La scomparsa di Adolfo Lai, ordinario di Chimica Fisica, già Prorettore per la ricerca scientifica del nostro Ateneo
09 February 2021
Adolfo Lai

Cagliari, 10 febbraio 2021 – E’ scomparso nei giorni scorsi il professor Adolfo Lai, stimato docente del nostro Ateneo. Pubblichiamo il ricordo che di lui ha scritto Flaminia Cesare Marincola, professore associato di Chimica Fisica.

 

Adolfo si è laureato in Chimica presso l’Università di Cagliari nel 1968. Dopo aver ricoperto il ruolo di assistente incaricato delle cattedre di “Analisi Chimiche Spettroscopiche”, “Spettroscopia a radiofrequenza” e “Spettroscopia Molecolare”, prese servizio come Professore Associato di Chimica Fisica nel 1985  e divenne Professore Ordinario di Chimica-Fisica nel 2005.

Con l’acquisto del primo spettrometro NMR 80 MHz dell’Università di Cagliari, nel 1980 ha fondato nel nostro Ateneo quello che oggi è chiamato “Laboratorio NMR interdipartimentale”, presente presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche.

Adolfo è stato responsabile scientifico di questo centro fino al suo pensionamento e ne ha curato personalmente l’allestimento e la gestione degli spettrometri di cui negli anni successivi il laboratorio si è equipaggiato: un 300 MHz, un 400 MHz (dotato di un probe dedicato all’analisi di campioni in fase solida) e due 500 MHz. Il laboratorio è tutt’oggi frequentato assiduamente da una quindicina di gruppi di ricerca del nostro Ateneo che afferiscono principalmente agli ambiti della chimica, chimica farmaceutica e medicina e che utilizzano gli spettrometri NMR sia per la ricerca, pubblicando i risultati scientifici raccolti con questa strumentazione in prestigiose riviste scientifiche, sia per l’attività didattica in diversi corsi di laurea.

La sua produzione scientifica conta più di 150 lavori in riviste nazionali ed internazionali. I suoi studi sono stati rivolti principalmente alla caratterizzazione delle proprietà strutturali e dinamiche di sistemi di interesse biologico mediante spettroscopia NMR multinucleare mono- e bidimensionale. Il Premio Nobel Richard Feynman disse che “serve un'enorme immaginazione per figurarsi come è fatto il mondo”.

Ad Adolfo l’immaginazione non mancava di certo. La sua curiosità e la capacità di vedere oltre le cose lo hanno portato a raggiungere risultati scientifici degni di nota in settori di ricerca di nicchia tra i quali quelli raggiunti con la spettroscopia NMR del sodio-23 (23Na) per la caratterizzazione dell’interazione drug-DNA e con la spettroscopia dello xenon-129 (129Xe) per la caratterizzazione strutturale delle cavità idrofobiche di proteine.

 È stato anche Prorettore per la Ricerca Scientifica (2005-2009) ed uno tra i più convinti sostenitori  dell’importanza della comunicazione scientifica e della collaborazione Università-territorio.

Generazioni di studenti si sono formati sui principi dei suoi insegnamenti di spettroscopia frequentando le sue lezioni. Per molti, oggi la scomparsa di Adolfo rappresenta la perdita di un Maestro, per altri quella di un Collega e per altri ancora, inclusa me, la perdita soprattutto di un caro amico.

Flaminia Cesare Marincola

Last news

24 January 2022

Un pensiero per cancellare la violenza di genere

La Facoltà di Ingegneria e Architettura lancia un concorso di idee per individuare una citazione che rappresenti in modo significativo la campagna di sensibilizzazione nei confronti del contrasto alla violenza di genere. La frase prescelta sarà incisa su una targa collocata in prossimità della panchina rossa nel giardino della Facoltà, dipinta il 25 novembre scorso in occasione della manifestazione “Una pennellata per cancellare la violenza di genere”

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 January 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

Questionnaire and social

Share on: