Per una narrazione corretta tra dovere/diritto di cronaca ed etica dell’informazione: corso di formazione lunedì 25 novembre nell'Aula Motzo di Sa Duchessa in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Organizzano l’Ordine dei Giornalisti della Sardegna e Giulia Giornaliste in collaborazione con il Dipartimento di Pedagogia, psicologia, filosofia e la Facoltà di Studi Umanistici. Apre i lavori Maria Del Zompo, Rettore di UniCa, intervengono i docenti Massimo Arcangeli, Cristina Cabras, Elisabetta Gola. L'iniziativa inserita nel programma di UniCa "25 novembre tutto l'anno"
22 November 2019
Fare i titoli: un dettaglio della locandina

Sergio Nuvoli

Cagliari, 20 novembre 2019 - Giulia giornaliste e l’Ordine dei Giornalisti della Sardegna, in collaborazione con la Facoltà di Studi Umanistici, Dipartimento di Pedagogia, psicologia, filosofia dell’Università di Cagliari, in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, organizzano il 25 novembre il corso di formazione (e informazione) “Fare i titoli: le parole giuste per dirlo”. Il corso, aperto a tutti, è inserito nel programma dell’Università di Cagliari “25 novembre tutto l’anno”.

L'iniziativa si terrà nell’Aula Motzo della Facoltà di Studi Umanistici (a Sa Duchessa), e per la sua complessità si sviluppa per tutta la giornata (mattina e pomeriggio) e riconosce ai giornalisti che partecipano 10 crediti formativi deontologici. È prevista inoltre la partecipazione straordinaria delle due artiste Lucido Sottile (Michela Sale Musio e Tiziana Troja). Un’attività seminariale che si propone di aprire una riflessione sulle modalità di composizione di titoli e occhielli in particolare collegati ad una narrazione su temi sensibili come minori, migranti, LGBT, violenza di genere, femminicidi, discriminazioni, abusi. Temi che necessitano di un’attenzione speciale non solo per garantire una cronaca reale ma anche per assicurare che l’informazione eserciti il ruolo che le è riconosciuto di responsabilità sociale, culturale e pedagogica.

Scarica la locandina completa dell'iniziativa
Scarica la locandina completa dell'iniziativa

La mattina dalle 10 alle 13 si succederanno gli interventi dei diversi relatori, mentre nel pomeriggio dalle 15 alle 17 si svolgeranno i gruppi di lavoro per mettere in pratica concetti, suggerimenti, informazioni e conoscenze acquisite nella sessione teorica.

Attraverso un confronto pluridisciplinare, si valuteranno le modalità d’incontro tra la composizione di un titolo accattivante, interessante ma sempre realistico, e l’esigenza di evitare le trappole del sensazionalismo, dei pregiudizi, degli stereotipi, della superficialità e del sessismo.

Durante la giornata si farà un bilancio sull’attuazione, a due anni dalla sua nascita, del Manifesto di Venezia che impegna giornaliste e giornalisti ad una informazione corretta, rispettosa e consapevole della violenza di genere. Tanto è stato fatto anche attraverso i corsi di formazione ma non è ancora sufficiente. Basta tornare indietro di pochi mesi alle cronache sul femminicidio di Elisa Pomarelli accaduto a Piacenza: un racconto pieno zeppo di stereotipi e pregiudizi, in palese violazione del Manifesto di Venezia. 

Maria Del Zompo con Francesco Mola, Prorettore vicario e Presidente del Comitato Unico di Garanzia dell'Ateneo (foto di Francesco Cogotti)
Maria Del Zompo con Francesco Mola, Prorettore vicario e Presidente del Comitato Unico di Garanzia dell'Ateneo (foto di Francesco Cogotti)

Last news

15 January 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

Lunedì, in prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine è dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

14 January 2022

La solidarietà dell'Ateneo alla studentessa aggredita

L’Università di Cagliari supporta con forza la necessità di denunciare ogni episodio violento di cui si sia vittime o testimoni alle autorità competenti, con le quali conferma un rapporto di massima e fattiva collaborazione, e di promuovere e tenere vivo il dibattito pubblico su questi temi fondamentali per la tutela e l’esercizio dei diritti di cittadinanza sostanziale di tutte e tutti

12 January 2022

Esami e lauree possibili anche a distanza

Lo prevede un decreto firmato dal Rettore Francesco Mola che precisa che “la modalità in presenza potrà essere adottata se, in relazione al numero degli iscritti a ciascun appello, al numero di laureandi e alla disponibilità di spazi adeguati, potranno essere garantite le condizioni di sicurezza previste dai protocolli vigenti”. “Gli organi dell’Ateneo – commenta il Magnifico – stanno portando avanti una costante opera di monitoraggio per garantire la prosecuzione delle attività in sicurezza, calibrando e adottando le misure a seconda dell’evoluzione della situazione”. RASSEGNA STAMPA E SERVIZI DEI TG

Questionnaire and social

Share on: