I neoingegneri di UniCa, Paolo Chironi, Muino Taquidir, Daniele Porcu, Gioele Putzolu e Andrea Sebis, hanno confermato di proseguire all’Università di Cagliari gli studi per la laurea magistrale. Per loro le borse di studio di Saras, Fluorsid, Ecotec ed Ecoserdiana, che hanno aderito all’iniziativa dell’AIDIC, l’Associazione Italiana di Ingegneria Chimica
26 July 2018
nella foto il professor Massimiliano Grosso - coordinatore del corso di studi in Ingegneria chimica dell'Università di Cagliari - e, in prima fila, i docenti della commissione

Anche quest’anno premiati nella Facoltà di Ingegneria i migliori cinque neolaureati del Corso triennale in Ingegneria Chimica e dei Processi Biotecnologici che rimarranno a Cagliari anche per la Laurea Magistrale

Giovedì 26 luglio 2018
Ivo Cabiddu

 
La premiazione dei migliori laureati del corso di studi in Ingegneria chimica e dei Processi Biotecnologici, si è svolta oggi pomeriggio in via Marengo, nell’Aula Alfa della Facoltà di Ingegneria e Architettura, in concomitanza alla seduta di laurea triennale, con il supporto e la presenza di diversi rappresentanti dell’Industria dell’Ingegneria Chimica in Sardegna.
 
“Le imprese e l’Università di Cagliari hanno strutturato un rapporto di stretta collaborazione, mirata in particolare a creare e mantenere un elevato livello di competenze in Sardegna”. A spiegarlo, nella sua introduzione della breve cerimonia seguente la proclamazione delle lauree, è il professor Massimiliano Grosso, Coordinatore del Corso di studi in Ingegneria chimica dell’Università di Cagliari. Il docente dell’ateneo, parlando anche a nome degli importanti “sponsor” che hanno permesso questa seconda edizione dell’iniziativa, ha quindi invitato ad intervenire il presidente dell’Aidic Sardegna, che tra i suoi scopi ha anche l’obiettivo di arginare la fuga di cervelli dalla Sardegna. Da parte sua l’ingegnere Francesco Marini ha voluto complimentarsi con i cinque giovani per la doppia scelta, di proseguire gli studi per la laurea magistrale - “Vedrete quanto vi sarà utile per la vostra carriera” - e di volerli proseguire proprio a Cagliari: “Sono stati premiati i migliori ingegneri chimici che hanno deciso di completare la loro formazione universitaria in Sardegna. Questi giovani colleghi” – ha concluso Marini prima della consegna dei voucher – “rappresentano una risorsa importante per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio e costituiscono motivo di soddisfazione per l’attività svolta dal Corso di studi”.
 

 

Gli studenti - Paolo Chironi, Daniele Porcu, Gioele Putzolu, Andrea Sebis e Muino Taquidir - hanno ricevuto una borsa di studio da 500 euro e il voucher per uno stage in una delle principali industrie del territorio

Insieme al prof. Massimiliano Grosso c’erano i docenti della Commissione Simonetta Palmas, Stefania Tronci, Roberto Baratti, Roberta Licheri, Simone Ferrari e Michela Mascia. Per Aidic, Gruppo Saras, Fluorsid, Ecotec ed Ecoserdiana, oltre a Francesco Marini (Aidic e Saras), erano presenti Milena Atzori (Saras), Laura Pilia (Ecotec), Marco Congiu (Ecoserdiana) e Fabrizio Caschili (Fluorsid).

 

I rappresentanti di Ecoserdiana,Ecotec, Fluorsid e Gruppo Saras
I rappresentanti di Ecoserdiana,Ecotec, Fluorsid e Gruppo Saras

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di domenica 29 luglio 2018 / Cronaca di Cagliari (Pagina 31 - Edizione CA)
Università
CINQUE BORSE DI STUDIO PER INGEGNERI
Anche quest'anno i cinque migliori neolaureati in Ingegneria chimica e dei processi biotecnologici sono stati premiati e riceveranno una borsa di studio per proseguire il percorso e ottenere la laurea magistrale. Le borse di studio, assegnate da Saras, Fluorsid, Ecotec ed Ecoserdiana, sono state assegnate a Paolo Chironi, Muino Taquidir, Daniele Porcu, Gioele Putzolu e Andrea Sebis.
"Le imprese e l'Università di Cagliari hanno strutturato un rapporto di stretta collaborazione, mirata in particolare a creare e mantenere un elevato livello di competenze in Sardegna". A spiegarlo, nella sua introduzione della breve cerimonia dopo la proclamazione delle lauree, è Massimiliano Grosso, coordinatore del corso di studi in Ingegneria chimica dell'Università di Cagliari. Un'iniziativa, è stato spiegato, che punta ad arginare la fuga dei cervelli dalla Sardegna. Gli studenti hanno ricevuto una borsa di studio da 500 euro e il voucher per uno stage in una delle principali industrie del territorio.

Links

Last news

27 June 2022

Tra esperienze migratorie, diseguaglianze e vulnerabilità socioeconomica

Il Consorzio di ricerca internazionale è ospite dall’Università di Cagliari. Quattro giorni di confronto utile anche per testare il Diversity audit model. “Lo strumento, sviluppato con cinque atenei e altrettante Ong, dà l'opportunità di riflettere su approccio e indirizzo operativo nella valorizzazione delle diversità e dell'inclusione” dice Ester Cois

25 June 2022

Antonio Pigliaru, un pensiero ancora attuale che sfida il presente

Convegno internazionale di ampio respiro sull'opera dello studioso sardo, a 100 anni dalla nascita. In Aula Maria Lai si sono confrontati sui suoi studi docenti e ricercatori di tutto il mondo: in tutti gli interventi è emerso l'estremo rigore della sua ricerca, il metodo e la passione che costringono a confrontarsi senza retorica sui suoi scritti, a partire dalla nuova edizione del volume più noto

24 June 2022

International Smart City School 2022: the challenge of climate change

SUMMER SCHOOL EUROPEA A CAGLIARI. Dal 20 giugno sono iniziate le attività della scuola internazionale sulle smart cities e la sfida imposta dal cambiamento climatico. L’iniziativa dell’Università di Cagliari, curata dal docente Luigi Mundula e organizzata insieme agli altri atenei Ue dell’alleanza Educ - Paris Nanterre, Rennes 1, Potsdam, Masaryk, Pécs - impegnerà studenti e professori delle sei università fino al primo luglio. In programma un ricco calendario di lezioni in lingua inglese, eventi, aperiNET, lavori di gruppo, visite di studio e culturali, con ampio spazio all’interazione dei partecipanti internazionali

24 June 2022

Un percorso che punta sulle persone: inaugurato oggi il master in gestione delle risorse umane

“L’obiettivo è agire sul territorio per rilanciarlo attraverso la formazione di profili di alta professionalità”: così Gianni Fenu, prorettore vicario dell’Università di Cagliari, ha aperto l’incontro inaugurale del master di II livello in Gestione e sviluppo delle risorse umane, che formerà 36 professioniste e professionisti nel settore della gestione e valorizzazione del personale.

Questionnaire and social

Share on: