Una terapia motoria dalla tradizione secolare della Sardegna: i risultati della ricerca del Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica dell’Università di Cagliari in pubblicazione sulla rivista scientifica statunitense “Journal of Alternative and Complementary Medicine”
26 November 2018
Ricerca degli specialisti dell'Università di Cagliari guidati dal professor Giuseppe Mercuro

Prevenzione e terapia ancora una volta dalla millenaria tradizione isolana

Non solo riabilitazione e farmaci: tre mesi continuativi di “Ballu tundu” sono capaci di migliorare l’equilibrio, la mobilità funzionale, la capacità di esercizio e la qualità di vita dei pazienti con malattia di Parkinson. Una terapia che nasce dalla tradizione, fa bene e migliora il quadro sintomatologico del Parkinson: il ballo sardo può essere ora annoverato tra le scelte riabilitativo-motorie per i pazienti.

È quanto emerge dallo studio scientifico “Sardinian Folk Dance for Individuals with Parkinson’s Disease: A Randomized Controlled Pilot Trial”, ideato e realizzato da un’equipe integrata del Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica della quale fanno parte la dottoressa Lucia Cugusi e il dottor Paolo Solla, autori principali della ricerca. Finanziata dalla Fondazione di Sardegna, la ricerca è in fase di pubblicazione sulla rivista scientifica statunitense “Journal of Alternative and Complementary Medicine”, e ulteriori esiti troveranno spazio nei prossimi e più importanti congressi internazionali di settore.


IL TEAM. L’equipe, coordinata dal professor Giuseppe Mercuro, presidente della Società italiana di cardiologia, ha visto la collaborazione dell'Unità Operativa Complessa di Neurologia dell’AOU di Cagliari diretta dal professor Giovanni Defazio, dei bioingegneri delle Università di Cagliari - dottor Danilo Pani - e Sassari - dottor Andrea Cereatti - con l’esperto e maestro di ballo sardo Emanuele Garau e l’associazione Team Kayak Sardegna.

IL PROGETTO, fa parte di un filone di ricerca che rende omaggio alla più antica tradizione della Sardegna, della quale fa parte il Ballo Sardo, esaltandone le qualità preventive e riabilitative. Condotto su venti pazienti sardi di entrambi i sessi, con diagnosi di malattia di Parkinson da circa 5 anni, lo studio ha avuto una durata complessiva di quasi due anni, necessari per la programmazione di tutte le fasi valutative, l’attuazione del programma di ballo e la divulgazione e pubblicazione degli esiti progettuali.

RISULTATI. È emerso che la pratica di quest’attività comporta un miglioramento di molteplici variabili funzionali, come l’equilibrio, la lunghezza del passo, la capacità di esercizio, la forza degli arti inferiori insieme alle più conosciute sintomatologie non-motorie come la depressione, l’apatia e i disturbi cognitivi.


 

per contatti e ulteriori informazioni:

 

  • dr. ssa Lucia Cugusi
    Assegnista di Ricerca, Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica
    Tel 070 6754945 - Fax 070 6754230 - email lucia.cugusi@unica.it
  • prof. Giuseppe Mercuro
    Responsabile U.O.C. di Cardiologia e Angiologia, A.O.U. Presidio di Monserrato
    Presidente della Società Italiana di Cardiologia
    Tel 070 6754955 - Fax 070 6754230 - email giuseppemercuro@gmail.com 



 

(ic)

Studio in pubblicazione sulla rivista scientifica statunitense “Journal of Alternative and Complementary Medicine”
Studio in pubblicazione sulla rivista scientifica statunitense “Journal of Alternative and Complementary Medicine”

Last news

27 October 2021

Nobel per la Fisica 2021, riconoscimento importante per tutta la scienza italiana

Mercoledì 27 ottobre, alle 14,30, evento divulgativo nell’Aula A del Dipartimento di Fisica e in streaming sulla piattaforma Zoom. Per l’Università di Cagliari intervengono il prorettore alla Ricerca, Luciano Colombo, e il direttore del Dipartimento di Fisica, Gianluca Usai, con Enzo Marinari (Università La Sapienza, Roma) e Piero Olla (Isac-Cnr, Cagliari)

25 October 2021

L'Orto botanico festeggia i 400 anni di UniCa

Si concludono mercoledì 27 ottobre alle 10.30 gli appuntamenti organizzati dalla Facoltà di Biologia e Farmacia per l'anniversario dell'Università di Cagliari con una visita guidata al polmone verde del nostro Ateneo e al l Museo Herbarium. Ad accompagnare i partecipanti il direttore dell'Orto Gianluigi Bacchetta e la docente di Botanica Annalena Cogoni

25 October 2021

Ricerca, territorio e innovazione: l’Università di Cagliari capofila per la formazione avanzata nei trasporti del Mediterraneo

I simulatori di CentraLabs nel progetto da tre milioni e mezzo di euro con il Cirem capofila. Dalle gru portainer a bus e camion, logistica, competitività e performance di addetti portuali e autotrasporto. “La leadership dei colleghi è riconosciuta a livello mondiale” dice Francesco Mola. “Un passo strategico di rilievo” aggiunge Alessandra Carucci. “Dopodomani si parte con il kickoff meeting” spiega Gianfranco Fancello. “La ricerca si chiude nel gennaio 2024” rimarca Patrizia Serra

25 October 2021

«Un orto al mese» fa tappa all'Università di Cagliari

Il gruppo “Orto botanici e giardini storici” della Società Botanica Italiana racconta sui social le bellezze verdi dell'Italia attraverso una diretta con i protagonisti: dal Nord al Sud del nostro Paese in mostra i polmoni verdi che fanno respirare le nostre città. “Si tratta di una modalità certamente nuova e coinvolgente – spiega Gianluigi Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico cagliaritano – per raccontare le collezioni e le attività che quotidianamente si svolgono nel polmone verde dell’Università di Cagliari". I LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA GIOVEDI' 28 OTTOBRE A PARTIRE DALLE 17. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: