Title:  Sulla c.d. donazione liberatoria e la funzione del notaio
Internal authors: 
Issue Date:  2021
Journal: 
RIVISTA DEL NOTARIATO  
Abstract:  Il tema della donazione “liberatoria” è materia di intersezione tra la liberazione da un debito effettuata animo donandi e il fenomeno delle liberalità ampiamente inteso. Il problema pur non ignoto alla tradizione è stato tendenzialmente scansato nella letteratura moderna. Vorrei iniziare la riflessione riportando un passo di Friedrich Carl von Savigny tratto dal Sistema del diritto romano attuale, ove il Maestro osservava: «Qualunque liberazione da un debito è un vero arricchimento del debitore. Se inoltre vi si riscontrano gli altri requisiti di una donazione, si ha una donazione vera e propria. Il suo ammontare è sempre uguale all’ammontare del debito estinto, anche quando il debitore fosse insolvente». L’argomento assume un fascino particolare, costringendo il civilista ad interrogarsi sul rapporto tra l’estinzione delle obbligazioni e l’ampia categoria delle liberalità, al fine di chiarire se la liberazione dal debito effettuata animo donandi possa integrare una liberalità soltanto indiretta oppure anche diretta, in favore del debitore.
URI:  http://hdl.handle.net/11584/321367
Type: 1.1 Articolo in rivista

Files in This Item:
There are no files associated with this item.

Questionnaire and social

Share on: