Dal 27 al 31 agosto a Gattatico (Reggio Emilia) la Scuola “Emilio Sereni”: tra i docenti Marco Cadinu e Roberto Ibba, del DICAAR e del Dipartimento di Scienze politiche e sociali. Prevista la proiezione del docu-film "Funtaneris. Sulle strade dell’acqua” e l’esposizione della mostra “Fontane storiche e architetture dell’acqua in Sardegna”, curati entrambi da Marco Cadinu. RASSEGNA STAMPA
06 July 2019
Il logo della Scuola

Sergio Nuvoli

Cagliari, 5 luglio 2019 - Marco Cadinu e Roberto Ibba, docenti dell’Università di Cagliari, sono tra i relatori della Scuola di Paesaggio “Emilio Sereni” che, giunta all’undicesima edizione, si svolgerà dal 27 al 31 agosto a Gattatico – Reggio Emilia, all’Istituto Alcide Cervi sul tema “Paesaggi dell’Acqua”.

L’iniziativa è diretta da Rossano Pazzagli (Comitato Scientifico: Mauro Agnoletti, Gabriella Bonini, Emiro Endrighi, Rossano Pazzagli, Saverio Russo, Carlo Tosco), ed è realizzata in convenzione con il Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Architettura (DICAAR) dell’Ateneo cagliaritano e altri 14 atenei  italiani.

Marco Cadinu (DICAAR) terrà il 28 agosto una lezione "Le architetture dell’acqua tra città e paesaggio”, mentre Roberto Ibba (del Dipartimento di Scienze politiche e sociali) coordinerà uno dei laboratori.

Marco Cadinu durante una lezione
Marco Cadinu durante una lezione

Funtaneris. Sulle strade dell’acqua

Durante la Scuola è prevista la proiezione del docu-film "Funtaneris. Sulle strade dell’acqua” e l’esposizione della Mostra in 35 pannelli “Fontane storiche e architetture dell’acqua in Sardegna”, curati entrambi da Marco Cadinu.

“Funtaneris” è nato da un progetto di ricerca sviluppato negli anni dal Dipartimento di Ingegneria civile ambientale e architettura (con la collaborazione delle Università di Sassari, della Tuscia, con il Politecnico di Torino e l’associazione Storia di città). Cadinu lo ha sceneggiato per la regia di Massimo Gasole e ne rappresenta la voce narrante, che racconta – attraverso splendide immagini – una ricerca che si è snodata in tutto il territorio regionale tra circa cinquecento fontane storiche, lavatoi, acquedotti e opere d’arte legate all’acqua.

In definitiva si tratta di un viaggio tra le architetture storiche dell'acqua della Sardegna, al centro di un dialogo tra l'Ateneo di Cagliari e le scuole della Sardegna, cui sarà donato.

Il film-documentario è stato prodotto dall'Associazione Storia della Città e vede il DICAAR dell'Università di Cagliari - Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Architettura - partner del progetto coordinato da Marco Cadinu, professore di Storia dell'Architettura: un progetto di "storia pubblica dell'Architettura" e Terza Missione, finalizzato alla disseminazione dei risultati della ricerca verso le scuole i cittadini.

Sono previsti crediti formativi e borse di studio per studenti e dottorandi, per insegnanti e iscritti agli ordini professionali.

Casa Cervi sede della Scuola estiva
Casa Cervi sede della Scuola estiva

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di sabato 6 luglio 2019
Agenda (Pagina 20 - Edizione CA)
UNIVERSITÀ. Marco Cadinu e Roberto Ibba a Reggio Emilia
Un docu-film sulle strade dell'acqua
sarà proiettato alla Scuola di paesaggio

Marco Cadinu e Roberto Ibba, docenti dell'Università di Cagliari, sono tra i relatori della Scuola di paesaggio Emilio Sereni che, giunta all'undicesima edizione, si svolgerà dal 27 al 31 agosto a Gattatico - Reggio Emilia, all'Istituto Alcide Cervi sul tema Paesaggi dell'Acqua. L'iniziativa è diretta da Rossano Pazzagli (Comitato Scientifico: Mauro Agnoletti, Gabriella Bonini, Emiro Endrighi, Rossano Pazzagli, Saverio Russo, Carlo Tosco), ed è realizzata in convenzione con il Dipartimento di Ingegneria civile ambientale e architettura (Dicaar) dell'Ateneo cagliaritano e altri 14 atenei italiani.
Acqua e architettura
Marco Cadinu il 28 agosto terrà la lezione “Le architetture dell'acqua tra città e paesaggio”, mentre Roberto Ibba coordinerà uno dei laboratori. Durante la scuola è prevista la proiezione del docu-film “Funtaneris. Sulle strade dell'acqua” e l'esposizione della mostra in 35 pannelli “Fontane storiche e architetture dell'acqua in Sardegna”, curati entrambi da Marco Cadinu. “Funtaneris” è nato da un progetto di ricerca sviluppato negli anni dal Dipartimento di Ingegneria civile ambientale e architettura (con la collaborazione delle Università di Sassari, della Tuscia, con il Politecnico di Torino e l'associazione Storia di città). Cadinu lo ha sceneggiato per la regia di Massimo Gasole e ne rappresenta la voce narrante, che racconta - attraverso le immagini - una ricerca che si è snodata in tutto il territorio regionale tra circa cinquecento fontane storiche, lavatoi, acquedotti e opere d'arte legate all'acqua. In definitiva si tratta di un viaggio tra le architetture storiche dell'acqua della Sardegna, al centro di un dialogo tra l'Ateneo di Cagliari e le scuole della Sardegna, cui sarà donato.
La produzione
Il film-documentario è stato prodotto dall'Associazione Storia della Città e vede il Dicaar dell'Università di Cagliari - Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Architettura - partner del progetto coordinato da Marco Cadinu, professore di Storia dell'Architettura: un progetto di “storia pubblica dell'Architettura” e Terza Missione, finalizzato alla disseminazione dei risultati della ricerca. Sono previsti crediti formativi e borse di studio per studenti e dottorandi, per insegnanti e iscritti agli ordini professionali.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Links

Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: