Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, cominciati i lavori della Summer school - Scuola di Alta Formazione rivolta ai docenti della scuola secondaria: in aula 21 docenti provenienti da istituti di tutta la Sardegna. L’obiettivo è trasmettere linee guida utili a fini didattici e perfezionare un modello di insegnamento basato sull’investigazione e sulla ricerca, non solo sulla trasmissione di conoscenze. Resoconto con IMMAGINI
22 July 2019
Maria Teresa Melis tiene il seminario sulla rappresentazione cartografica della superficie terrestre. La cartografia italiana e la lettura delle carte topografiche

Ancora un'iniziativa in stretta collaborazione con il mondo della scuola. I docenti del corso di laurea in Scienze geologiche tengono una serie di seminari e di esperienze pratiche: verso un nuovo modello di insegnamento

Sergio Nuvoli

Cagliari, 22 luglio 2019 – Ha preso il via questa mattina – nei locali del Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche - la Summer school - Scuola di Alta Formazione dal titolo “Geologia del paesaggio e sostenibilità tra modelli e strumenti, in laboratorio e sul terreno” rivolta in particolare ai docenti della scuola secondaria. I lavori sono stati aperti dal Direttore del Dipartimento Rosa Cidu e da Paola Pittau e Laura Bifulco, docenti dell’Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali (ANISN), che patrocina la Summer school insieme all’Associazione Scienza Società Scienza, al Parco Geominerario storico e ambientale della Sardegna e al MIUR.

All’iniziativa stanno partecipando 21 docenti provenienti da scuole medie, licei e istituti tecnici di tutta la Sardegna, che frequenteranno le lezioni tenute da docenti e assegnisti del Dipartimento: Cristina Buttau, Stefania Da Pelo, Antonio Funedda, Alfredo Loi, Maria Teresa Melis, Stefano Naitza, Paolo Orrù, Gian Luigi Pillola, Laura Pioli, Francesca Podda.

Un momento della lezione tenuta da Maria Teresa Melis questa mattina
Un momento della lezione tenuta da Maria Teresa Melis questa mattina

Gli organizzatori: "La sensibilizzazione all'importanza delle scienze geologiche nella gestione e salvaguardia del territorio deve avvenire precocemente nel percorso educativo e formativo"

Quattro ragazzi dell’Istituto Tecnico De Sanctis-Deledda svolgeranno attività di Alternanza Scuola-Lavoro con il ruolo di tutor d’aula, affiancando nelle attività i docenti e realizzando il “Giornale della Summer School” per un’attività trasversale di comunicazione scientifica.

“L’iniziativa nasce dalla convinzione – spiegano gli organizzatori, docenti del corso di laurea in Scienze geologiche - che la sensibilizzazione all'importanza delle scienze geologiche nella gestione e salvaguardia del territorio debba avvenire precocemente nel percorso educativo e formativo, e che insegnanti preparati e motivati possano essere un veicolo molto importante in questo percorso”. Per questo la Scuola si propone di conferire ai docenti linee guida utili ai fini didattici, attraverso esempi di lettura del territorio, considerate le valenze scientifico-didattiche del territorio della Sardegna, ma anche di perfezionare un modello di insegnamento, cioè un metodo di lavoro basato sulla investigazione/ricerca e non di semplice trasmissione di conoscenze.

Un altro momento dell'avvio dei lavori della Summer school
Un altro momento dell'avvio dei lavori della Summer school

Le attività andranno avanti fino a venerdì: la didattica sarà articolata in seminari e studi sul campo, con escursioni, tecniche di monitoraggio, visite guidate e laboratori

Il programma è bilanciato tra attività in didattica hands on e minds on articolate in seminari, studi sul campo (escursioni, tecniche di monitoraggio, visite guidate) e laboratori sperimentali.

La scuola è organizzata nell'ambito delle attività del Piano Lauree Scientifiche Geologia dai docenti Stefania Da Pelo, Antonio Funedda e Maria Teresa Melis e dalla tutor Maria Irene Marras.

La Scuola proseguirà fino a venerdì 26 luglio
La Scuola proseguirà fino a venerdì 26 luglio

Links

Last news

25 May 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

Francesco Mola: "Stiamo investendo molto per i primi livelli della formazione e per la possibilità di remunerare maggiormente dottorandi e assegnisti. Per le borse daremo certamente fondo a tutte le possibili risorse". Il rettore e i prorettori Carucci, Colombo, Onnis e Putzu hanno partecipato alla conferenza coordinata dal professor Sergioli che ha riunito tutti i responsabili dei corsi dell'Università di Cagliari insieme a tanti post-doc dell'ateneo che ora lavorano con successo in ambiti non accademici, anche a livello internazionale. "Un incontro da ripetere" il parere unanime di tutti i partecipanti

25 May 2022

Svoltiamo, l'App del futuro per una mobilità intelligente e sostenibile

Ideata dai ricercatori del Crimm un’applicazione innovativa e gratuita per smartphone che verrà utilizzata per la prima volta a Cagliari. Il progetto Svolta ha coinvolto dal 2019 oltre undicimila cagliaritani. Alla conferenza stampa hanno preso parte, per l’Università di Cagliari, Gianni Fenu e Italo Meloni. Per la municipalità è intervenuto Alessio Mereu. Nutrita presenza di studenti e dottorandi, associazioni del mondo della bici e amici dell'ambiente

25 May 2022

Cagliari Green and Blue City: giornata di studio Dicaar-Aidda

Il confronto tra esperti del Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura e rappresentanti dell'Associazione donne imprenditrici e dirigenti d’azienda, nella mattinata del 27 maggio, sarà un'occasione per ripensare l’intero sistema economico del capoluogo sardo, in modo da valorizzare l’ambiente e le risorse naturali in una logica di economia circolare di riqualificazione e di logistica green. Appuntamento dalle 9 nell'aula magna di Ingegneria e Architettura, (polo universitario di via Marengo)

Questionnaire and social

Share on: