Al campus di via San Giorgio sono state consegnate le prime bici elettriche e monopattini. Lo staff di Italo Meloni ha incontrato i vincitori – singolarmente e con cadenze distanziate prestabilite nel rigoroso rispetto delle indicazioni anti Covid - della prima fase del programma sulla mobilità intelligente e sostenibile nell'Area metropolitana
27 October 2020
Italo Meloni consegna bici elettrica e kit "Svolta" allo studente Davide Brunetto

La consegna dei premi nell'osservanza delle disposizioni del recente Dpcm

Mario Frongia

Stamani, martedì 27 ottobre, dalle 10.30, nel complesso universitario di via San Giorgio n. 12 - ex Clinica medica, Cagliari - ha avuto inizio la consegna - nel rigoroso rispetto delle disposizioni di prevenzione al Covid, quindi singolarmente e con cadenze distanziate e prestabilite  - dei premi ai 262 vincitori, estratti a sorte tra i cinquemila che hanno partecipato alla prima fase del Progetto Svolta. I primi due partecipanti a ricevere i regali sono stati Davide Brunetto, originario di Carbonia, al secondo anno del corso di laurea magistrale in Informatica, e Antonietta Ligas, neolaureata in Biologia celleulare e molecolare, di Usini. Lo staff guidato da Italo Meloni - ordinario di Pianificazione dei trasporti, responsabile scientifico del progetto e direttore del Cirem (Centro interuniversitario ricerche economiche mobilità) - ha dovuto modificare la tabella di marcia del programma: "Abbiamo subito dei rallentamenti che ci hanno costretto a posticipare alcune delle attività previste. Tra queste, la consegna dei premi ai vincitori della prima fase dell’indagine e l’avvio della seconda fase. Procederemo con la massima cautela alla consegna dei premi”. Intanto, stamani con un bel sole, le prime consegne.

Antonietta Ligas riceve la bici dal professor Meloni
Antonietta Ligas riceve la bici dal professor Meloni

La felicità dei vincitori. Intanto, il Cirem lancia la nuova indagine sugli effetti della pandemia sulla mobilità urbana

"Felice? Sì, molto. Adesso potrò guadagnare tempo negli spostamenti" dice Davide Brunetto. Dello stesso avviso Antonietta Ligas: "Sono molto contenta, avrei dovuto comprare proprio una bici del genere". Dopo i primi due premiati al campus di via San Giorgio, è stata la volta di un'altra decina di vincitori ai quali sono stati donati altre bici e monopattini. Soddisfazione, nonostante i limiti e la prudenza imposta dal Covid, anche dal team di Italo Meloni: "Le restrizioni imposte per limitare la diffusione del Covid-19 hanno stravolto molti aspetti della quotidianità, spingendo a rivedere abitudini consolidate e a riadattare comportamenti individuali e collettivi alla nuova situazione. Da qui, l'avvio dell'indagine tesa a conoscere come la pandemia abbia influito e modificato le abitudini di viaggio delle persone che, per motivi di lavoro e studio, quotidianamente si spostano nella città di Cagliari" ha aggiunto il professore. Alle attività di ricerca prendono parte Nicola Mura, Francesco Piras, Eleonora Sottile, Giovanni Tuveri, Andrea Zara Veronica Zucca. Il campione di viaggiatori dovrà compilare un questionario on line, consultabile sul sito www.svoltacagliari.it o dal link contenuto nella mail inviata ai partecipanti. “Svolta - Cagliari per una mobilità intelligente e sostenibile” è finanziato dal Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-studio (Università) e casa-lavoro del ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare. Il progetto è stato presentato dal Comune di Cagliari, ente capofila, in collaborazione con Cirem (sezione Crimm), Regione Sardegna, Arst, Ctm e Playcar.

Link al questionario https://metrostyles.wufoo.com/forms/qq3q0do0r6qq1e/ - www.svoltacagliari.it - info@svoltacagliari.it

 

Davide Brunetto, primo classificato tra i cinquemila partecipanti al concorso "Svolta"
Davide Brunetto, primo classificato tra i cinquemila partecipanti al concorso "Svolta"

Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: