UniCa UniCa News News Notte europea dei ricercatori. Giovani, ateneo, città, enti e territorio: sfida vincente

Notte europea dei ricercatori. Giovani, ateneo, città, enti e territorio: sfida vincente

Il 27 settembre, dopo il successo del 2018 con oltre diecimila visitatori, la serata dedicata alla scienza con l'Università nel cuore di Cagliari. Ricerca, sviluppo e arte sono i temi chiave dell’evento che fa capo al progetto Sharper. Forte interazione con il pubblico tra spettacoli, area bambini, mostre, rappresentazioni e dibattiti aperti
28 August 2019
La scienza e la città. La forza di un messaggio e di un evento che qualifica e accredita

A Cagliari e Nuoro un universo scientifico in divenire a disposizione dei cittadini con un occhio di riguardo alle nuove generazioni

Mario Frongia

  

Venerdì 27 settembre, dalle 16 alle 24 piazza Garibaldi, ma anche la scuola “Alberto Riva”, la Manifattura tabacchi in viale Regina Margherita e i Geo-musei in via Trentino ospitano un evento senza eguali. La Notte europea dei ricercatori fa capo al progetto europeo Sharper (Sharing researchers’ passions for evidences and resilience) “European researcher’s night” e coinvolge gli specialisti di dodici dipartimenti e di vari centri di ricerca. Dopo il successo della scorsa edizione con la partecipazione di oltre diecimila visitatori, la Notte torna con installazioni artistiche, mostre interattive, attività per bambini e ragazzi, laboratori, concerti, conferenze. In scaletta oltre 70 interventi e 30 gazebo in piazza. Con il pubblico che potrà immergersi nel mondo della ricerca e stare a stretto contatto con i ricercatori. Verranno presentate le attività a studenti, cittadini e imprese. La manifestazione viene seguita con trasmissioni in diretta da UnicaRadio.it ed è curata dall’Università del capoluogo e dalla sezione di Cagliari dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn). La Notte mira a coinvolgere i cittadini nella quotidianità dei ricercatori e del ruolo che ricoprono nel contribuire alla costruzione del futuro della società. Peraltro, la manifestazione andrà in scena in concomitanza anche a Nuoro con una serie di eventi.

Cagliari. Un'immagine tratta dall'ultima edizione della Notte dei ricercatori
Cagliari. Un'immagine tratta dall'ultima edizione della Notte dei ricercatori

Menu allettante e suggestivo. Dalle nanoparticelle ai menhir ma anche teleriabilitazione, cannabis e cervello, ambiente e sicurezza

Dalla materia oscura alle nanoparticelle passando per acqua, menhir, alieni, teleriabilitazione, economia circolare, disuguaglianze, sicurezza, scene del crimine, ambiente, cultura e territorio, antichi testi sardi, automazione, cannabis e cervello, scimmie e diritto d’autore, carcinomi e genetica. Questi sono solo alcuni degli ingredienti dei seminari divulgativi tenuti dai ricercatori nelle scuole primarie e secondarie nelle attività di natura artistica e scientifica alla Manifattura tabacchi. La scaletta della manifestazione prevede le “Quattro chiacchiere con i ricercatori”, a cura dell’ateneo e dell’Infn di Cagliari, l’Area kids (esperimenti e attività per bambini), gli European corner (opportunità a sostegno della ricerca e programma Maria Curie). Inoltre, dal 20 al 28 settembre, si tengono una serie di attività al confine tra arte e scienza alla Manifattura Tabacchi. Tra queste l’installazione “Museum of the moon” di Luke Jerram e la mostra interattiva “L’universo a portata di mano” a cura dell’Infn. Di forte interesse anche “Aspettando la notte”, seminari che dal 23 al 26 settembre si tengono nelle scuole secondarie Giua, Pacinotti, Euclide, Convitto nazionale e Alberti. In calendario anche “Ricercatori alla spina” il 25 settembre e, il giorno seguente, la conferenza-incontro con Luna Rossa Prada Pirelli team.

 

Curiosità, intuito, destrezza: la scienza che avvicina i giovani con linguaggi appropriati
Curiosità, intuito, destrezza: la scienza che avvicina i giovani con linguaggi appropriati

Partner&sponsor. Coinvolgimento e inclusione per la scienza a portata di mano

 L’evento è organizzato da Università di Cagliari e sezione locale dell’Infn con il coinvolgimento di Regione Sardegna, Comune di Cagliari e Nuoro, Sardegna Ricerche, 10Lab, Istituto nazionale astrofisica (Inaf), Crs4, Sardegna Teatro, Manifattura Tabacchi, Associazione laboratorio scienza, Associazione ScienzaSocietàScienza, complesso didattico Santa Caterina, Associazione Coderdojo Quartu, Associazione Ideas, Cnr-Iom, Ctm, Ris-Carabinieri, Polizia, Comando provinciale Vigili del fuoco. Il progetto è finanziato dall’Assessorato regionale pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport nell’ambito del bando Por-Fesr 2014-2020 e dall’Assessorato comunale cultura e spettacolo.

Informazioni: www.unica.it
 

Cagliari. Pubblico eterogeneo agli eventi tenutisi per la Notte del 2018 in piazza Garibaldi
Cagliari. Pubblico eterogeneo agli eventi tenutisi per la Notte del 2018 in piazza Garibaldi

Attachments

Last news

13 December 2019

Verso un futuro condiviso, con UniCa

Il ruolo dell’Ateneo nella definizione del Piano Strategico della Città Metropolitana di Cagliari: venerdì 13 dicembre a Palazzo Regio numerosi ricercatori intervengono al Forum, il Prorettore vicario Francesco Mola tra i relatori della tavola rotonda

13 December 2019

UniCa con Legambiente per il Bacino del Rio Posada

L’Università di Cagliari è partner del progetto di tutela ambientale “Acqua e fuoco. Dalle cicatrici del passato la mappa per un futuro al riparo dai rischi nel Parco di Tepilora”. In prima linea il Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche grazie al gruppo di ricerca composto dai professori Antonio Funedda, Maria Teresa Melis e Stefania Da Pelo. Questa mattina, su RAITRE, servizio e intervista al prof. Funedda durante il programma televisivo ''BUONGIORNO REGIONE''

13 December 2019

Premio Mazzeo a Fabio Medas

Ancora un risultato di prestigio nazionale assoluto per il giovane ricercatore di Chirurgia Generale al Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell'Università di Cagliari: è stato premiato a Napoli con il riconoscimento intitolato al grande chirurgo della scuola napoletana e fondatore della Società Italiana di Chirurgia Oncologica. Dopo la borsa Ettore Ruggeri ottenuta nel 2016, un nuovo e importante successo per Medas, che opera nel reparto di Chirurgia Generale e Polispecialistica della AOU di Cagliari, diretto dal prof. Piergiorgio Calò

Questionnaire and social

Share on: