La più grande campagna di documentazione di canti devozionali e cori di scuola nuorese al centro del progetto promosso dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico in collaborazione con il LABIMUS, Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica dell’Università degli Studi di Cagliari
23 July 2019
L'immagine di un coro

Sergio Nuvoli

Cagliari, 23 luglio 2019 - Venerdì 26 luglio alle 10.30, nella biblioteca dell’ISRE di via Papandrea 6 sarà presentato il progetto BOGHES, la più grande campagna di documentazione di canti devozionali della tradizione sarda e cori di scuola nuorese mai realizzata fino ad oggi. Si tratta di un progetto promosso dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico in collaborazione con il LABIMUS, Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica dell’Università degli Studi di Cagliari e la Fondazione Andrea Parodi, la cui realizzazione è affidata all’Associazione Culturale ‘Imprentas’.

Il progetto BOGHES darà vita a un ampio corpus di documenti audiovisivi realizzati con tecnologie all’avanguardia che sarà reso disponibile attraverso un apposito sito internet. Oggetto delle registrazioni saranno alcune tra le più interessanti pratiche polivocali e polifoniche della Sardegna.

Il progetto si articola in due annualità. Nella prima, già in fase di realizzazione, verranno documentate le pratiche polivocale a carattere devozionale di cento paesi della Sardegna: rosari cantati, inni di lode (gòcius/ gosos) e pregadorias che sono allo stesso tempo forme di sincera devozione popolare e canti dal forte valore identitario. La seconda annualità sarà invece dedicata ai cosiddetti cori di scuola nuorese, un fenomeno musicale nato a metà del secolo scorso nel capoluogo barbaricino e oggi in continua espansione.

I cori di scuola nuorese saranno al centro della seconda annualità del progetto
I cori di scuola nuorese saranno al centro della seconda annualità del progetto

I materiali raccolti saranno anche oggetto di studio da parte di una equipe di etnomusicologi facenti capo al Labimus e guidati da Marco Lutzu, ricercatore all’Università di Cagliari e responsabile scientifico del progetto, che prevede inoltre una serie di iniziative promozionali affidate alla Fondazione Andrea Parodi per presentare i risultati della ricerca e i materiali raccolti in diversi centri del territorio regionale.

L’attuale avanzamento dei lavori e la generale articolazione del progetto saranno oggetto della conferenza stampa organizzata per venerdì 26 luglio, a cui prenderanno parte, oltre la presidenza e la dirigenza dell’Istituto Superiore Etnografico, il responsabile scientifico del progetto Marco Lutzu, Ignazio Macchiarella, etnomusicologo dell’Università di Cagliari e direttore del Labimus, e Ottavio Nieddu, presidente Associazione Culturale ‘Imprentas’.

Il responsabile scientifico del progetto Marco Lutzu
Il responsabile scientifico del progetto Marco Lutzu

Last news

19 May 2022

Unica&Imprese, al via l’Agrifood edition 2022

Tecnologie e applicazioni avanzate, prodotti, processi, promozione e commercializzazione. Il confronto tra ricercatori e imprese del territorio coinvolte nell’agroalimentare in Sardegna. “L’Università di Cagliari è da anni impegnata a promuovere e alimentare il processo di produzione di valore fungendo da motore di sviluppo e generatore di innovazione del settore” dice Fabrizio Pilo. Le iscrizioni all’evento del Crea si chiudono il 10 giugno. All'interno il link per formalizzare l'adesione

18 May 2022

Ricerca, quattro dipartimenti dell’Università di Cagliari al top in Italia

Giurisprudenza, Ingegneria elettrica ed elettronica, Matematica e Informatica, Scienze politiche e sociali hanno superato la prima selezione e sono in corsa per entrare nella lista dei 180 Dipartimenti di eccellenza. Confermato il trend positivo dei risultati ottenuti sulla VQR. L’orgoglio dell’Ateneo nelle parole del Rettore Francesco Mola: “Risultato importante e incoraggiante”. RASSEGNA STAMPA

17 May 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

IL 24 MAGGIO IN DIRETTA WEB. Grazie agli interventi di molti ex studenti di UniCa, oggi affermati professionisti in diversi contesti lavorativi di ottimo livello, che racconteranno la loro esperienza di successo, l’incontro ‘’Dottorato di ricerca: quale futuro "oltre" l'accademia?’’ permetterà di evidenziare le molteplici opportunità occupazionali al di fuori del mondo accademico. Organizzato dalla Consulta dei Coordinatori dei corsi di dottorato, presieduta dal professor Giuseppe Sergioli, l’evento sarà preceduto dagli interventi del magnifico rettore Mola e dei prorettori Putzu, Colombo e Carucci. COLLEGAMENTO SU TEAMS DALLE 15,30

17 May 2022

UniCa sempre più cardioprotetta

Un nuovo defibrillatore installato nella sede della Scuola di Architettura, alla presenza del Prorettore alla Didattica, del Direttore del DICAAR e della vicepresidente della Facoltà di Ingegneria e Architettura. L’apparecchio donato dall’associazione Luca Noli si aggiunge a quelli già presenti in vari punti dell’Ateneo. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: