Ospiti di prestigio al convegno internazionale di studio che inizia giovedì 13 giugno alle 16 nell’Aula Rossa della Cittadella dei Musei
12 June 2019
Un dettaglio della locandina

Sergio Nuvoli

Cagliari, 12 giugno 2019 – Si terrà a Cagliari giovedì 13 e venerdì 14 giugno nei locali della Facoltà di Studi umanistici il Convegno internazionale di studi “Paesaggi e territorio nella modernità artistico-letteraria”.

L’iniziativa che comincerà giovedì alle 16 nell’Aula Rossa della Cittadella dei Musei vedrà alternarsi ospiti prestigiosi nelle aree in cui ciascuno opera rispetto al paesaggio: per la letteratura Marcello Fois, per il cinema il regista Marco Antonio Pani (uno dei documentaristi più apprezzati sulla scena europea, che interloquirà con il prof. Antioco Floris sul paesaggio cinematografico in Sardegna), per la fotografia Luca Campigotto (pluripremiato per i suoi reportage a livello mondiale, mostrerà e racconterà la genesi di alcuni dei suoi scatti più significativi).

Ancora: Bertrand Westphal, teorico  e artefice della geocritica (con un'analisi del paesaggio da una prospettiva socio- antropologica e artistica), Gian Mario Anselmi (comparatista di fama, autore di varie opere sul Mediterraneo come incrocio letterario e culturale di paesaggi) saranno i due keynote della manifestazione. Il docente Luca Vargiu inquadrerà il paesaggio nel contesto filosofico del Novecento a partire da Georg Simmel, mentre Pamela Rita Ladogana spiegherà come il paesaggio si modifica a livello pittorico partendo da Venezia. Davide Papotti, docente di geografia, illustrerà il ruolo del paesaggio nel mercato mondiale, a livello turistico e come brand.

Antioco Floris, docente di Cinema e responsabile del CELCAM
Antioco Floris, docente di Cinema e responsabile del CELCAM

Con la sua relazione sul paesaggio delle periferie Valeria Saiu stabilirà un importante collegamento fra questo evento e il lavoro svolto da urbanisti e architetti della nostra università in questi anni, coordinati, fra gli altri, da Maurizio Memoli. Giulio Iacoli e Riccardo Badini contribuiranno, come chair e partecipanti alla tavola rotonda finale (nonché promotori del progetto di ricerca fin dai suoi esordi), a fare un bilancio dell'iniziativa, in vista di collaborazioni future a livello internazionale.

Una testimonianza preziosa chiuderà la manifestazione: Irene Palladini leggerà un testo che la scrittrice Maria Giacobbe ha inviato dalla Danimarca, sintesi di una visione che dalla Sardegna si apre sul mondo.

Maurizio Memoli (a destra) con Antonello Sanna
Maurizio Memoli (a destra) con Antonello Sanna

Attachments

Last news

11 August 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 August 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 August 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 August 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie