Venerdì 22 novembre a partire dalle 10 una giornata di accoglienza e benvenuto alla Facoltà di Ingegneria e Architettura: al mattino l’invito è rivolto agli studenti delle scuole superiori che potranno visitare gli spazi del Campus di via Marengo, al pomeriggio ci sarà spazio per attività dedicate alle matricole (e non solo), organizzate dai rappresentanti degli studenti, dalle associazioni studentesche e dalla Facoltà guidata da Corrado Zoppi
22 November 2019
Porte aperte in Piazza d'Armi

Sergio Nuvoli

Cagliari, 20 novembre 2019 – Comincerà alle 10 di venerdì 22 novembre la giornata di accoglienza “Porte aperte in Piazza d’Armi”, con cui la Facoltà di Ingegneria e Architettura darà ufficialmente il benvenuto agli studenti delle scuole superiori e alle matricole.

A oggi sono già iscritti all’iniziativa 1400 studenti delle scuole di tutta l’Isola, che potranno visitare al mattino gli spazi della facoltà: arriveranno non solo dall’area metropolitana di Cagliari, ma anche da Porto Torres, da Muravera, da Sanluri, Sorgono e Isili. E’ ancora possibile iscriversi, sia con la scuola sia in modo autonomo.

Saranno gli studenti già iscritti alla Facoltà a fare da guida ai più giovani per scoprire, attraverso il racconto di tesisti, dottorandi, ricercatori e professori, le sfide odierne e future nelle discipline insegnate. Potranno confrontarsi con studenti più grandi che hanno svolto esperienze formative all’estero e conoscere i laboratori e le aule dove si svolgono le attività di ricerca o di didattica.

Corrado Zoppi presiede la Facoltà di Ingegneria e Architettura (foto di Francesco Cogotti)
Corrado Zoppi presiede la Facoltà di Ingegneria e Architettura (foto di Francesco Cogotti)

Il pomeriggio sarà invece dedicato alle matricole, ma anche agli altri iscritti ai corsi di laurea triennale e magistrale: il Campus sarà a loro disposizione dalle 15.30 fino alle 23. Per loro le associazioni studentesche, i rappresentanti degli studenti e la facoltà stessa hanno organizzato momenti informativi, ma anche di socializzazione e incontro: previste attività informative sui programmi di mobilità internazionale (Erasmus Studio, Erasmus Traineeship, Globus) e sulle attività delle associazioni studentesche (fra cui AEGEE, ESN) ma anche sulle attività di tesi e tirocinio disponibili nei diversi corsi di studio e sull’offerta di lauree magistrali della facoltà.

Dalle 18 la parte informativa lascerà spazio ai momenti di socializzazione e incontro, con l’apertura del Bar Unica 2.0 e un concerto organizzato nel piazzale che vedrà impegnati gruppi musicali con almeno un membro che faccia parte della facoltà, studente o docente.

Uno scorcio del piazzale della Facoltà di ingegneria e Architettura
Uno scorcio del piazzale della Facoltà di ingegneria e Architettura

“Si tratta di una iniziativa che la Facoltà sta sperimentando – spiegano gli organizzatori - e che mira ad avviare un rapporto più diretto sia con le scuole superiori sia con i nostri studenti. Verranno aperte le porte del Campus per coinvolgere le matricole e gli studenti delle scuole, in momenti diversi a loro dedicati, invitandoli a scoprire le molteplici e differenti caratteristiche della professione dell’ingegnere e dell’architetto attraverso le testimonianze dirette di docenti e studenti. Non si tratta, quindi, di presentare i corsi di studio - compito delle Giornate di Orientamento organizzate dal nostro Ateneo - ma di presentare una professione che, nell’affrontare le sfide del futuro, è ormai molto diversa da quanto si manifesta nei luoghi comuni che popolano l’immaginario degli studenti. Ci proponiamo, quindi, che questo possa essere l’inizio di un percorso di scoperta che aiuti lo studente a trovare la propria vocazione e a capire che quello dell’ingegnere o dell’architetto è un lavoro che riserva innumerevoli sfide, appassionanti e coinvolgenti”.

Informazioni sugli orari e per iscriversi alla visita sono disponibili al seguente link: http://sites.unica.it/porteaperteinpiazzadarmi. Per ulteriori informazioni, si può scrivere al seguente indirizzo: orienta.ingarc@unica.it

Sara Cabitza, laureata in Ingegneria meccanica, era stata ospite dell'edizione dello scorso anno: ora collabora alla progettazione delle monoposto di Formula 1
Sara Cabitza, laureata in Ingegneria meccanica, era stata ospite dell'edizione dello scorso anno: ora collabora alla progettazione delle monoposto di Formula 1

Last news

24 May 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

OGGI 24 MAGGIO IN DIRETTA WEB. Grazie agli interventi di molti ex studenti di UniCa, oggi affermati professionisti in diversi contesti lavorativi di ottimo livello, che racconteranno la loro esperienza di successo, l’incontro ‘’Dottorato di ricerca: quale futuro "oltre" l'accademia?’’ permetterà di evidenziare le molteplici opportunità occupazionali al di fuori del mondo accademico. Organizzato dalla Consulta dei Coordinatori dei corsi di dottorato, presieduta dal professor Giuseppe Sergioli, l’evento sarà preceduto dagli interventi del magnifico rettore Mola e dei prorettori Putzu, Colombo e Carucci. COLLEGAMENTO SU TEAMS DALLE 15,30

24 May 2022

Cagliari, per una mobilità intelligente e sostenibile

Ideata dai ricercatori del Crimm un’applicazione innovativa e gratuita per smartphone che verrà utilizzata per la prima volta nel capoluogo. Il progetto Svolta ha coinvolto dal 2019 oltre undicimila cagliaritani. Alla conferenza stampa di presentazione prendono parte, per l’Università di Cagliari, Gianni Fenu e Italo Meloni. Per la municipalità intervengono Paolo Truzzu e Alessio Mereu

24 May 2022

RadUni. Unica Radio si aggiudica il premio per il miglior programma 2022

Nel corso del festival nazionale delle radio universitarie, a Catania, la radio degli studenti dell'ateneo cagliaritano vince un nuovo riconoscimento con ''Dietro le quinte'', format dedicato alla musica classica in programma al Teatro lirico di Cagliari. Estremamente positivo il commento di Angelo Di Benedetto, speaker di RTL 102.5

23 May 2022

DONA IL 5x1000 ALL'ATENEO DI CAGLIARI

Per sostenere la ricerca in Sardegna e il lavoro dei nostri giovani studenti e ricercatori, nella dichiarazione dei redditi firma nel riquadro “Finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università” indicando il numero di codice fiscale 80019600925

Questionnaire and social

Share on: