UniCa UniCa News News Military Landscapes riscopre Forte Aurelia

Military Landscapes riscopre Forte Aurelia

Al via da domani una nuova iniziativa nell'ambito della rete di attività legate alla valorizzazione del patrimonio difensivo e militare, coordinate dall'Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura. Il progetto coinvolge Politecnico di Torino e Sapienza Università di Roma: gli studenti e i docenti provenienti dai tre atenei collaboreranno all’elaborazione di un progetto esplorativo comune sullo scenario futuro per l'importante monumento della Capitale
22 January 2019
Un particolare della locandina dell'iniziativa

Sergio Nuvoli

Cagliari, 22 gennaio 2019 - Prende avvio domani, mercoledì 23 gennaio, la nuova iniziativa nata nell'ambito di Military Landscapes, rete di attività legate alla valorizzazione del patrimonio difensivo e militare, coordinate dall'Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura.

L’iniziativa, organizzata con il Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza ha come partner il Politecnico di Torino - Dipartimento di Architettura e Design; Sapienza Università di Roma - Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio; la Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma e l’Istituto Italiano dei Castelli, Sezioni Sardegna e Veneto.

Donatella Rita Fiorino, docente del DICAAR, coordina le attività del workshop con Giovanni Marco Chiri
Donatella Rita Fiorino, docente del DICAAR, coordina le attività del workshop con Giovanni Marco Chiri

Il workshop - coordinato da Giovanni Marco Chiri e Donatella Rita Fiorino, docenti del DICAAR - si inserisce nel progetto di riscoperta e valorizzazione del Forte Aurelia, nell'ambito del più ampio scenario di tutela del Campo Trincerato di Roma, inteso come una importante occasione di sperimentazione scientifica e di formazione.

In particolare, nelle quattro giornate di attività in programma nei locali della Caserma Cefalonia Corfù sede del forte Aurelia, gli studenti e i docenti provenienti dai tre atenei collaboreranno all’elaborazione di un progetto esplorativo che approfondisce alcuni aspetti del progetto in corso, contribuendo così a delineare lo scenario futuro dell’importante monumento di Roma.

Tra i temi di esplorazione, la riconfigurazione del terrapieno per la costruzione di una sala polifunzionale, l’accessibilità e i percorsi di visita, le modalità espositive per la comprensione della ‘macchina militare’, obiettivi da conseguire attraverso soluzioni formali di qualità compatibili con il contesto storico-artistico nel quale si inserisce.

Giovanni Marco Chiri, docente del DICAAR: con Donatella Rita Fiorino coordina le attività del workshop
Giovanni Marco Chiri, docente del DICAAR: con Donatella Rita Fiorino coordina le attività del workshop

Attachments

Last news

17 October 2019

MEDISS, soluzioni innovative al problema della scarsa disponibilità idrica

“Mediterranean Integrated System for water Supply” è il progetto coordinato da Giovanni Sistu: con il CIREM-CRENoS ed ENAS, sono coinvolti il Palestinian Wastewater Engineers Group, capofila palestinese, la Comunità di Jerico (Palestina), Aqaba Water Company (Giordania), Institute des Regions Arides (Tunisia), in collaborazione con gli stakeholders locali Cooperativa Coltivatori Arborea e Comune di Arborea. Kickoff meeting lunedì 21 ottobre

16 October 2019

Accademia e geologi, sinergia vincente

Dopodomani trenta istituti e oltre 2.500 allievi coinvolti in Sardegna nella giornata dedicata alla geologia. Nelle scuole italiane le nuove generazioni vicine a uso corretto del territorio, salvaguardia dell’ambiente e valutazione consapevole dei rischi naturali. La pregiata intesa del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari con l’Ordine professionale. Mossa azzeccata per sensibilizzare alla cultura geologica

16 October 2019

La cannabis in gravidanza espone i figli agli effetti psicotici del THC

Pubblicato su Nature Neuroscience uno studio guidato da Miriam Melis (Dipartimento di Scienze biomediche), realizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Accademia delle Scienze Ungheresi a Budapest e l’Università del Maryland a Baltimora, che mostra le conseguenze negative sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino dell’assunzione in gravidanza di una droga considerata “leggera”

14 October 2019

La tecnologia di UniCa custodisce i dati ambientali dei parchi dell’Himalaya – Karakorum Range

Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, siglato un accordo di collaborazione scientifica per la realizzazione di un sistema di acquisizione e gestione di dati ambientali a supporto del Piano di gestione del Parco del Deosai nel Pakistan settentrionale. Maria Teresa Melis ha guidato un team che sta implementando una piattaforma di acquisizione e gestione di dati ambientali basata sull’utilizzo di una nuova app che si appoggi su immagini da satellite ESA-Sentinel

Questionnaire and social

Share on: