il Sud e la coesione territoriale, aperta dal Presidente del Consiglio Mario Draghi. “L’unico investimento che dà certezza sul futuro – ha aggiunto la prof.ssa – è quello sui nostri giovani. Occorre puntare sulle persone: sono state chiuse troppe scuole e troppi asili, è stato dimezzato il numero dei docenti e del personale universitario, siamo da tempo sotto il livello di guardia. Eppure l’istruzione è l’unica concreta opportunità per permettere lo sviluppo della società". RASSEGNA STAMPA
24 March 2021
Maria Del Zompo durante l'iniziativa promossa dal Ministro per il Sud

“Occorre investire sui giovani, e questo non sta succedendo - ha rimarcato il Magnifico - Abbiamo un sistema imprenditoriale che fa fatica perché il sistema dell’istruzione è in difficoltà da tempo. Queste cose si pagano.

Sergio Nuvoli

Cagliari, 23 marzo 2021 - “Sono state chiuse troppe scuole e troppi asili, è stato dimezzato il numero dei docenti e del personale universitario, siamo da tempo sotto il livello di guardia. Eppure l’istruzione è l’unica concreta opportunità per permettere lo sviluppo della società: ecco perché il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) dovrebbe avere una priorità assoluta nell’investimento su tutto il sistema dell’istruzione, ed in particolare di quella universitaria”.

Lo ha detto Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari, intervenendo nel tardo pomeriggio di oggi ai lavori di “SUD - Progetti per ripartire”, l’iniziativa di ascolto e di confronto che il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, ha promosso in vista della elaborazione definitiva del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e della definizione dell'accordo di partenariato. “L’unico investimento che può dare certezza di futuro è quello sui nostri giovani – ha proseguito la prof.ssa Del Zompo - Mi permetto di suggerire un intervento importante prima di tutto con un progetto di orientamento a partire dalle terze classi delle superiori, massiccio, sostenuto nel tempo e diffuso in tutte le regioni, considerando le peculiarità del territorio”.

“Occorre investire sui giovani, e questo non sta succedendo - ha rimarcato - Abbiamo un sistema imprenditoriale che fa fatica perché il sistema dell’istruzione è in difficoltà da tempo. Queste cose si pagano.

Il logo dell'iniziativa
Il logo dell'iniziativa

La prof.ssa Del Zompo è intervenuta alla sessione dedicata all'università, dopo la sessione generale aperta al mattino dai saluti del Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi

Il Rettore ha quindi rivendicato il ruolo dell’ateneo cagliaritano nella progettualità basata sulla conoscenza e fondamentale per contribuire allo sviluppo della società sarda. “Nell’Università – ha concluso – la didattica fonda le sue radici nella ricerca, ed è questo il vero motore che crea conoscenza e sviuppo: per questo investire sulla ricerca universitaria è l’unico vero volano di sviluppo di una società”.

L’importante appuntamento è stato aperto dai saluti del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, e ha visto la partecipazione – oltre al Rettore dell’ateneo cagliaritano – del Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas e del sindaco di Cagliari Paolo Truzzu.

Il Rettore durante la sessione dedicata all'Università italiana
Il Rettore durante la sessione dedicata all'Università italiana

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 24 marzo 2021

Primo piano - pagina 9

LA PRIORITA'

"Il Piano nazionale di ripresa e resilienza dovrebbe avere una priorità assoluta nell'investimento su tutto il sistema dell'istruzione, ed in particolare di quella universitaria" Maria Del Zompo

La dichiarazione di Maria Del Zompo su L'Unione Sarda del 24 marzo 2021 a pagina 9
La dichiarazione di Maria Del Zompo su L'Unione Sarda del 24 marzo 2021 a pagina 9

LA NUOVA SARDEGNA del 24 marzo 2021

Sardegna - pagina 6

Il confronto

Del Zompo: la ricerca è il vero traguardo
 

CAGLIARI. Al primo appuntamento sul «Sud-Progetti per il rilancio» e i progetti per l'utilizzo del Recovery fund hanno partecipato anche Maria Del Zompo, rettore dell'Università di Cagliari, e Paolo Truzzu, il sindaco della Città metropolitana cagliaritana. La prima ha detto: «Sono state chiuse troppe scuole e troppi asili, sono stati dimezzati i docenti e il personale universitario, siamo da tempo sotto il livello di guardia. Eppure l'istruzione è l'unica concreta opportunità per permettere lo sviluppo della società: ecco perché il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dovrebbe avere una priorità assoluta: investire su tutto il sistema dell'istruzione, ed in particolare di quella universitaria. Quindi, sono indispensabili investimenti che diano la certezza di un futuro ai nostri giovani». Il sindaco metropolitano, che è anche vicepresidente nazionale dell'Associazione dei Comuni, ha sostenuto: «Abbiamo davanti un'occasione unica da sfruttare soprattutto perché le risorse a disposizione saranno tante. Dobbiamo diminuire - ha concluso Truzzu - i divari storici che oggi esistono fra il Mezzogiorno col resto dell'Italia e dell'Europa. Trasporti, energia, istruzione e reti digitali dovranno essere i capisaldi».

L'articolo su La Nuova Sardegna del 24 marzo 2021 a pagina 6
L'articolo su La Nuova Sardegna del 24 marzo 2021 a pagina 6

Links

Last news

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 January 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 January 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: