UniCa UniCa News News Linguaggio ed emozioni, per capire la società

Linguaggio ed emozioni, per capire la società

In corso a Sa Duchessa i lavori del XXV Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio. Il segretario Franciscu Sedda, docente di Semiotica di UniCa, presenta alcuni tra i numerosi argomenti in discussione fino a venerdì 25 nelle aule del Polo di Studi umanistici. RESOCONTO dell'avvio dei lavori, immagini, video, RASSEGNA STAMPA. I lavori trasmessi in streaming
23 January 2019
Franciscu Sedda presenta il Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio

Franciscu Sedda: "La nostra è una società profondamente segnata da linguaggio ed emozioni: si parla tanto di società incattivita e di viralità della rabbia". Sono solo alcuni dei temi sul tavolo del confronto tra più di 70 studiosi presenti al Congresso

Sergio Nuvoli

Cagliari, 23 gennaio 2019 – Intorno a un tema che ha catturato l’attenzione non soltanto degli addetti ai lavori, si sta svolgendo nei locali della Facoltà di Studi umanistici nel Polo di Sa Duchessa il XXVI Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio, che proseguirà fino a venerdì in città.

“Più di 70 colleghi sono arrivati qui da tutto il mondo – ha detto il segretario della Società, Franciscu Sedda, docente di Semiotica del nostro Ateneo, che ha letto un breve indirizzo di saluto ai partecipanti da parte del Rettore Maria Del Zompo – per discutere intorno al modo in cui le emozioni si declinano con le passioni e le sensazioni, e sul modo in cui il linguaggio definisce la nostra realtà. Oggi si parla di società incattivita, di viralità della rabbia: si accusano interi gruppi di persone di essere buonisti: la nostra è una società profondamente segnata da linguaggio ed emozioni”. 

Aula Capitini, i partecipanti al Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio
Aula Capitini, i partecipanti al Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio
VIDEOPITCH della Presidente della Società, Francesca Piazza

Francesca Piazza: "Il grande interesse suscitato dai lavori del nostro Congresso solo in parte si spiega con l'argomento così attuale. Da sempre gli studiosi riflettono sul potere del linguaggio e delle emozioni"

Ecco perché il convegno – che è stato preceduto da un seminario martedì 22 gennaio – sta toccando temi di grande rilevanza e attualità relativi alla semiotica, alla comunicazione, alla filosofia e alle scienze cognitive. Numerose sessioni sono fra l'altro dedicate all'analisi del linguaggio sui social e in politica.

Francesca Piazza, presidente della Società di Filosofia del Linguaggio, ha introdotto i lavori del Congresso parlando del ruolo delle emozioni, dei nuovi mezzi di comunicazione e del loro ruolo nella costruzione delle emozioni. “C’è anche un gruppo di domande alla base del nostro incontro – ha aggiunto, tra l’altro - che verte sul potere delle emozioni nel produrre i nostri discorsi. C’è su questo una linea di pensiero nella filosofia occidentale, che vede autori molto diversi tra loro impegnati a studiare la capacità delle emozioni di orientare i nostri giudizi e le nostre decisioni”.

I lavori sono trasmessi in diretta streaming sull'apposito canale (cliccando qui) e proseguono secondo il calendario pubblicato con il lancio della notizia.

Un'altra immagine dei lavori, che proseguono a Sa Duchessa fino a venerdì 25 gennaio
Un'altra immagine dei lavori, che proseguono a Sa Duchessa fino a venerdì 25 gennaio

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di mercoledì 23 gennaio 2019
Cultura (Pagina 44 - Edizione CA)
Linguaggio ed emozioni: quando la parola viene usata per colpire o ingannare
CONVEGNO. Si apre oggi all'Università di Cagliari la due giorni dedicata all'esplorazione delle forme di comunicazione

Che una riflessione su questi temi fosse non solo attuale, ma addirittura urgente è sotto gli occhi di tutti: dal cibo alle divise, dalle dirette Facebook alle foto simbolo, dalle vignette alle iperboli, il linguaggio, nelle sue varie forme, non deve descrivere ciò che accade, ma colpire, spaventare, ingannare, commuovere, irritare. Oggigiorno il politico e il cittadino, sia chi ha un ruolo istituzionale sia la persona comune, usano la parola non per comprendere il mondo, ma per conquistare adepti e costruire barricate. Per queste ragioni, un anno fa, quando la Società di Filosofia del linguaggio ragionò sul tema per il Congresso annuale, il numero XXV che si svolge a Cagliari da oggi a venerdì, negli spazi del campus di Sa Duchessa (via Is Mirrionis), scelse d'indagare sul rapporto tra linguaggio ed emozioni.
«Nella misura in cui il linguaggio è lo strumento che ci consente di costruire la realtà in cui viviamo, per comprenderla è necessario esplorare le forme del linguaggio dominante», spiega Franciscu Sedda, segretario della Società di Filosofia del Linguaggio, fondata fra gli altri da Tullio De Mauro e Umberto Eco, e docente di Semiotica alla facoltà degli Studi Umanistici dell'Università di Cagliari.
La strategia social mediale di Matteo Salvini, l'incidenza delle emozioni nella comunicazione della Chiesa cattolica, il dialogo cinematografico, le metafore, la lingua dei segni: sono alcuni degli argomenti che saranno discussi durante le sessioni del Congresso, cui parteciperanno una settantina di relatori di profilo internazionale. Tra i nomi di maggior rilievo: Nicholas Harkness dell'Università di Harvard (domani, alle 18, aula magna Capitini), e Zoltan Kovecses dell'Università di Budapest (oggi, alle 14.20, aula magna Capitini). Una riflessione che si snoda tra sessioni plenarie (tutte nell'aula magna Capitini, nel Corpo Aggiunto della facoltà), e sessioni parallele, nelle varie aule, per approfondire i molteplici aspetti della stretta relazione tra linguaggio ed emozioni. Il congresso, pur essendo un confronto di alto livello tra specialisti, è aperto a tutti.
F.R.P.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L’UNIONE SARDA di sabato 19 gennaio 2019
Agenda (Pagina 23 - Edizione CA)
Società di filosofia del linguaggio,
dai nuovi media alle emozioni
UNIVERSITÀ. Da mercoledì il XXV congresso nazionale

Dalla strategia social mediale di Matteo Salvini all'incidenza delle emozioni nella comunicazione della Chiesa cattolica, dal dialogo cinematografico alla lingua dei segni: sono alcuni degli argomenti che saranno discussi al XXV Congresso annuale della Società di filosofia del linguaggio, fondata fra gli altri da Tullio De Mauro e Umberto Eco, e di cui è attualmente segretario Franciscu Sedda, docente di Semiotica alla Facoltà di studi umanistici dell'Università di Cagliari.
Il tema
Il Congresso nazionale, dedicato al tema “Linguaggio ed emozioni”, comincerà mercoledì 23 alle 10 nell'aula magna Capitini e proseguirà fino a venerdì 25 gennaio negli spazi del campus di Sa Duchessa (via Is Mirrionis, 1) con la presenza di circa 70 relatori di profilo internazionale, fra cui Nicholas Harkness dell'Università di Harvard e Zoltan Kovecses dell'Università di Budapest, e si avvarrà del supporto dei Dipartimenti di Lingue, Letterature, Beni culturali e di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell'Ateneo del capoluogo sardo. Il convegno - che sarà preceduto da un seminario in programma martedì 22 gennaio - toccherà temi di grande rilevanza e attualità relativi alla semiotica, alla comunicazione, alla filosofia e alle scienze cognitive. Numerose sessioni saranno fra l'altro dedicate all'analisi del linguaggio sui social e in politica. Fanno parte del comitato organizzatore diversi docenti dei dipartimenti di Lingue, Letterature, Beni Culturali e di Pedagogia, psicologia, filosofia, con i rispettivi direttori. La partecipazione ai lavori è libera ed è aperta a tutti.
Oratori principali
All'iniziativa parteciperanno i keynote speakers Anna Borghi (La Sapienza), Clotilde Calabi (Milano), Fausto Caruana (Parma), Felice Cimatti (Calabria), Nicholas Harkness (Harvard University), Zoltán Kövecses (Eötvös Loránd University, Budapest), Cristina Meini (Piemonte Orientale), Claudio Paolucci (Bologna), Isabella Pezzini (“La Sapienza”), Marco Santambrogio (di Parma), Mauro Serra (Salerno)
On line
Il programma all'indirizzo: https://www.unica.it/unica/protected/148691/0/def/ref/NTZ148682/.

 

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Attachments

Links

Last news

17 October 2019

MEDISS, soluzioni innovative al problema della scarsa disponibilità idrica

“Mediterranean Integrated System for water Supply” è il progetto coordinato da Giovanni Sistu: con il CIREM-CRENoS ed ENAS, sono coinvolti il Palestinian Wastewater Engineers Group, capofila palestinese, la Comunità di Jerico (Palestina), Aqaba Water Company (Giordania), Institute des Regions Arides (Tunisia), in collaborazione con gli stakeholders locali Cooperativa Coltivatori Arborea e Comune di Arborea. Kickoff meeting lunedì 21 ottobre

16 October 2019

Accademia e geologi, sinergia vincente

Dopodomani trenta istituti e oltre 2.500 allievi coinvolti in Sardegna nella giornata dedicata alla geologia. Nelle scuole italiane le nuove generazioni vicine a uso corretto del territorio, salvaguardia dell’ambiente e valutazione consapevole dei rischi naturali. La pregiata intesa del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari con l’Ordine professionale. Mossa azzeccata per sensibilizzare alla cultura geologica

16 October 2019

La cannabis in gravidanza espone i figli agli effetti psicotici del THC

Pubblicato su Nature Neuroscience uno studio guidato da Miriam Melis (Dipartimento di Scienze biomediche), realizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Accademia delle Scienze Ungheresi a Budapest e l’Università del Maryland a Baltimora, che mostra le conseguenze negative sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino dell’assunzione in gravidanza di una droga considerata “leggera”

14 October 2019

La tecnologia di UniCa custodisce i dati ambientali dei parchi dell’Himalaya – Karakorum Range

Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, siglato un accordo di collaborazione scientifica per la realizzazione di un sistema di acquisizione e gestione di dati ambientali a supporto del Piano di gestione del Parco del Deosai nel Pakistan settentrionale. Maria Teresa Melis ha guidato un team che sta implementando una piattaforma di acquisizione e gestione di dati ambientali basata sull’utilizzo di una nuova app che si appoggi su immagini da satellite ESA-Sentinel

Questionnaire and social

Share on: