Il biogas, da problema ambientale a risorsa: l’Università di Cagliari in prima fila, al fianco delle imprese sarde per sviluppare importanti opportunità. Aldo Muntoni: “Settore molto interessante, che può creare posti di lavoro e produrre energia pulita con piccoli impianti”. Le IMMAGINI dell'incontro e i due servizi andati in onda nei TG della RAI
07 April 2018
IL SERVIZIO DI MARIA SPIGONARDO ANDATO IN ONDA NEL TG DELLA RAI DELLE 14 DEL 6 APRILE 2018

Sergio Nuvoli

Cagliari, 7 aprile 2018 – L’incontro tecnico organizzato da Lega Ambiente nell'ambito del progetto Europeo Horizon 2020 ISAAC - Increasing Social Awareness and ACceptance of biogas and biomethane, ieri nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria e Architettura di via Marengo, si è trasformato in un confronto serrato tra esperti sulle prospettive future, non solo per la Sardegna.

Aldo Muntoni e Vincenzo Tiana
Aldo Muntoni e Vincenzo Tiana

Tra le ricerche del team del professor Muntoni la produzione di idrogeno mediante applicazione di sistemi bio-elettro-chimici e processi fermentativi al trattamento di residui biodegradabili e di bio-polimeri

Lo stato dell’arte è stato illustrato da Aldo Muntoni, docente di Ingegneria ambientale al Dipartimento di Ingegneria, Civile, Ambientale e Architettura: nelle sue parole, le prospettive tecniche relative alla valorizzazione di residui biodegradabili alla luce dei principi propri della economia circolare, tipici degli studi che il professore porta avanti da molti anni. Più nel dettaglio, Muntoni ha presentato anche le ricerche innovative sviluppate dal gruppo di Ingegneria ambientale nei laboratori del nostro Ateneo, con particolare riferimento alla produzione di idrogeno mediante applicazione di sistemi bio-elettro-chimici e processi fermentativi al trattamento di residui biodegradabili e di bio-polimeri sempre previa fermentazione di biomasse di scarto e successivo bio-accumulo da parte di batteri selezionati. “Si tratta di un settore molto importante – ha spiegato il professore riferendosi al tema del convegno – Può creare posti di lavoro, non soltanto in loco ma anche delocalizzati. Il risultato più interessante è la produzione di energia pulita con piccoli impianti”.

L'Aula magna di via Marengo durante il convegno
L'Aula magna di via Marengo durante il convegno

All'incontro - incentrato sulla produzione ed uso del bio-metano così come configurati dal recente via libera della Commissione europea al Decreto Ministeriale italiano sull'argomento – sono intervenuti numerosi studiosi, tecnici di amministrazioni pubbliche e liberi professionisti.

 

-------------

Ancora un'immagine del convegno
Ancora un'immagine del convegno
IL SERVIZIO DI MARIA SPIGONARDO ANDATO IN ONDA NEL TG DELLE 19.35 DEL 6 APRILE 2018

di Valeria Aresu

Cagliari, 6 aprile 2018 VSi è svolto questa mattina, nell’Aula magna di via Marengo, il convegno sulle prospettive di sviluppo del biogas e del biometano in  Sardegna. Per il nostro ateneo ha partecipato Aldo Muntoni, docente di ingegneria sanitaria e ambientale del DICAAR, il cui intervento è stato seguito da quelli di Beppe Croce, responsabile per l’agricoltura di Legambiente, e Lorenzo Maggioni, del Consorzio Italiano Biogas

L’incontro - nato in seguito alla decisione dell’ Unione Europea, il 1° marzo scorso, di dare il via libera al decreto italiano sul biometano, che fissa i nuovi incentivi per la produzione di questa fonte energetica – è stato coordinato da Vincenzo Tiana, presidente del Comitato Scientifico di Legambiente Sardegna.

Presto disponibile un resoconto dell'incontro.

La locandina dell'evento
La locandina dell'evento

Last news

25 June 2022

Antonio Pigliaru, un pensiero ancora attuale che sfida il presente

Convegno internazionale di ampio respiro sull'opera dello studioso sardo, a 100 anni dalla nascita. In Aula Maria Lai si sono confrontati sui suoi studi docenti e ricercatori di tutto il mondo: in tutti gli interventi è emerso l'estremo rigore della sua ricerca, il metodo e la passione che costringono a confrontarsi senza retorica sui suoi scritti, a partire dalla nuova edizione del volume più noto

24 June 2022

International Smart City School 2022: the challenge of climate change

SUMMER SCHOOL EUROPEA A CAGLIARI. Dal 20 giugno sono iniziate le attività della scuola internazionale sulle smart cities e la sfida imposta dal cambiamento climatico. L’iniziativa dell’Università di Cagliari, curata dal docente Luigi Mundula e organizzata insieme agli altri atenei Ue dell’alleanza Educ - Paris Nanterre, Rennes 1, Potsdam, Masaryk, Pécs - impegnerà studenti e professori delle sei università fino al primo luglio. In programma un ricco calendario di lezioni in lingua inglese, eventi, aperiNET, lavori di gruppo, visite di studio e culturali, con ampio spazio all’interazione dei partecipanti internazionali

24 June 2022

Un percorso che punta sulle persone: inaugurato oggi il master in gestione delle risorse umane

“L’obiettivo è agire sul territorio per rilanciarlo attraverso la formazione di profili di alta professionalità”: così Gianni Fenu, prorettore vicario dell’Università di Cagliari, ha aperto l’incontro inaugurale del master di II livello in Gestione e sviluppo delle risorse umane, che formerà 36 professioniste e professionisti nel settore della gestione e valorizzazione del personale.

23 June 2022

Gestione e sviluppo delle risorse umane: il 24 giugno l’evento inaugurale del master

Nasce in collaborazione con l’ASPAL il nuovo master dell’Università di Cagliari dedicato a formare nuovi manager delle risorse umane. Si tratta di figure chiave per le imprese, sempre più impegnate non solo nel controllo, ma anche nella valorizzazione del personale. L’evento di inaugurazione si svolgerà alle 10 nell’Aula Magna del Rettorato, in via Università 40

Questionnaire and social

Share on: