Da giovedì 21 febbraio l’Università di Cagliari ospita il XIX Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata. Fitto il calendario dei lavori, che porterà in città esperti e studiosi che si confronteranno sui temi più attuali
21 February 2019
Dal 21 febbraio all'Università il Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata

Sergio Nuvoli

Cagliari, 20 febbraio 2019 – Si apre domani a Cagliari il XIX Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata, sul tema “Lingue minoritarie tra localismi e globalizzazione”, che proseguirà fino a sabato 23 febbraio.

Il tema proposto intende invitare ad una riflessione sul ruolo che la tutela e la promozione delle varietà linguistiche di minoranza debbano avere nel nuovo contesto italiano e mondiale nel quale convivono localismi, antichi e nuovi nazionalismi, ma anche pressanti richieste di internazionalizzazione e mobilità. La crescente pluralità dei repertori linguistici, determinata dall’aumento da migrazioni di individui e di gruppi, ha condotto, infatti, alla convivenza di vecchie e nuove varietà e ha determinato nuove esigenze di integrazione, anche sul piano linguistico.

I lavori inizieranno il pomeriggio del 21 febbraio nell’Aula Magna del Rettorato e oltre alle relazioni su invito di Gabriele Iannaccaro e Florian Coulmas, esperti di plurilinguismo e lingue minoritarie in Europa e in Asia, prevedono un fitto programma di presentazioni e poster e due sessioni speciali. La prima è centrata sul ruolo che cinema e media possono avere per le lingue minoritarie ed è affidata a Tore Cubeddu, direttore artistico del Babel Film festival. La seconda, che chiuderà il congresso, è dedicata alla linguista pavese Marina Chini e coordinata da Cecilia Andorno, è dedicata alla pluralità linguistica e ai processi di formazione linguistica in contesti migratori e minoritari.

Il Comitato organizzatore locale è composto dai docenti dell’Università di Cagliari Antonietta Marra, Nicoletta Puddu, Immacolata Pinto, Ignazio Efisio Putzu, che fanno parte anche del Comitato scientifico dell’iniziativa insieme a Silvia Dal Negro, Federica Guerini e Laura Gavioli.

Ignazio Putzu, Prorettore alla Didattica e co-direttore del Dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali
Ignazio Putzu, Prorettore alla Didattica e co-direttore del Dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali

Links

Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: