PUBLIC ENGAGEMENT. Quando la ricerca scientifica si coniuga con la terza missione: il CRENoS a Orani ospite della Fondazione Costantino Nivola per una tavola rotonda aperta alla comunità locale per parlare di sviluppo nelle aree interne. Appuntamento venerdì 5 luglio alle 16.30 al Museo Nivola. RASSEGNA STAMPA
04 July 2019
L'immagine della locandina dell'iniziativa

Prevista una tavola rotonda dal titolo “Lo sviluppo nelle aree interne: cultura, ambiente, produzioni locali”: con i ricercatori dialogheranno esponenti di rilievo in qualità di rappresentanti del territorio e delle istituzioni locali

Sergio Nuvoli

Cagliari, 20 giugno 2019 - Dal 4 al 6 luglio gli economisti del CRENoS (Centro Ricerche Economiche Nord Sud delle Università di Cagliari e Sassari) parleranno di ricerca a Orani, ospiti della Fondazione Costantino Nivola.

L’iniziativa prevede un workshop scientifico introdotto e coordinato da Raffaele Paci durante il quale i ricercatori discuteranno i risultati delle attività di ricerca in corso e una tavola rotonda aperta al pubblico e alla comunità locale sul ruolo che attrattori di tipo ambientale e culturale – quali il Museo Nivola - possono svolgere per innescare e sostenere nel tempo le attività economiche legate al settore turistico e contribuire in tal modo allo sviluppo del territorio. Il workshop è organizzato da Giovanni Sulis e Fabio Cerina.

Alla tavola rotonda che inizierà alle 16.30 del 5 luglio dal titolo “Lo sviluppo nelle aree interne: cultura, ambiente, produzioni locali”, oltre ai ricercatori, parteciperanno esponenti di rilievo in qualità di rappresentanti del territorio e delle istituzioni locali: da Agostino Cicalò (Presidente Camera di Commercio di Nuoro) ad Anna Pirellas (Parco Donnortei – Fonni), da Mario Paffi (Museo delle Maschere di Mamoiada) a Giuseppe Cuccurese (Direttore Generale Banco di Sardegna), per finire con Emiliano Deiana (ANCI).

Emanuela Marrocu, direttrice del CRENoS
Emanuela Marrocu, direttrice del CRENoS

L'iniziativa si inquadra tra le attività di public engagement, proprie della terza missione degli atenei, con cui viene offerto un contributo decisivo allo scambio di conoscenze con il territorio

La tavola rotonda si inquadra tra le attività chiamate di public engagement, proprie della terza missione delle istituzioni universitarie. Con queste attività le università svolgono la loro funzione di civicness, contribuendo allo scambio di conoscenze con il territorio e agendo da motore irrinunciabile per attivare meccanismi virtuosi non solo di sviluppo economico, ma anche di innovazione e promozione sociale e culturale, grazie alle interazioni con le istituzioni, le imprese e gli attori locali.

Il CRENoS prevede di promuovere nei prossimi anni iniziative analoghe in altre zone interne della Sardegna.

Scarica la locandina completa
Scarica la locandina completa

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di giovedì 4 luglio 2019
Provincia di Nuoro (Pagina 33 - Edizione CA)
ORANI. Da oggi a sabato
Ricercatori del Crenos
nel museo Nivola

Gli economisti del Crenos, il Centro ricerche economiche Nord Sud delle università di Cagliari e Sassari diretto da Emanuela Marrocu parleranno di ricerca a Orani, ospiti della Fondazione Costantino Nivola.
L'iniziativa, da oggi a sabato, culminerà con un incontro domani alle 16.30: previsto un workshop scientifico coordinato da Raffaele Paci, docente alla facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche dell'università di Cagliari, durante il quale i ricercatori discuteranno i risultati delle attività di ricerca in corso. Poi una tavola rotonda sul ruolo che attrattori di tipo ambientale e culturale - quali il museo Nivola - possono svolgere per lo sviluppo del territorio. Il workshop è organizzato da Giovanni Sulis e Fabio Cerina, ricercatori Crenos.
Alla tavola rotonda dal titolo “Lo sviluppo nelle aree interne: cultura, ambiente, produzioni locali”, parteciperanno il presidente della Camera di commercio, Agostino Cicalò, Anna Pirellas del parco Donnortei, Mario Paffi del museo di Mamoiada, Giuseppe Cuccurese, direttore generale Banco di Sardegna, ed Emiliano Deiana, presidente dell'Anci.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Links

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie